1
giugno

Fiction Rai 1 e ascolti TV: il cambio di giorno fa la differenza

Tutto Può Succedere 2

Tutto Può Succedere 2

Un giorno o l’altro non è la stessa cosa. E la programmazione delle fiction di Rai 1 dello scorso mese di maggio 2017 sembra dirci che la collocazione fa la differenza. Infatti, i quattro episodi di Maltese – Il Romanzo del Commissario e la seconda stagione di Tutto Può Succedere, proposte in maniera ‘fantasiosa’ durante la settimana, hanno ottenuto risultati tanto differenti quanto incoraggianti, in base alla messa in onda.

Cominciando dalla serie dedicata alle indagini siciliane di Maltese, alias Kim Rossi Stuart, le due puntate del lunedì (8 e 15 maggio) hanno segnato percentuali di share da record: la prima è stata vista da 7.433.000 spettatori pari al 30.25% mentre il terzo appuntamento -il lunedì successivo- ha conquistato 6.226.000 spettatori e la media del 26.5%. L’episodio andato in onda di mercoledì (10 maggio) si è, invece, dovuto ‘accontentare’ del 23.7% e il finale programmato al martedì (16 maggio) ha registrato il 24.3%, in entrambi i casi al di sotto dei 6 milioni di telespettatori. Il cambiamento, dunque, non ha pagato finendo per disorientare i telespettatori. Non solo, è anche una questione di giorno: il lunedì è da sempre ‘casa delle fiction’ per la rete ammiraglia di Viale Mazzini ed esiste dunque uno zoccolo duro di seguaci sintonizzati ‘a prescindere’ sul primo canale, che si tratti di Montalbano o delle biografie di Beppe Fiorello. Il mercoledì, invece, da alcune stagioni è una giornata tradizionalmente più debole per Rai1, che si trova a fronteggiare altresì la concorrenza inamovibile di Chi l’ha Visto?.

Altra storia -ed altri giorni- per Tutto Può Succedere 2, che è andato ad occupare il giovedì sera lasciato libero, in primis dalla quarta stagione di Un Passo Dal Cielo, seguito dal successo di Sorelle. Rispetto ai due predecessori la Parenthood italiana non raggiunge nemmeno il 20% e nella sua migliore performance, sette giorni fa, ha conquistato 4.224.000 spettatori e il 18.8% di share. Il peggio, però, lo ottiene con il raddoppio domenicale: infatti, alla conclusione del ciclo di repliche di Che Dio Ci Aiuti 3, rimasta scoperta la serata del dì di festa, la rete diretta da Andrea Fabiano ha deciso di mandarla in onda due volte la settimana e finora è riuscita a scendere fino al 14.8% per poi riprendersi con il tradizionale appuntamento settimanale (qui i risultati dell’ultima puntata).

Se dunque, anche il giovedì si conferma adatto ad ospitare le fiction Rai, aiutando una produzione poco accattivante come quella di Cattleya a ’sbarcare il lunario’, non si può dire la stessa cosa della domenica, serata normalmente complicata che, di recente, si è riaccesa solo grazie alle puntate inedite di una fiction di punta come Che Dio Ci Aiuti. Proprio per questo motivo, unito al fattore ’smarrimento’, era prevedibile che il raddoppio non avrebbe aiutato. Nonostante il calo, comunque Tutto Può Succedere 2 rimarrà in onda anche alla domenica.



Articoli che potrebbero interessarti


Kim Rossi Stuart ne Il Commissario Maltese
Palinsesti Rai 1, primavera 2017: arrivano Tutto può Succedere 2, Maltese, Velvet 4, I Migliori Anni e la serata Mannoia


Giuseppe Zeno
Palinsesti Rai1, autunno 2017: la stagione delle fiction apre con Il Paradiso delle Signore


Juventus-Real Madrid è la serata tv più vista della stagione
Ascolti TV, i più visti della stagione 2016/2017: Juventus, Sanremo e Montalbano senza rivali


Maltese - Il Romanzo del Commissario
Maltese è il nuovo commissario di Rai 1. Ecco su cosa verteranno le indagini di Kim Rossi Stuart

2 Commenti dei lettori »

1. Esabac ha scritto:

1 giugno 2017 alle 15:07

D’accordissimo con l’articolo e cito anche Un Medico in Famiglia 10. Partito di martedi in estate al 7 settembre, poi stato al mercoledi, ritornati al martedi, è stato fermo una settimana e concluso il giovedi. Ad un pubblico statico e abitudinario come quello di Rai 1 certo non giovano questi balletti.

Non stanno messi meglio in Mediaset. Ma lì è tutto il settore fiction su cui va steso un velo pietoso



2. Michele ha scritto:

1 giugno 2017 alle 19:27

In questo secondo me dobbiamo ancora imparare molto dagli altri paesi e non solo quelli anglosassoni.
Si stabiliscono giorni E (maiuscolo) orari e quelli restano, a volte anche per anni, non solo per una stagione.

Questo comunque è anche conseguenza del fatto che finito il TG tutto diventa incerto in termini di durata e orari. I programmi di access variano in base alla serata, i programmi di prime time se non sono fiction o film sono interminabili e durano anche 4 o più ore (vedi Ballando che partiva alle 20:40 per finire all’una).

Ma tanto sarà sempre peggio. Anche Rai 2 e Rai 3 quest’anno hanno fatto spesso confusione con continui balzelli di giorno e orario.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.