luisa ranieri



2
febbraio

LUISA SPAGNOLI: QUANDO LA STORIA NON ANNOIA MA, ANZI, APPASSIONA COME UN ROMANZO MODERNO

Luisa Spagnoli - Massimo Dapporto

Ottimo riscontro di pubblico per la prima puntata della miniserie Luisa Spagnoli, che ieri sera su Rai 1 ha conquistato il 26.7% di share con oltre sette milioni di telespettatori incollati al piccolo schermo. Un successo meritato, vista l’attenta ricostruzione storica e l’interpretazione calzante degli attori. Ma, più di tutto, va premiata l’idea.




1
febbraio

LA VERA STORIA DI LUISA SPAGNOLI

Luisa Spagnoli - Luisa Ranieri

Rai 1 dedica una miniserie a Luisa Spagnoli, colei che s’inventò una professione nel lontano inizio del ‘900, diede vita all’ormai famosissimo bacio perugina ed ispirò la casa di moda che veste oggi donne di varie taglie in Italia e nel mondo. Sullo schermo le presterà il volto Luisa Ranieri, ma com’è stata davvero la vita della Spagnoli?


1
febbraio

LUISA SPAGNOLI: ARRIVA SU RAI1 LA MINISERIE CON LA RANIERI (FOTO)

Luisa Spagnoli

Luisa Ranieri sarà su Rai 1 questa sera e domani come protagonista assoluta della miniserie in due puntate incentrata sulla vita di Luisa Spagnoli, l’imprenditrice che agli inizi del ‘900 ha dettato moda nel mondo della cioccolata.





26
giugno

LUISA SPAGNOLI: LA RANIERI SARA’ LA DONNA CHE HA INVENTATO I BACI DI CIOCCOLATO

Luisa Ranieri

Proseguono in Rai i lavori per la nuova stagione televisiva, in particolare quelli relativi all’universo fiction che è ormai il fiore all’occhiello dell’azienda pubblica. Tanti i set aperti e continui gli aggiornamenti che arrivano rispetto ai cast; l’ultimo riguarda la miniserie sulla vita di Luisa Spagnoli, la stilista scomparsa nel 1935 il cui marchio continua ad essere garanzia di eleganza e bellezza per molte donne dello spettacolo e non solo.

Luisa Ranieri torna alla fiction interpretando Luisa Spagnoli

Stando a quanto leggiamo su Tv Sorrisi e Canzoni sarà un’omonima a prestarle il volto, ovvero Luisa Ranieri, attrice napoletana che in tv ha mosso i suoi primi passi nel 2001 con un spot televisivo di cui tutti ricordiamo il tormentone “Anto’, fa caldo“. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e la Ranieri – che aspetta la seconda figlia dal marito Luca Zingaretti – ha nel frattempo collezionato molti ruoli rilevanti sia sul piccolo che sul grande schermo, ma ancora le mancava un’opportunità da unica protagonista. Se escludiamo la conduzione di Amore Criminale su Rai 3.

Luisa Spagnoli: una fiction sulla sua vita

La miniserie di Rai 1 ruoterà tutta attorno a una donna che ha lasciato un segno importante in più settori, una figura che dunque ben si inserisce nel progetto del direttore Rai Fiction Tinni Andreatta di puntare sempre e ancora sulle donne che con il loro contribuito hanno fatto la storia del nostro paese. E Luisa Spagnoli è stata una donna in carriera che ha sfidato e precorso i tempi, partendo da un allevamento di conigli d’angora ed arrivando a creare una linea d’abbigliamento che porta il suo nome. Nonché una che ha aiutato le altre donne semplificando la loro vita: suo, infatti, il primo nido aziendale mai aperto in Italia.


3
marzo

IL GIUDICE MESCHINO: LUCA ZINGARETTI E LUISA RANIERI INSIEME NELLA NUOVA MINISERIE DI RAI1

Il Giudice Meschino

Luca Zingaretti e Luisa Ranieri sono i protagonisti de Il Giudice Meschino, la miniserie in due puntate in onda, questa sera e domani, 3 e 4 marzo 2014, in prima serata su Rai1. Per la coppia, sposatasi il 23 giugno 2012, si tratta di un nuovo lavoro insieme a distanza di 10 anni da Cefalonia, la fiction Rai sul cui set si conobbero per la prima volta. La miniserie, diretta da Carlo Carlei e prodotta da Fulvio e Paola Lucisano per Italian International Film, è tratta dall’omonimo e fortunato romanzo di Mimmo Gangemi, pubblicato nel 2009 da Einaudi.

Zingaretti interpreta il ruolo di Alberto Lenzi, un magistrato pigro e indolente, che intrattiene una relazione clandestina e a intermittenza con Marina Rossi, il cui volto è proprio quello della Ranieri. In Procura lavora anche il giudice Giacomo Fiesole (Andrea Tidona), che indaga sull’attentato a Giorgio Maremmi, un collega nonché miglior amico di Lenzi interpretato da Gioele Dix. L’omicidio dell’amico porterà Lenzi a rivalutare il suo lavoro, e ad indagare per scoprire la verità. Il maggiore sospettato dell’omicidio è il temuto don Mico Rota (Maurizio Marchetti) che, anche in prigione, muove le fila della sua organizzazione mafiosa.

Dopo il celebre Commissario Montalbano, Luca Zingaretti si trova dunque ad interpretare un nuovo personaggio nato dalla penna di uno scrittore. Se la miniserie dovesse trovare il consenso del pubblico non è escluso un seguito. Mimmo Gangemi ha, infatti, pubblicato lo scorso anno Il patto del Giudice, un secondo capitolo dedicato alle vicende pubbliche e private del magistrato.

Il Giudice Meschino – Foto

Il Giudice Meschino – Trama e Anticipazioni





27
novembre

DMLIVE24: 27 NOVEMBRE 2013. LUISA RANIERI IN ODOR DI SANREMO? – ASPETTANDO MASTERCHEF SU SKYUNO – CLERICI E EDDY TORNANO INSIEME

Bruno Barbieri - Joe Bastianich - Carlo Cracco - Masterchef italia

Bruno Barbieri - Joe Bastianich - Carlo Cracco - Masterchef italia

Il DM Live 24 è un post pubblicato ogni giorno (a mezzanotte circa) nel quale, tramite i commenti, vengono raccolte in tempo reale le segnalazioni degli utenti su qualunque programma in onda e, più in generale, in relazione a qualsivoglia notizia televisivamente rilevante. I più interessanti verranno pubblicati nel DM Live 24 del giorno successivo.

Luisa Ranieri in odor di Sanremo?

Principessa_Vespa ha scritto alle 18:11

Che cosa ci fa Luisa Ranieri sempre a colazione con un autore del prossimo Festival di Sanremo by Fabio Fazio? Ah, saperlo… (Fonte: Chi)

Antonella Clerici torna con Eddy

Alla vigilia del suo cinquantesimo compleanno, Antonella Clerici ad Oggi confessa di esser tornata con Eddy Martens e spiega che lavorare insieme è stato uno sbaglio: “Eddy è più giovane e fare coppia con una donna famosa porta all’insofferenza”. Altre info qui http://www.iltablog.it/articoli/2628/antonella-clerici-festeggia-i-50-anni-eddy-martens

Aspettando MasterChef


19
dicembre

PER LUISA RANIERI NON SARA’ PIU’ AMORE CRIMINALE

Luisa Ranieri

Potrebbe essere finito, forse per sempre, il rapporto tra Luisa Ranieri e il piccolo schermo. L’affascinante attrice dagli occhi di ghiaccio, scelta come volto anche per il debutto in prime time di Amore criminale, pur dichiarandosi pienamente soddisfatta dell’avventura televisiva e delle risposta del pubblico a questa proposta inedita nel prime time tradizionale, annuncia a Vero tv che non tornerà a condurre il programma:

“Sono soddisfatta della risposta del pubblico a questa nuova versione in prima serata di Amore Criminale, ma per me questa esperienza televisiva finisce qui”

Forse per una consacrazione totale al cinema, arte con tempi di azione e reazione sicuramente diversi, eppure la chance concessa è stata subito importante: una prima serata, in una rete culturalmente approvata senza remore da tutti come Rai 3, all’interno di un programma che tratta di un tema così delicato, e su cui stanno nascendo campagne di sensibilizzazione mirate, come la violenza sulle donne, fino agli estremi confini degli omicidi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


10
novembre

AMORE CRIMINALE: LUISA RANIERI ROMPE IL SILENZIO SULLE DONNE ABUSATE. MA SENZA IMMAGINI SHOCK

Luisa Ranieri

Uomini violenti come bestie e donne umiliate nel corpo, talvolta fino alla morte. Il racconto di Amore criminale ti lascia con l’amaro in bocca e ti inquieta, perché rompe un silenzio assordante di cui i media sono spesso complici: quello sugli abusi che ogni giorno avvengono tra le mura domestiche. Nessuno ne parla, almeno finché non ci scappa il morto. Il programma di Rai3, condotto da Luisa Ranieri, ha il merito di accendere i riflettori su queste storie, con il rispetto e la delicatezza dovuti.

La trasmissione, tornata ieri in prima serata per un ciclo di sei nuove puntate, si lascia infatti apprezzare per un approccio riguardoso alle vicende trattate, che non scivola mai nel sensazionalismo tanto caro ad altri spazi d’attualità. Ogni appuntamento è dedicato al ricordo di una donna uccisa, la cui storia è ricostruita con una docu-fiction attenta alla cronaca più che alla teatralità o alla resa televisiva. A completare la narrazione, le testimonianze delle persone più vicine alla vittima, degli avvocati o dei magistrati che si impegnano a restituire giustizia a chi ha perso la vita o la dignità.

Tra le storie portate alla luce ieri sera, quella struggente di Teresa, una “madre coraggio” morta nel settembre del 2010 per amore: aveva  denunciato gli abusi sessuali subiti da sua figlia. Su Rai3, la vicenda è stata affrontata con pudore, lasciando che fossero i fatti a parlare nella loro brutalità. In questo senso, il contributo essenziale offerto in punta di piedi da Luisa Ranieri è parso coerente allo stile narrativo del programma: una scelta, questa, apprezzabile ma forse più adatta ad una seconda serata che al prime time del venerdì e alle esigenze del suo pubblico.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »