17
febbraio

Lolita Lobosco: tacchi alti e quinta di reggiseno per «riempire un vuoto nel racconto poliziesco»

Luisa Ranieri è Lolita Lobosco

Luisa Ranieri è Lolita Lobosco

Valorizzare la figura femminile e raccontarne la forza con esempi concreti è ormai la mission della Rai, che con Le Indagini di Lolita Lobosco mette a segno un goal: la nuova fiction in quattro puntate prodotta da Bibi Film Tv e Zocotoco, racconta la vita di una donna moderna, legata ad un sud Italia che non è più quello di un tempo, e, come dichiarato dalla protagonista Luisa Ranieri in conferenza stampa, “con il suo tacco 12 racconta un mondo femminile che non ha bisogno di mascherarsi da maschile per essere autorevole o meritevole“.

La modernità e l’originalità di questo personaggio che il direttore di Rai Fiction Maria Pia Ammirati definisce “fuori dagli stereotipi, contemporaneo e primaverile” prenderà vita sull’ammiraglia domenica 21 febbraio alle 21.25. Dietro la macchina da presa Luca Miniero, che aveva già diretto la Ranieri in Amiche Mie su Canale 5, mentre a Massimo Gaudioso, Daniela Gambaro e Massimo Reale è stato affidato il compito di sceneggiare e trasformare in una serie i romanzi scritti da Gabriella Genisi.

Nel cast anche il ventisettene Filippo Scicchitano (interesse amoroso del personaggio di Luisa Ranieri), Lunetta Savino, Giovanni Ludeno, Jacopo Cullin, Bianca Nappi, Giulia Fiume e Ninni Bruschetta. E a loro bisogna aggiungere la città di Bari perchè l’ambientazione, come sempre più spesso accade nelle fiction, diventa quasi un personaggio a parte, che riempie il video e influenza tutti gli altri, con la sua dinamicità e quel dialetto che sarà usato per le sfumature comedy e, invece, non sarà preponderante in quelle più emotive e drammatiche.

Detection, inchiesta, racconto rosa, comico e familiare: Le Indagini di Lolita Lobosco, secondo la Ammirati, “offrono tutto quello che siamo in grado di offrire” e il giallo, ormai preponderante nella serialità televisiva, qui diventa più che altro un pretesto per parlare d’altro. La serie, che per il direttore di Rai 1 Stefano Coletta “fa molto casa Rai 1” è stata la prima a partire dopo il lockdown, con protocolli costosi ed impegnativi che hanno permesso, però, di lavorare in tranquillità; la Ranieri ha dichiarato: “Mi sono divertita come una pazza ma siamo stati in trincea, tra di noi, tipo Truman Show, non vedevamo i familiari e questo ha giovato al lavoro, c’è stata un’idea di identità e di unione“.

Il flirt tra Lolita Lobosco e Montalbano

Il legame che questo personaggio ha con il Commissario Montalbano, sul quale abbiamo già indagato, non sarà presente in video e non è considerato prioritario per il cast tecnico ed artistico, ma c’è. Per questo abbiamo chiesto a Gabriella Genisi com’è nata l’idea di raccontare nei romanzi un legame tra i due e la reazione di Andrea Camilleri:

“I miei romanzi nascono guardando il viso di Luca Zingaretti che interpretava Montalbano su Rai 1, una sorta di segno del destino. Un personaggio così forte mette a fuoco un vuoto nel racconto poliziesco, c’erano le donne ma erano soltanto ispettrici. Ho creato questo personaggio non per emulare ma per bilanciare la presenza maschile a favore di quella femminile. Lolita nasce in risposta, per riempire un vuoto. Ne ho parlato con Camilleri a Parigi [...] gli ho raccontato che nei miei libri mescolo sempre un pezzettino del Commissario Montalbano, quindi ho immaginato che Lolita, prima di tornare a Bari, abbia condiviso un flirt con Montalbano. Quando io ho immaginato Lolita credo che Luisa e Luca non stessero ancora insieme, quindi sono stata un po’ profetica. Camilleri mi disse che era una bellissima idea e che gli faceva piacere”

Immancabile, infine, il commento della Ranieri sul fatto che la serie sia co-prodotta dalla Zocotoco che fa capo alla sua famiglia (sì la norma contro il conflitto di interessi Rai non vale per le fiction: “siamo produttori creativi, sviluppiamo concept, è una cosa che ci diverte molto e che ci unisce, ci fa condividere in modo sano il nostro lavoro. Abbiamo iniziato con Vita segreta di Maria Capasso e, dopo Lolita, avremo anche Il Re con Sky“.

Le Indagini di Lolita Lobosco: la trama

Lolita (Luisa Ranieri) è una donna del Sud, mediterranea, vivace, empatica e single in carriera; vicequestore del commissariato di polizia a Bari, sua città natale dov’è appena tornata dopo un lungo periodo di lavoro nel Nord Italia. A capo di una squadra di soli uomini, per essere autorevole Lolita non ha bisogno di castigare la sua innata sensualità. In un mondo ostinatamente governato dai maschi come quello dell’investigazione e della giustizia, Lolita sceglie di rimanere se stessa, un prezioso mix di esplosiva bellezza e un pizzico di malizia che le permette non solo di affermarsi sui colleghi uomini, ma anche di combattere il pregiudizio di alcune donne. Lolita però, nonostante sprigioni fascino e bellezza, non ha mai avuto una storia importante. Trova sempre delle scuse per non impegnarsi: il lavoro, il poco tempo, il suo ruolo, i difetti del partner, il desiderio di indipendenza. È di natura passionale, ma c’è qualcosa che la blocca, qualcosa che ha a che fare con il suo passato familiare. Se nella sfera pubblica è affiancata dai devoti e anche un po’ innamorati attendenti Forte (Giovanni Ludeno) ed Esposito (Jacopo Cullin), il suo mondo privato è tutto al femminile: la madre Nunzia (Lunetta Savino) e la sorella Carmela (Giulia Fiume) con le quali ha un rapporto spinoso, ma ugualmente affettuoso, e l’amica magistrato Marietta (Bianca Nappi), sposata e madre, ma segretamente invischiata in amorazzi e avventure extraconiugali. È proprio Marietta a presentarle Danilo (Filippo Scicchitano), un bellissimo giornalista quasi trentenne. Malgrado le profonde resistenze della donna, vista soprattutto la differenza d’età, tra i due nasce un’appassionata liaison, che farà interrogare Lolita su cosa significhi, per una professionista come lei, mettersi in gioco nella vita senza vergognarsi dell’amore.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Lolita Lobosco - Scicchitano, Ranieri e Ludeno
Le Indagini di Lolita Lobosco torneranno?


Luca Zingaretti e Luisa Ranieri
Lolita Lobosco raccoglierà l’eredità di Montalbano?


Le Indagini di Lolita Lobosco
Le Indagini di Lolita Lobosco: anticipazioni ultima puntata di domenica 14 marzo 2021


Lolita Lobosco - Luisa Ranieri
Lolita e Mina: il processo di ’santificazione’ delle donne della fiction Rai

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.