28
maggio

Domenica In, Cristina Parodi chiude: «Stagione non facile, ci avete seguito e criticato»

Cristina Parodi, Domenica In

Ha parlato di stagione non facile, Cristina Parodi: un eufemismo. Forse, infatti, sarebbe stato più corretto definirla fallimentare. Ieri, nell’ultima puntata dell’edizione 2017-2018 di Domenica In, la conduttrice ha formulato i ringraziamenti di rito alla sua squadra e al cast (ormai decimato rispetto agli inizi), facendo però anche cenno alle evidenti difficoltà che il programma di Rai1 ha riscontrato nella sua “lunga avventura di otto mesi“, come l’ha definita la stessa signora Gori.

Dopo aver menzionato alcuni protagonisti fissi della sua trasmissione, da Adriano Panatta a Claudio Lippi, la Parodi ha aggiunto:

Mi sono dimenticata di salutare mia sorella dall’emozione, la Bene, e poi anche il direttore di Rai1 Angelo Teodoli e Andrea Vianello, il nostro capostruttura. Però l’ultimo ringraziamento voglio farlo a voi che ci avete seguito in tutti questi mesi, ci avete sostenuto, a volte criticato, ci avete dato comunque la forza di andare avanti e chiudere con orgoglio e grande soddisfazione questa stagione che non era facile. Davvero davvero grazie, perché evidentemente le storie che vi abbiamo raccontato della gente, dei nostri ospiti, vi sono arrivate e vi hanno fatto commuovere, divertire e sono molto felice di questo“.

Parole che, se riascoltate, sono andate al di là delle espressioni di circostanza. Esse, infatti, sono arrivate al termine di una stagione in cui Domenica In è stata segnata da ascolti deludenti, sebbene nelle scorse settimane la conduttrice l’avesse sparata un po’ grossa, parlando di “ascolti assolutamente buoni”. A maggior ragione, ora fa un certo effetto sentir parlare di “orgoglio e grande soddisfazione” per quella che è stata forse una delle edizioni più sottotono del programma.

Significativo anche il riferimento alla “Bene”, alias Benedetta Parodi, che iniziò la stagione affiancando Cristina e poi, dopo un progressivo ridimensionamento, fu ’segata’ dalla diretta col comprensibile dispiacere della sorella maggiore. Quest’ultima – in realtà – nel corso dei mesi ha assistito ad una riorganizzazione del cast e ad un cambiamento nella struttura e nei contenuti della trasmissione per far fronte allo scarso riscontro del pubblico e alle astute scelte della concorrenza.

Ma dall’anno prossimo si cambierà musica: come noto, in Rai è infatti tutto pronto per il ritorno di Mara Venier, a cui verrà affidata la conduzione della prima parte di Domenica In. Cristina Parodi si occuperà della seconda parte dalla trasmissione. Lascerà con ogni probabilità il coordinamento del programma Andrea Vianello, che alcune indiscrezioni danno in riavvicinamento a Rai3.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Selvaggia Lucarelli
BOOM! Cristina Parodi tira fuori gli artigli (a fine stagione!): se dalla D’urso ci sarà Favoloso, a Domenica In arriva Selvaggia


Cristina Parodi
L’ultima bufala la lancia Cristina Parodi: Domenica In fa «ascolti assolutamente buoni»


Cristina Parodi
Una Domenica INconsistente


Domenica In - Cristina Parodi da Sanremo
A Domenica In (come ovunque in Rai) si può solo parlar bene di Sanremo? Assente Benedetta Parodi

6 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

28 maggio 2018 alle 12:27

Marco Leardi,

Durante la stagione hanno cambiato registi, autori e cast, vero ?



2. ANDREA ha scritto:

28 maggio 2018 alle 16:13

L’ anno prossimo ci sara vera gara alla domenica, pur con dispiacere di non vederla piu a MEDIASET e soprattutto a TU SI QUE VALES, torna la VENIER che se prepara una bella domenica e soprattutto con l’enorme popolarita giustamente ritrovata, dara’ grosso filo da torcere alla D’URSO, vedremo se finalmente il regno incontrastato della regina del trash finira’



3. Silvano ha scritto:

28 maggio 2018 alle 17:37

Personalmente ho i miei dubbi che la prossima stagione di domenica in possa essere un successo l’ultima edizione condotta dalla Venier con il traino di Giletti non fu un successo.
Il vero colpo sarebbe il ritorno di Massimo Giletti con tutte le polemiche che ci sono state avrebbe un seguito maggiore



4. Patrick ha scritto:

29 maggio 2018 alle 03:07

Ah chiude la stagione con grandi soddisfazioni. Capisco… mi immagino semmai dovesse fare il tanto decantato 22% della D’Urso quali comunicati entusiastici mai tirerebbe fuori!

Non contenti, l’anno prossimo hanno anche il coraggio di riproporre nuovamente un tale scempio, roba che salterebbero i vertici di qualsiasi azienda, ma alla signora Parodi tutto è evidentemente concesso!

Nutro fortissimi dubbi anche su Mara Venier, sinceramente. Gli anni 90 sono finiti da un pezzo, a meno che il format sia davvero fortissimo e con budget alto, prevedo un gran bel flop anche la prossima stagione.



5. w.raiuno ha scritto:

29 maggio 2018 alle 09:24

Io farei così per il sabato e la domenica pomeriggio
14 Domenica In Mara Venier
16:45 Domenica In Cristina Parodi e Marco Liorni
18:50 l’Eredità cn Flavio Insinna

al sabato pomeriggio invece
16:10 L’Arena con Massimo Giletti colpaccio per riportarlo in Rai
e buona pace con Fabio Fazio
18:50 L’eredità con Flavio Insinna



6. Maria Cristina Giongo ha scritto:

29 maggio 2018 alle 10:45

Comunque Cristina Parodi è una donna di gran classe, fine, sensibile, empatica. Ha sempre presentato con grazia senza mai strafare, delicata in interviste che necessitavano di intelligenza nella conduzione. Forse la scelta degli ospiti, di quelli fissi….non so. Ma per lei 10 e lode. da parte mia, meritato.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.