16
marzo

L’ultima bufala la lancia Cristina Parodi: Domenica In fa «ascolti assolutamente buoni»

Cristina Parodi

Cristina Parodi

Domenica In fa ascolti assolutamente buoni. A parlare è forse qualcuno che il lunedì mattina ha tutt’altro da fare che controllare l’Auditel? Assolutamente no. Anzi, a parlare è proprio chi i numeri della domenica pomeriggio li guarda sempre con una certa attenzione. Si tratta di Cristina Parodi, conduttrice del contenitore del di festa di Rai 1.

Intervenuta a Controluce, la rubrica-video curata da Corriere.it, la padrona di casa di Domenica In tira un bilancio del suo programma che, a suo dire, porta a casa ascolti più che buoni:

“Una stagione che, effettivamente, è iniziata con polemiche, a parer mio anche eccessive, ma che ci ha portato poi a realizzare un programma che, settimana dopo settimana, si è consolidato, che comincia a fare ascolti assolutamente buoni.

Che la Parodi parli di polemiche eccessive ad inizio stagione non ha tutti i torti (non può certo essere incolpata lei dell’assenza di Massimo Giletti e L’Arena nello spazio della domenica post Tg1 delle 13.30), ma che definisca “assolutamente buoni” gli ascolti che sta consegnando la sua Domenica In a Rai 1 è una bufala di quelle che strappano una risata. E di questi tempi se ne sentono molte. I numeri, d’altronde, parlano chiaro: la trasmissione continua a viaggiare sotto la soglia dei 2 milioni di spettatori e a raggiungere a stento l’11% di share (l’ultima puntata andata in onda si è fermata a 1.980.000 e l’11%, scendendo persino a 1.595.000 e il 9.1% nella seconda parte di breve durata).

Il flop c’è e non si può negare. E sono proprio gli ascolti ad aver causato la ‘dipartita’ della sorella Benedetta. Inizialmente l’ha affiancata alla conduzione, poi ha avuto sempre meno spazio fino alla decisione di lasciare Domenica In in corsa, prima della fine della stagione:

E’ stato un po’ un dolore, un rammarico perché speravamo di continuare con un altro tipo di partecipazione di tutte due. Ma questo non toglie che non abbia scalfito per nulla il nostro rapporto”,

dichiara Cristina. E a questo ci crediamo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Cristina Parodi - Domenica In
Domenica In: le Parodi si separano ma il risultato non cambia


Cristina Parodi, Domenica In
Domenica In, Cristina Parodi chiude: «Stagione non facile, ci avete seguito e criticato»


Selvaggia Lucarelli
BOOM! Cristina Parodi tira fuori gli artigli (a fine stagione!): se dalla D’urso ci sarà Favoloso, a Domenica In arriva Selvaggia


Cristina Parodi
Una Domenica INconsistente

14 Commenti dei lettori »

1. giacomo bartoluccio ha scritto:

16 marzo 2018 alle 14:32

Per ovvie ragioni non possono scendere ai livelli della D’Urso, l’errore è stato togliere Giletti, la Parodi avrebbe potuto occuparsi della seconda parte ma con una trasmissione completamente diversa.



2. soralella ha scritto:

16 marzo 2018 alle 15:00

L’importante è che “gli ascolti assolutamenti buoni” il prossimo anno li vada a fare da qualche altra parte.



3. Sabato ha scritto:

16 marzo 2018 alle 15:19

Ahahah oh ragazzi, i fatti sono due: o Cristina ha detto una balla, o le aspettative per questa Domenica In erano così pessime che anche l’11% è da considerarsi un buon risultato. In ogni caso, la scelta di chiudere L’Arena risulta incomprensibile.



4. Pasquale ha scritto:

16 marzo 2018 alle 15:23

Ma che gran faccia tosta ha la Parodi! E’ davvero una “Bugiarda” ed è forse per questo che non ha potuto più leggere le notizie del Telegiornale che, invece, sono tutte Vere. La RAI deve chiudete subito lo scempio che sta mandando in onda la domenica, e che non è assolutamente la “Domenica In” che noi tutti conosciamo e che con Giletti per le prime 4 ore si facevano ascolti del 20% circa.



5. Luca ha scritto:

16 marzo 2018 alle 16:05

Avrebbero dovuto mettere anche il terzo fratello Parodi ,il motociclista
Così davano un colpo definitivo agli ascolti e chiudevano per sempre



6. Luca ha scritto:

16 marzo 2018 alle 16:07

@ soralella
E’ stata cacciata da la7 per scarsissimi ascolti
E ce la siamo ritrovata in Rai ,pagata con i nostri soldi e raccomandata dal marito amico di Renzi
Ma vaffa….



7. Filippo ha scritto:

16 marzo 2018 alle 16:35

Sveglia, è stato il governo Renzi a togliere Giletti da Rai1… troppe inchieste “scomode” (banche, Regione Sicilia, vitalizi, ecc…). Ora speriamo che a settembre possa ritornare!



8. Mario ha scritto:

16 marzo 2018 alle 17:46

la prossima stagione Baudo sarebbe il top. Magari in coppia con enrica bonaccorti e serena autieri



9. Mario ha scritto:

16 marzo 2018 alle 17:47

la prossima stagione Baudo sarebbe il top. Magari in coppia con enrica bonaccorti e serena autieri. Le sue sono sempre state belle domeniche in.



10. controcorrente ha scritto:

16 marzo 2018 alle 20:02

che dichiarazioni possiamo aspettarci da una messa in quel posto da un preciso partito politico.. ??? lo stesso stile bugiardo del suo politico di riferimento



11. Ada ha scritto:

16 marzo 2018 alle 20:41

Sta tartaruga, almeno si coprisse…ha il cervello forato come il marito…ma non vogliono capire. Il marito le fa pure le corna..Nuovo governo nuova gente in RAI.



12. soralella ha scritto:

16 marzo 2018 alle 21:24

Luca, me lo ricordo …. lì fu Benedetta a tirarsela dietro, faceva parte del “pacchetto” per trasferirsi su La7, qua è successo il contrario, ma invertito l’ordine dei fattori il risultato non è cambiato …

Ada ci sono donne che tra un marito fedele e un marito in grado di piazzarle a Domenica In preferiscono il secondo. Contente loro.



13. Sabato ha scritto:

17 marzo 2018 alle 09:47

Ada, “tartaruga”? “Si coprisse”? “Cervello forato”? “Corna”? E’ proprio necessario insultare una conduttrice e dare credito a certi gossip sul suo matrimonio per commentare un articolo sugli ascolti di un programma? E poi, che tristezza invocare l’arrivo di “nuova gente in Rai” grazie al nuovo governo: quello che tutti dovremmo auspicare è l’indipendenza della Rai dalla politica, non un ricambio di volti in base alle tendenze politiche!
A Controcorrente, Soralella e Luca ricordo che la carriera della Parodi è iniziata negli anni Ottanta, in piccole reti locali, ed è ingeneroso attribuire il suo successo (sicuramente altalenante, ma ha comunque un curriculum lungo e importante) solo al legame con Gori. E’ un po’ come la leggenda in base alla quale la Perego lavorerebbe solo grazie al marito Lucio Presta: peccato che la carriera di Paola sia cominciata nel lontano ‘83, mentre la relazione con Presta risale all’inizio degli anni 2000.



14. Nina ha scritto:

17 marzo 2018 alle 12:52

Ecco sale in cattedra bambina dai boccoli biondi, state attente. La vedete lì con il ditino che vi ricorda il suo politicamente corretto? Eh beh questa è coltura!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.