The Apprentice



26
marzo

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (17-23/03/2014). PROMOSSI SUOR CRISTINA E LA STRADA PER LA VERITA’, BOCCIATI I POTENTATI TV E BAUDO

Raffaella Carrà sorpresa da Suor Cristina

10 al fenomeno Suor Cristina. Chi l’avrebbe mai detto che uno spezzone (bello) tratto da un programma tv del Belpaese potesse superare le 30 milioni di visualizzazioni in meno di una settimana?! Ci è riuscito The Voice che ha ribadito, qualora ce ne fosse bisogno, la forza delle blind auditions facendo parlare tutto il mondo dell’edizione italiana.

8 a La Strada per la Verità. Lodevole iniziativa, quella di Andrea Vianello, che con un’originale serata omaggio ha voluto ricordare Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Gli ascolti non sono arrivati, com’è facilmente ipotizzabile viste le tematiche affrontate, ma almeno stavolta servizio pubblico è stato fatto.

7 a The Apprentice. E’ originale, fa pensare, è ben fatto. Il programma con Flavio Briatore è un buon esempio di televisione. Non mancano i margini di miglioramento soprattutto alla luce degli ascolti registrati inferiori alle attese, tuttavia lo show ben si presta alla nicchia satellitare.

6 al siparietto Antonella Clerici e Simona Ventura, andato in scena a Ti Lascio Una Canzone. Un incontro tra due primedonne della tv desta sempre interesse, e anche in questo caso l’inedito duo, che si esibisce cantando e ballando, incuriosisce. E’ risultata, però, forzata la chiacchierata veloce, mentre il balletto in solitaria della Ventura è roba da Nuovi Mostri.




22
febbraio

SKYUNO: IN ARRIVO MASTERCHEF 3 (ANCHE JUNIOR), XFACTOR 7 (SENZA ARISA) E THE APPRENTICE 2

Alessandro Cattelan

Per molti fu una mossa rischiosa, per SkyUno il tentativo di “accendersi” anche senza XFactor. E la missione può considerarsi ampiamente riuscita. La seconda edizione di MasterChef, conclusasi ieri sera con la vittoria dell’avvocato Tiziana, si è rivelata un successo oltre le aspettative, tale da spianare la strada alla realizzazione di una versione per bambini. E, sperando in analoghe fortune, The Apprentice saluta Cielo e sbarca sul canale 109 di Sky.

MasterChef 3 e MasterChef JuniorAndrea Scrosati gongola per gli ascolti ed annuncia subito la terza edizione del talent culinario, che andrà in onda dal prossimo autunno, confermando nel ruolo dei tre chef-giurati Carlo Cracco, Joe Bastianich e Bruno Barbieri. La novità, invece, è rappresentata dalla versione junior, che debutta anche in Italia:

I concorrenti saranno bambini, dai 9 ai 13 anni. La versione italiana sarà meno competitiva di quella inglese. Da noi sarà davvero solo un gioco” ha dichiarato al Corriere della Sera.


30
dicembre

DM CHARTS, VOTA IL MIGLIOR PROGRAMMA DEL 2012 #programmadel2012

Logo

Cinque, quattro, tre, due, uno….BOOM! Il countdown non è quello che precede la mezzanotte dell’ultimo dell’anno ma sta ad indicare il conto alla rovescia per la celebrazione del Miglior Programma dell’anno solare che si avvia alla conclusione. Come l’anno scorso la redazione di DM ha selezionato per voi dieci programmi che per un motivo o per un altro si sono distinti e hanno lasciato il segno in un’annata televisiva difficile per l’atavica crisi di soldi, idee e contenuti originali che sta attraversando il piccolo schermo. Tra questi, vi chiediamo di scegliere la trasmissione che più vi aggrada, ricordando che potete esprimere la vostra preferenza anche sulla nostra pagina facebook, su Twitter usando l’hashtag #programmadel2012, e che avete tempo fino alle 23.59 del 30 dicembre.

Ecco la top 10:

Avanti un altro – Canale5. Apriamo anche quest’anno la chart del miglior programma dell’anno, in rigoroso ordine alfabetico, con il preserale di Canale5 condotto da Paolo Bonolis, già medaglia d’oro della DM chart del 2011. Il ‘Re Mida’ della televisione italiana è riuscito anche nel 2012 ad intaccare la leadership secolare dell’Eredità, confermando gli ottimi risultati d’ascolto della stagione precedente e movimentando la stanca liturgia istituzionale che regnava nei quiz degli anni precedenti. Ulteriore conferma del successo, il prolungamento di 42 puntate previsto per i primi mesi dell’anno nuovo e il relegamento dell’ex re dello slot Gerry Scotti alla stagione primaverile.

Crozza nel paese delle meraviglie – La7. Laddove non riescono Daria Bignardi e Teresa Mannino ci pensa Maurizio Crozza. Il pelato più divertente della tv riesce a far svoltare la La7 in prime time e a superare l’8% di share con l’intrattenimento, cioè l’anello debole della programmazione del terzo polo televisivo. Agli ottimi risultati d’ascolto si aggiunga la presa che il comico genovese riesce ad avere sul pubblico, sempre più conquistato dalle parodie e dagli sketch offerti nel corso di un programma che ha avuto altresì il merito di rivoluzionare lo slot 20.30-22.30 tornando alle prime serate brevi.

Qual è il Miglior Programma del 2012?

  • Avanti un Altro (Canale 5) (42% con 1.358 Voti)
  • Crozza nel Paese delle Meraviglie (La7) (4% con 143 Voti)
  • Ginnaste Vite Parallele (MTV) (1% con 26 Voti)
  • Italia's Got Talent (Canale 5) (26% con 823 Voti)
  • La più Bella del Mondo (Rai 1) (4% con 130 Voti)
  • Pechino Express (Rai 2) (9% con 298 Voti)
  • Rock Economy (Canale 5) (3% con 101 Voti)
  • Tale e Quale Show (Rai 1) (7% con 211 Voti)
  • The Apprentice (Cielo) (1% con 48 Voti)
  • Una Grande Famiglia (Rai 1) (3% con 80 Voti)

Voti Totali : 3.217

Loading ... Loading ...





25
novembre

THE APPRENTICE: CONFERMATA LA SECONDA EDIZIONE CON FLAVIO BRIATORE

Flavio Briatore

Flavio Briatore

Continuano ad arrivare notizie dal Festival IMMaginario 3.0 di Perugia, dove Sky è intervenuta su più fronti, anche per lanciare i futuri cavalli di battaglia della propria piattaforma. Dopo la conferma inaspettata sull’esclusività della seconda edizione di MasterChef per i soli abbonati alla paytv, Andrea Scrosati, Vice Presidente di Sky Italia, ci ha tenuto a rincuorare i presenti su un’altra produzione di punta dell’intrattenimento di Sky: The Apprentice.

The Apprentice, prodotto da Fremantle per Cielo, avrà ufficialmente una seconda edizione, che andrà in onda presumibilmente il prossimo autunno. Il talent che ha sdoganato in televisione Flavio Briatore tornerà quindi sul piccolo schermo nonostante non sia affatto riuscito – ma ha influito anche il giorno di messa in onda – ad eguagliare su Cielo gli ascolti collezionati nella precedente stagione televisiva dal cooking show di Magnolia.

E’ però riuscito, numeri nudi e crudi a parte, a diventare di culto, grazie soprattutto al personaggio del Boss Briatore, talmente stravagante che Maurizio Crozza non se lo poteva far sfuggire per il Paese delle Meraviglie di La7, dove – ribattezzato ironicamente il programma De Ficientis – ne è nata una delle parodie più seguite e soprattutto più riuscite del comico genovese.


30
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (22-28/10/2012). PROMOSSI BENIGNI E CARRA’, BOCCIATI DOMENICA LIVE E BBC

Cielo Che Gol

10 ai sessant’anni di Roberto Benigni. Un traguardo importante, celebrato anche dalla tv, per il mattatore dello spettacolo italiano, ad oggi ineguagliato per carisma e riconoscimenti, che presto porterà su Rai1 l’esegesi della nostra Costituzione. #lapiùbelladelmondo

9 al probabile approdo di Raffaella Carrà a The Voice. Scelta azzeccata da parte della produzione quella di puntare sulla diva del Tuca Tuca che forse perde il prestigio di una prima serata tutta sua ma si tutela dai rischi serbando intatto l’appeal.

8 a The apprentice. A programma finito possiamo promuovere senza riserve il talent di Cielo, merito di un format inusuale per gli spettatori nostrani ma anche di una realizzazione molto moderna e ritmata ad opera di FremantleMedia. L’elevata fattura – nonostante alcuni aspetti (scelta dei concorrenti su tutti) fossero migliorabili – rende anche secondario il fattore ascolti, buono ma non eccezionale se rapportato ai costi e al battage pubblicitario.

7 a Sempione Express, simpatica trovata del (numeroso) gruppo autorale di Quelli che.

6 al debutto di Servizio Pubblico su La7. Michele Santoro non riesce ad infiammare gli animi come in passato malgrado la presenza di Matteo Renzi, uomo politico del momento, e di un’intervista a Ruby. Avrà bisogno di carburare?





24
ottobre

THE APPRENTICE: IL VINCITORE E’ FRANCESCO MENEGAZZO (E MATTEO GATTI NON LA PRENDE PER NIENTE BENE!)

Francesco Menegazzo

E’ uscito alla distanza Francesco Menegazzo. Un inizio in sordina (quasi anonimo, un “oggetto misterioso” come l’ha definito il Boss) e una serie di sconfitte nel corso delle varie prove affrontate non hanno intaccato la forza del trader bancario che si è aggiudicato, a sorpresa, la prima stagione italiana di The Apprentice e il relativo contratto a sei cifre messo in palio da Flavio Briatore.

Con buona pace dell’ascoltatore de La Zanzara, il cui spoiler (rivelatosi falso) ha tenuto banco per settimane, Francesco ha fregato il rivale, il favoritissimo Matteo Gatti, proprio nel campo in cui il 38enne bresciano aveva dimostrato di essere maestro. Il venditore è infatti stato gabbato proprio nell’ambito di una contrattazione avente ad oggetto il prestigioso Twiga, il locale di Forte dei Marmi, rifilatogli da Francesco alla stratosferica cifra di 2250€, quasi la metà del budget dei 5000€ che i due concorrenti avevano a disposizione per l’organizzazione di un evento mondano.

Menegazzo infatti, consapevole dell’appeal che il Twiga poteva avere su Matteo e riuscendo a incastrare il collega proprio per questo motivo, ha scelto per l’organizzazione della sua serata incentrata sul Circo dei desideri il meno noto Sunset mentre il Gatti ha optato per un evento che avrebbe reso protagonista l’arte in tutte le sue forme. Entrambi i party a dire il vero sono sembrati sin troppo soft e poco eccitanti rispetto ai contesti in cui si immagina l’effervescente Briatore che, proprio perchè annoiato, ha ben pensato di concludere la serata buttando il Gatti in piscina.


23
ottobre

THE APPRENTICE: STASERA LA FINALE. CHI VUOI CHE VINCA?

Matteo Gatti

E’ tempo di finalissima a The Apprentice. Il talent show sul mondo del business, con Flavio Briatore, decreterà questa sera, alle ore 21 su Cielo, il candidato  più meritevole, colui che lavorerà in un ruolo di rilievo al fianco del Boss in uno delle sue aziende.

A contendersi un importante stipendio a 6 cifre sono  Francesco Menegazzo - 29 anni, laureato, originario della provincia di Treviso,  trader bancario – e Matteo Gatti – 38 anni, diplomato, proveniente dalla provincia di Brescia, il prototipo del self made man. Proprio quest’ultimo è il concorrente indicato come vincitore da un telespettatore de La Zanzara qualche settimana fa (per maggiori info clicca qui). Si rivelerà giusta la soffiata?

Dopo aver superato prove di ogni tipo e aver avuto la meglio sugli altri candidati, Matteo e Francesco si sfideranno per l’ultima volta. I due dovranno dimostrare tutta la loro capacità organizzativa, creatività e leadership nell’organizzazione di un evento speciale con un budget limitato. Per aiutarli nel loro compito i finalisti avranno l’opportunità di scegliere 3 collaboratori a testa, da selezionare tra i candidati precedentemente eliminati: Alberto Belloni, Maria Elena Caruso, Jessica Cibin, Stefano Di Dio, Silvia Fazzini, Martina Frappi, Davide Gaiardelli, Chiara Gallana, Marcella Gamba, Beatrice Orlando, Enrico Perone e Enrico Tarantino.


17
ottobre

THE APPRENTICE: MATTEO GATTI E FRANCESCO MENEGAZZO IN FINALE. L’ESITO SEMBRA GIA’ SCONTATO

The Apprentice - I semifinalisti

Puntata meno brillante e dinamica del solito ma che ha lasciato il pepe sulla coda quella di ieri di The Apprentice. La mancanza della sfida a squadre e l’assenza di riprese in esterna, insieme a una durata più lunga del normale, hanno influito sull’attenzione dello spettatore medio ma anche in questa semifinale non sono mancati i sorrisi. Iniziamo col dire che il nono appuntamento col talent show di Cielo ha avuto il merito di farci conoscere anche la personalità dei ragazzi, per la prima volta visti come individui e non come concorrenti o candidati allo stipendio messo in palio dal Boss.

I colloqui così martellanti hanno messo in luce l’indole dei protagonisti e, se ancora una volta ad uscirne peggio di tutti è stato ancora una volta l’ormai mitico Alberto Belloni (sul quale nessuno degli esaminatori ha espresso un giudizio positivo), l’esame con gli headhunter si è rivelato una vera e propria risorsa per Francesco Menegazzo che ha avuto il merito di guadagnare punti sull’outsider Silvia e ha raggiunto in finale il sempre più brillante Matteo, che se dimostrerà di essere una ‘sola’ nel campo del business potrà almeno trovare un posto a Colorado riuscendo a far sorridere più dei vari comici del carrozzone di Italia1.

Matteo infatti ha conquistato proprio tutti: energia, genuinità e capacità da venditore non indifferenti (e riconosciute dai cinque esaminatori) compensano la mancanza di un diploma di scuola superiore e una totale ignoranza della lingua inglese. Peraltro il tema della finale sembra scritto apposta per lui, essendo relativo all’organizzazione di un evento mondano in puro ‘Billionare style’ avvalendosi della collaborazione degli ex compagni d’avventura. A sfidare “l’asfaltatore” in quella che si annuncia come una vera e propria mission impossible – anche per la spoilerata dell’ascoltatore de La Zanzara – sarà dunque Francesco, che ci ha intenerito per aver confessato l’esistenza di un dramma familiare (sconosciuto anche al Boss) ma che è riuscito a far uscire nell’ambito del colloquio una freddezza e un cinismo che ha ben impressionato gli headhunter e gli ha consentito di scalare posizioni.