3
ottobre

THE APPRENTICE: LA SCALATA AL SUCCESSO NON PREVEDE QUOTE ROSA. FUORI JESSICA E MARTINA, ALBERTO SI SALVA INSPIEGABILMENTE

Martina Frappi - Eliminata da The Apprentice

Ha sette vite, non è un gatto (e non potrebbe nemmeno esserlo viste le mastodontiche dimensioni) ma anche questa volta è riuscito a salvare la pelle nonostante sia ormai una presenza fissa delle Boardroom di fine puntata. Alberto Belloni da Mirandola l’ha scampata anche questa volta e resta nel cast di The Apprentice a scapito di Martina Frappi. Se l’analisi del percorso del concorrente si circoscrivesse allo specifico del sesto episodio, ambientato nell’incantevole cornice della Reggia di Caserta, la sua prestazione non potrebbe nemmeno essere definita la peggiore ma è innegabile che – per ciò che si è visto nelle prime sei settimane di gara – la 25enne di Castiglion Fiorentino meritava molto di più di rimanere in gioco.

La colpa di Martina, al termine di una sfida incentrata sulla vendita di quadri d’autore, è stata quella di non aver concluso nemmeno un affare o (molto più probabilmente) il Boss le ha imputato un errore nella mancata nomination di Enrico Tarantino (in squadra insieme a lei, Alberto e Francesco) in nomination. Qualsiasi sia la spiegazione ufficiale, la sostanza è che la Frappi “è fuori” e il mastodontico Belloni resta in gruppo nonostante si sia attirato un discreto numero di antipatie nel resto dei ragazzi e un atteggiamento in Boardroom poco sportivo ed elegante (non notate che è sempre il primo ad aver da ridire sulle prestazioni degli altri?). Insomma il giudizio del Boss questa volta non ci convince.

Che non sia stata una serata fortunata per il gentil sesso lo si è capito anche dalla prima prova nella quale è stata fatta fuori la milanese purosangue Jessica Cibin, una che si era fatta notare solo per le faccette in Boardroom che tanto ricordano quelle di una conduttrice tv. Che Briatore sia un misogino a dispetto della proverbiale fama di tombeur de femmes? A rappresentare le quote rosa infatti è rimasta solo la bravissima Silvia Fazzini che, nonostante la giovane età (solo 23 anni), non solo è riuscita egregiamente a vestire i panni della team leader in quel di Caserta ma ha avuto la soddisfazione di trionfare anche nella prova che l’ha vista impegnata nella creazione di uno spot pubblicitario per un rasoio di ultima generazione. La sinergia tra la studentessa di lingue, il vulcanico Enrico Perone e il favorito Matteo Gatti ha permesso al team Lux di vincere due sfide su due e chissà che proprio da questo trio non esca fuori il vincitore di The Apprentice.

Siamo ormai a metà del guado e l’unico che sembrerebbe poter mettere in discussione la leadership del trittico di Lux è quell’Enrico Tarantino che, nonostante l’imperdonabile errore di essersi fatto sfuggire una potenziale cliente nel vernissage a Caserta, ha una mostrato di avere più inventiva e creatività rispetto ai compagni de Il Gruppo Francesco Menegazzo (è da ieri sera che ci siamo accorti della sua esistenza, non avendo lasciato tracce di sé nelle puntate precedenti) e Alberto Belloni, sul quale abbiamo già detto abbastanza.



Articoli che potrebbero interessarti


The Apprentice16 - Beatrice Orlando
THE APPRENTICE: LE CONCORRENTI DONNE


The Apprentice - Anticipazioni terza puntata
THE APPRENTICE: LA TERZA PUNTATA TRA CAMPAGNE PUBBLICITARIE E IL VERNISSAGE ALLA REGGIA DI CASERTA


Scomparsa - Andrea Renzi e Vanessa Incontrada
Scomparsa: anticipazioni terza puntata di lunedì 4 dicembre 2017


La Strada di Casa - Eugenio Franceschini
La Strada di Casa: anticipazioni terza puntata di martedì 28 novembre 2017

2 Commenti dei lettori »

1. carlo ha scritto:

3 ottobre 2012 alle 22:43

Incredibile: su Twitter tutti erano stra convinti che Martina si salvasse: invece #seifuori ha colpito ancora!



2. marc082 ha scritto:

9 ottobre 2012 alle 13:18

Stasera secondo voi chi verrà eliminato?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.