11
aprile

I MISTERI DI BROKENWOOD: CRIMINI IN SALSA COUNTRY DA QUESTA SERA SU GIALLO

I Misteri di Brokenwood

Su Giallo, il canale di Discovery Italia presente al numero 38 del telecomando, proseguono al lunedì gli appuntamenti con le prime visioni tv. Conclusa la serie Detective McLean, che vedeva tra gli altri protagonisti anche Luke Perry, arriva da questa sera alle 21,00 I Misteri di Brokenwood, un nuovo serial poliziesco dal sapore “country”. La serie, composta di 4 appuntamenti da 120 minuti l’uno, è ambientata in Nuova Zelanda, precisamente a Brokenwood, un luogo di fantasia. La cittadina rurale di circa 5000 anime - destinate giocoforza a diminuire nel corso delle puntate – è situata a venti chilometri dalla costa e presenta tutti gli aspetti della tranquilla comunità ristretta in cui sembra che tutti si conoscono e per questo, quando il male irrompe, lo fa in modo ancora più agghiacciante.

In questo scenario è necessario l’intervento del detective Mike Shepherd (Neill Rea) e della collega Kristin Sims (Fern Sutherland): oscure sparizioni e inquietanti omicidi, infatti, rendono Brokenwood tranquilla solo all’apparenza. I due investigatori devono addentrarsi nelle dinamiche familiari e nelle regole non scritte che governano gli equilibri della comunità, per esplorare il terreno del crimine. Tra i primi casi da affrontare, l’omicidio di un esperto enologo, trovato senza vita in un tino di fermentazione, e la tragica catena di eventi che ha portato alla morte di un giovane cacciatore durante un addio al celibato.

La colonna sonora de I Misteri di Brokenwood è firmata da alcuni dei migliori artisti folk neozelandesi, tra cui Tami Neilson, Delaney Davidson, Mel Parsons, The Harbour Union, e costituisce a tutti gli effetti uno dei “protagonisti” della serie. In patria la serie ha avuto un ottimo consenso di pubblico ed è stata confermata per altre due stagioni.

I Misteri di Brokenwood – Personaggi

Detective Mike Shepherd (Neill Rea)

All’inizio entra in scena come “il nuovo arrivato”, ma ben presto decide di scegliere Brokenwood come la sua casa. Di indole generosa, ha l’abilità di far sentire gli altri a proprio agio e in sintonia con lui. La sua sfera privata è piuttosto misteriosa. Ci sono certamente un paio di ex mogli, anche se non si riesce mai a capire quante esattamente, ma nessun figlio. Spesso dice che è molto più semplice risolvere omicidi che gestire relazioni private in quanto “il matrimonio è l’unico vero mistero”.  Dotato di un nero sense of humor, amante di pinot nero e whisky irlandese, Mike è un vero appassionato di musica country, che ascolta attraverso “musicassette” inserite nell’autoradio della sua Holden Kingswood del 1971.

Detective Kristin Sims (Fern Sutherland)

Giovane e determinata, Kristin è il tipo di poliziotta metodica che annota su una lavagna ogni dettaglio del caso cui sta lavorando. Dopo le iniziali diffidenze, il suo rapporto col compagno di lavoro ingrana e i due formano una coppia formidabile. A Brokenwood da un paio di anni, Kristin non ha con la cittadina quell’affinità che Mike, dopo molto meno tempo, ha già trovato. Quando lavora a un caso, è un’investigatrice formale ed efficiente, molto più teoria che cuore, riflessiva, tende a seguire le procedure più che agire d’istinto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Broadchurch 3 - 11
Broadchurch 3: tutto pronto su Giallo per l’addio alla serie inglese


Rillington place 6
Rillington Place: su Giallo la miniserie con Tim Roth nei panni del serial killer John Reginald Christie


I Misteri di Brokenwood
I Misteri di Brokenwood: la terza stagione arriva su Giallo con quattro nuovi enigmi


GIALLO_JOSY_KLICK__A. Khuon_D. Amft_M. Faust
JOSY KLICK: GIALLO ACCOGLIE UN NUOVO PROCEDURAL CON UN’EROINA COUNTRY E SOPRA LE RIGHE

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.