9
giugno

SEGRETI E DELITTI: ESTATE IN GIALLO PER LA COPPIA NUZZI-VIERO

Segreti e Delitti

Niente vacanze per Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero. La coppia “in giallo” della tv, reduce dall’impegno di Quarto Grado, conclusosi lo scorso 29 maggio su Rete4, è pronta a tornare da venerdì 12 giugno in prima serata su Canale5, con la seconda stagione di Segreti e Delitti. Partito in forma sperimentale la scorsa estate, il programma di giornalismo investigativo targato Videonews è riuscito nella sua prima edizione, composta di 7 appuntamenti – 3 in più rispetto a quelli inizialmente previsti -, ad ottenere una media di circa 2.500.000 spettatori e il 15% di share. Risultati non eccezionali ma comunque più che buoni per una prima serata estiva, caratterizzata da un calo fisiologico della platea televisiva.

Anche in questa nuova edizione, Segreti e Delitti ricostruirà i grandi casi irrisolti della cronaca nera di oggi e di ieri, con segreti e colpi di scena. Ogni appuntamento ricomporrà i punti oscuri degli enigmi italiani e internazionali che ancora non hanno una soluzione e sono avvolti nel mistero. Nelle 8 puntate previste verranno mostrati indizi, testimonianze, dossier inediti, e le docu-fiction realizzate appositamente per ricostruire i casi irrisolti che appassionano e spesso dividono l’opinione pubblica.

In collegamento dalle diverse “scene del crimine”, i cronisti del programma curato da Siria Magri ripercorreranno le tappe cruciali delle storie affrontate e indagheranno direttamente sul campo. Parte centrale della trasmissione sarà il dibattito in studio di alcuni esperti di criminologia, scienziati, tecnici specializzati e giornalisti, che commenteranno in diretta immagini e fatti, e analizzeranno tutti gli elementi-chiave dei casi trattati.

Estate in giallo – Tutti gli appuntamenti in tv

Segreti e Delitti, in onda dallo studio 20 di Cologno Monzese, non sarà l’unico appuntamento dedicato ai fatti di cronaca nera dell’estate televisiva. Dal 1° giugno ha preso il via al pomeriggio su Rai1 Estate in diretta, mai come quest’anno incentrata su delitti e omicidi, ampiamente sviscerati dai conduttori Eleonora Daniele e Salvo Sottile, entrambi esperti in materia. Su Rai3 invece l’appuntamento con le scomparse e i misteri di Chi l’ha visto? proseguirà sino all’8 luglio. Dalla settimana successiva, sino a metà agosto tornerà invece per il secondo anno Chi l’ha Visto? – Storie, lo spin off della trasmissione curato da Giuseppe Rinaldi, già sperimentato con successo la scorsa estate. Sempre sulla terza rete Amore Criminale – conclusosi lo scorso lunedì 1° giugno (lunedì 8 è andata in onda una replica in prima serata) – dal 13 giugno occuperà con un ciclo di repliche la seconda serata del sabato per un totale di 8 appuntamenti.



Articoli che potrebbero interessarti


Segreti e Delitti
SEGRETI E DELITTI: DEBUTTA SU CANALE 5 LO SPIN-OFF DI QUARTO GRADO


Nuzzi, Viero
QUARTO GRADO: NUZZI TORNA SUI COLD CASE ALL’ITALIANA. PIÙ INTERAZIONE COL PUBBLICO E LA CAMPAGNA #IORISPETTO


Nuzzi Segreti e delitti Canale5
GIANLUIGI NUZZI A DM: QUARTO GRADO SU CANALE 5? DECISIONE SPETTA AI ‘CAPOCCIONI’ DI MEDIASET. CON SEGRETI E DELITTI PRIVILEGEREMO IL RACCONTO


Segreti e Delitti, La Vita in diretta 2
CASO CESTE, GIANLUIGI NUZZI: “PRIMARIA TV NAZIONALE RUBA FILMATI ESCLUSIVI. VERGOGNOSO SCIACALLAGGIO”

1 Commento dei lettori »

1. Giorgio ha scritto:

13 luglio 2015 alle 12:03

Consideraazioni probabilistiche sul DNA.
Trovare due DNA che appaiano uguali con le normali verifiche ed analisi è una probabilità assai piccola ma, comunque, diversa da zero.
Trovare due DNA con la parte nucleare apparente uguale ma con diversità su altre parti è una probabilità sicuramente più elevata.
Numeri precisi che quantifichino scientificamente tali probabilità, non mi consta che esistano.
In tale quadro, sono stati fatti 20000 tentativi.
Una probabilità su centomila equivarrebbe al 20% di probabilità di trovare DNA che appaiano uguali. Una su un milione lascerebbe ancora un 2%bdi probabilità di DNA apparenti uguali.
Proprio il gran numero di tentativi (20000), a mio avviso, determina un “ragionevole dubbio”



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.