11
settembre

Premio Biagio Agnes 2021 su Rai1 con Mara Venier e Alberto Matano. Tutti i vincitori e gli ospiti

conferenza premio biagio agnes

Conferenza stampa del Premio: Matano, Soldi, Simona Agnes, Venier, Letta, Coletta

Prima dei rispettivi ritorni in video con Domenica In e La Vita in Diretta, Mara Venier e Alberto Matano uniscono le proprie forze alla conduzione della XIII edizione del Premio Biagio Agnes – Premio Internazionale del Giornalismo e dell’Informazione. L’appuntamento è per stasera su Rai1 in seconda serata.

Con la partecipazione di prestigiosi nomi del giornalismo, della cultura e dello spettacolo, la cerimonia del Premio dedicato allo storico Direttore Generale della Rai, istituito fin dal 2009 da Simona Agnes, presidente della Fondazione Biagio Agnes, avrà luogo per la prima volta nel Giardino Romantico di Palazzo Reale, autentico gioiello del patrimonio architettonico italiano. L’attualità e il racconto puntuale dei fatti scandiranno questo ormai tradizionale appuntamento televisivo e, accanto agli spunti di riflessione, non mancheranno sul palco momenti di spettacolo con alcuni artisti: tra gli altri, i padroni di casa Mara Venier e Alberto Matano accoglieranno Roberto Vecchioni, Serena Autieri, Lina Sastri e Marco Masini.

La Giuria del Premio, presieduta da Gianni Letta, ha reso noti i nomi dei vincitori che saranno i protagonisti di questa edizione 2021:

Premio Internazionale a Rahila Saya, giornalista e attivista afghana,  per la Carta Stampata assegnato a Massimo Franco del Corriere della Sera. E poi tre donne appassionate e brillanti, Myrta Merlino, conduttrice de L’Aria che Tira su La7, Barbara Jerkov de Il Messaggero ed Emilia Costantini del Corriere della Sera, premiate rispettivamente, Premio per la Televisione, Premio Miglior Cronista e Premio Cinema.Fabio Tamburini, direttore de Il Sole 24 ORE va il Premio Giornalista Economico mentre a Paolo Conti, Corriere della Sera, il Premio per la Divulgazione Culturale. Il Premio Fiction è stato assegnato a Il Commissario Ricciardi, serie tv con Lino Guanciale, e il Premio per la Radio a Roberto Sergio con tutta la squadra di Rai Radio: Simona Sala, direttrice Radio1, Paola Marchesini, direttrice Radio2, Andrea Montanari, direttore Radio3, e Angela Mariella, direttrice di Isoradio. Alla trasmissione “Il Circolo degli Anelli” il Premio Giornalismo Sportivo che verrà ritirato dalla conduttrice, la giornalista Alessandra De Stefano. Il direttore de La Stampa Massimo Giannini riceve il Premio Giornalismo Crossmediale mentre a Roberto Sommella, direttore di Milano Finanza, va il Premio per la Divulgazione DigitaleSilvia Calandrelli, direttrice di Rai Cultura, ritira il Premio Innovazione e Sostenibilità assegnato al programma di informazione e approfondimento “Newton”. Il “veterano” Bruno Vespa vince il Premio Giornalista Scrittore per i volumi “Quirinale. Dodici Presidenti tra pubblico e privato” e “Perché l’Italia amò Mussolini (e come è sopravvissuta alla dittatura del virus)”, editi entrambi da Rai Libri.

Infine, al programma di Rai3 “Fame d’Amore”, condotto da Francesca Fialdini, va il Premio Speciale di questa XIII edizione.  La conduttrice toscana quindi si troverà a calcare lo stesso palco della Venier, dopo la polemica nata negli scorsi mesi per le mancate citazioni in diretta (“le starò sulle balle” ha detto la Fialdini).

Anche quest’anno la Fondazione Biagio Agnes rivolge un’attenzione particolare ai giovani, assegnando una borsa di studio al primo classificato della scuola di giornalismo dell’Università Luiss Guido Carli di Roma, Angelica Migliorisi. Dopo la scorsa edizione realizzata a distanza a causa della pandemia, quest’anno il Premio celebra finalmente il ritorno “in presenza”, tenendo sempre fede all’impegno che lo anima fin dalla sua istituzione, ossia quello di tutelare il giornalismo di qualità in quanto strumento di democrazia al servizio dei cittadini.

Lo svolgimento della manifestazione è da sempre legato alla Rai in virtù del fatto che Biagio Agnes è stato uno storico Direttore Generale dell’azienda. Per questo motivo – fanno sapere – la Rai, dalla prima edizione, segue e documenta la Cerimonia di premiazione trasmettendola televisivamente in seconda serata su Rai1. I diritti di ripresa e messa in onda della serata di assegnazione del Premio sono ceduti gratuitamente dalla Fondazione Agnes alla Rai. Il Presidente Onorario del Premio è da sempre il Presidente della Rai. Una specifica che arriva probabilmente a seguito delle polemiche per il fatto che la figlia di Agnes, Simona, si anche consigliere d’amministrazione Rai.

La giuria del “Premio Biagio Agnes” è composta da: Gianni Letta (Presidente), Giulio Anselmi, Stefano Folli, Luciano Fontana, Paolo Garimberti, Guido Gentili, Giampiero Gramaglia, Luigi Gubitosi, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Giuseppe Marra, Massimo Martinelli, Antonio Martusciello, Monica Mosca, Agnese Pini, Antonio Polito, Aurelio Regina, Carlo Robiglio, Danda Santini, Marcello Sorgi, Fabio Tamburini, Mons. Dario Edoardo Viganò e di diritto i Presidenti dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti Carlo Verna e della Regione Campania Vincenzo De Luca. Il Presidente Onorario del “Premio Biagio Agnes” è Marinella Soldi, in qualità di Presidente della Rai.



Articoli che potrebbero interessarti


Fiorello, Amadeus
Premio Biagio Agnes 2020: Amadeus con Fiorello e «L’Amica Geniale» tra i vincitori


Serata Biagio Agnes
Serata Biagio Agnes 2019 su Rai 1 con Mara Venier e Alberto Matano. Ecco vincitori e ospiti


Italia Sì
Italia Sì riunisce i principali volti di Rai 1 via Skype per un confortante abbraccio virtuale al pubblico


Alberto Matano
Alberto Matano su Barbara D’Urso: «Perché rinunciare alla sua impronta?»

1 Commento dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

11 settembre 2021 alle 21:30

Il premio lo fanno da quando Agnes era vivo (è alla 13°edizione, Agnes è morto da 10 anni).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.