24
dicembre

Sette Spose per Sette Fratelli: anche Rete4 ha il suo film di Natale. Sette curiosità sulla celebre commedia musicale

Sette Spose per Sette Fratelli

Sette Spose per Sette Fratelli

Il Natale è da sempre legato alle tradizioni; non fa eccezione il piccolo schermo che in occasione delle feste di fine anno si affida ad una programmazione rassicurante ricca di pellicole ormai divenute un appuntamento fisso delle festività. Se Italia1 dal lontano 1997 propone la prima serata della vigilia di Natale Una Poltrona per Due, il film di John Landis del 1983 con Dan Aykroyd e Eddie Murphy, Rete4 non è da meno ed ha ormai da tempo trovato la sua pellicola per le feste. Si tratta di Sette Spose per Sette Fratelli, la celebre commedia musicale del 1954 diretta da Stanley Donen, che anche quest’anno tra balli e canti terrà compagnia al pubblico la sera del 24 dicembre.

La pellicola nel corso degli anni è stata proposta innumerevoli volte in tv, prima dalla Rai, che per la commedia ha spesso preferito la collocazione estiva in seconda serata, ed in seguito da Mediaset che, al contrario, dal 2008 lo ha trasformato in un appuntamento tutto natalizio. Una tradizione che si rinnova ogni anno, alla quale la rete diretta da Sebastiano Lombardi non sembra voler rinunciare, nonostante gli ascolti degli ultimi passaggi tv non abbiano premiato particolarmente questa scelta. Responsi Auditel a parte, Sette Spose per Sette Fratelli rimane un prodotto unico, dove musical, western, commedia sentimentale e comicità, uniti tutti insieme, regalano uno spettacolo perfetto per tutta la famiglia.

Sette Spose per Sette Fratelli – Ascolti

24/12/08 – 1.456.000 telespettatori – 8.08% di share
25/12/11 – 1.013.000 spettatori  - 8.55% di share (pomeriggio)
22/01/13 - 896.000 spettatori - 6.48% di share (pomeriggio)
24/12/13 – 1.077.000 spettatori – 5.5% di share
26/12/14 – 1.513.000 spettatori – 6.35% di share
26/12/15 – 1.195.000 spettatori – 5.51% di share
25/12/16 – 963.000 spettatori – 4.4% di share
25/12/17 – 922.000 spettatori - 4.6% di share
23/12/18 – 726.000 spettatori – 3.4% di share
24/12/19 – 495.000 spettatori – 2.9% di share

Sette Spose per Sette Fratelli – Trama

Adamo Pontipee, maggiore di 6 fratelli, va in città a cercare moglie. Trova Milly che, per un incredibile colpo di fulmine, lo sposa immediatamente. La felicità della novella sposa però svanisce quando scopre che deve prendersi cura anche dei trascurati fratelli di Adamo, abituati ad una vita solitaria tra le montagne. Decisa a far funzionare ugualmente il suo matrimonio, Milly elabora un piano per farli sposare, insegnandogli innanzi tutto l’arte del corteggiamento. Ad una festa in città i sei fratelli e i giovani del luogo si scontrano in un’entusiasmante danza di sfida e in una gara di abilità; le due squadre rivali devono erigere, nel minor tempo possibile, la nuova chiesa, ma in breve il gioco si tramuta in rissa e si conclude con il bando dei Pontipee dalla città. I sei fratelli allora, ispirati dal libro che Milly aveva letto loro, “Il ratto delle Sabine”, rapiscono delle ragazze e le portano alla fattoria ma… per arrivare al lieto fine c’è di mezzo un lungo e durissimo inverno.

7 curiosità per Sette Spose per Sette Fratelli

1 – Reduce dal successo mondiale di Cantando sotto la pioggia, nel 1953 la Metro Goldwyn Mayer decise di lavorare a 2 nuovi musical: Brigadoon con Gene Kelly e Cyd Charisse, che nelle aspettative avrebbe dovuto bissare il successo di Cantando sotto la pioggia, e Sette Spose per Sette Fratelli, film prodotto con minore interesse e un budget inferiore. Le aspettative furono del tutto stravolte quando Sette Spose per Sette Fratelli incassò nel solo week end di debutto 4 milioni di Dollari, ovvero il doppio del costo della sua realizzazione. Un successo immediato e destinato a durare nel tempo, che ha fatto diventare il film uno dei musical più noti, replicati e riadattati della storia del cinema.

2 – Il film è un adattamento della storia di Stephen Vincent Benet The Sobbin’ Women, che a sua volta era stata ispirata dal racconto di Plutarco sul rapimento delle Sabine da parte dei guerrieri romani. Benet trapiantò questa favola dell’antica Roma nelle montagne e nelle valli del Tennessee e trasformò i soldati romani in robusti ed ingenui boscaioli.

2 – La pellicola, il cui titolo in inglese è Seven Brides for Seven Brothers, doveva inizialmente intitolarsi come la storia di Benet The Sobbin’ Women (Le donne singhiozzanti). Il titolo venne considerato poco adatto per un musical e la MGM optò per A Bride for Seven Brothers (Una Sposa per Sette Fratelli), ma il reparto censura dello studio bocciò la proposta ritenendo il nuovo titolo ambiguo e fuorviante.

3 – Il film fu girato in versione panoramica. La produzione però, preoccupata che molti cinema non avessero modo di proiettare la pellicola, girò anche in versione standard. Ogni scena venne dunque girata due volte. La versione in formato standard non fu mai proiettata in alcuna sala, ed è attualmente disponibile come extra nel dvd del film uscito nel 2004.

4 – Il film vinse l’Oscar nel 1955 per la miglior colonna sonora in un musical (all’epoca si distingueva la musica dei film “normali” da quella per i musical).

5 – Russ Tamblyn, interprete del fratello Gedeone Pontipee, ha recitato in numerosi film per il cinema e la tv, ma in America la sua partecipazione a Sette Spose per Sette Fratelli non è mai stata dimenticata. Quando nel 1986 prese parte ad alcuni episodi della serie tv  Saranno Famosi, rivestì il ruolo di un coreografo; e durante un episodio venne proiettato proprio il suo assolo con le evoluzioni in aria, tratto dalla scena ambientata alla sagra paesana del film.

6 – Nel 1982 la Metro Goldwyn Mayer realizzò una serie tv ispirata al film. La serie, dal titolo omonimo, venne chiusa dopo una sola stagione a causa dei bassi ascolti. In oltre 65 anni sono state realizzate numerose rappresentazioni e riadattamenti teatrali. In Italia il musical firmato da Saverio Marconi, dopo il debutto del 1998, è stato sold-out in tutte le città ed è stato riproposto in più edizioni nelle stagioni successive.

7 - Presentato in anteprima a Houston (Texas) il 15 luglio 1954, Sette Spose per Sette Fratelli arrivò in Italia in sordina nel giugno 1955 per poi conquistare il pubblico e girare le sale di tutto il Paese nei dieci anni successivi.
Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Natale al Grande Fratello Vip - 40
GF Vip 5: i regali dei ‘vipponi’ per Natale (foto)


natale a 5 stelle
Festività 2020/2021: tutte le proposte Mediaset


Il Volo
Festività 2020/2021: tutte le proposte Rai


Sanditon
Festività 2020/21: tutte le proposte di laF

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.