2
maggio

Kudos: Rai4 va in diretta con Giulia Arena e Leonardo Decarli

Diletta Parlangeli, Leonardo Decarli e Giulia Arena kudos

Diletta Parlangeli, Leonardo Decarli e Giulia Arena

Novità in casa Rai 4. Da lunedì 8 maggio alle 23.15, sulla rete diretta da Angelo Teodoli arriva Kudos, per otto nuove seconde serate dedicate all’approfondimento e all’analisi del web. Alla conduzione Giulia Arena e Leonardo Decarli e con loro la giornalista Diletta Parlangeli.

Il titolo della rubrica è decisamente originale: “Kudos” è un termine di origine greca -usato spesso oltreoceano- che si può tradurre con fama o gloria: online, è il modo sintetico con il quale si manifesta apprezzamento per qualcosa. Una sorta di “ben fatto”, un complimento spontaneo comunicato a qualcuno con un termine tanto epico quanto colloquiale (e ormai trasformato in hashtag sui social). Essendo scomparso un vero e proprio confine tra la rete e il mondo reale, il programma metterà in primo piano le principali dinamiche dell’era di internet e le relative connessioni tematiche. Cuore del progetto sarà monitorare il passaggio “in virtuale” degli argomenti di stretta attualità ma anche di cinema, serie tv e gli sviluppi più controversi del web come pirateria, tutela della privacy, cyberbullismo e “deep web”.

Al timone della trasmissione prodotta da Toro Media due volti giovani che si stanno facendo largo sul piccolo schermo. Giulia Arena, classe 1994, è stata Miss Italia 2013, la prima su La7, e sulla stessa rete è diventata conduttrice di magazine e delle anteprime del concorso di bellezza. Leonardo Decarli, invece, noto per la “professione” di youtuber (con un seguito che supera i tre milioni di followers) e dopo Adesso Parlo Io su Real Time, è da poco entrato a far parte del cast di Piccoli Giganti. Accanto a loro, la più “navigata” giornalista, Diletta Parlangeli, che scrive di tecnologia e spettacoli per Wired Italia, Il Fatto Quotidiano, La Stampa.

Attraverso contributi video e appositi tutorial, i giovani presentatori promettono di mettersi dinamicamente al servizio degli spettatori che, in diretta, potranno interagire tramite tutti i canali messi a disposizione. La redazione del programma -interamente composta da una squadra di millenials- sarà presente in studio e avrà facoltà di intervenire in qualsiasi momento per fornire curiosità, aggiornamenti e dettagli sui temi trattati. Inoltre, in studio ospiti e personaggi del web racconteranno la rete nelle sue più disparate sfaccettature.



Articoli che potrebbero interessarti


Roberto Bertolini e Andrea Pinna
Bangkok Addicted: su Rai4 il viaggio in Thailandia degli Antipodi


Piccoli Giganti, Corsi e Giorgino
Piccoli Giganti al via su Real Time con Gabriele Corsi. In contemporanea su La5 le repliche di Pequenos Gigantes


leonardo decarli
Leonardo Decarli coach di Piccoli Giganti


BRIT Awards
BRIT Awards 2017 stasera su Rai4. Ecco tutte le nomination

2 Commenti dei lettori »

1. Tv80 ha scritto:

2 maggio 2017 alle 11:40

Ecco uno programma da schifo , mady in teodoli , per web ci il vuole web piuttosto rimettessero Fary tail ,non mi vennissero a dire che non possono trasmetterlo perché è colpa siti pirata non raccontassero balle



2. Millennium ha scritto:

23 maggio 2017 alle 13:33

Ho visto la trasmissione ieri sera dopo il film Prometheus di R.Scott, argomenti trattati abbastanza interessanti con ospite quasi mio coetaneo quel tal Tommaso Zanello aka Piotta quindi più generazioni a confronto. Il fatto è che dopo aver visto negli anni 90′ tutt le puntate (o quasi) di “Mediamente” su canale Rai, tale programma risulta un po’ anacronistico, cioè poteva andar bene nel 2002/2005 ora sono argomenti un po’ triti (tipo la privacy o le password,cioè la sicurezza informatica) oppure un troppo limitanti come le “criptovalute”.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.