26
settembre

BROTHERS IN ARMY: LA VITA MILITARE DEGLI ASPIRANTI ELICOTTERISTI DELL’ESERCITO ITALIANO ARRIVA SU DMAX

Brothers In Army

Brothers In Army

In prima visione assoluta su DMAX (Dtt canale 52 | Sky canali 136-137 | Tivùsat canale 28) debutta il docureality Brothers in Army, una coproduzione Hangar e Ragù Communication per Discovery Italia, realizzato in collaborazione con il Ministero della Difesa.

Brothers in Army racconta in 4 appuntamenti (8 episodi da 30 minuti), da sabato 27 settembre alle ore 21:10, le vite dei giovani che scelgono di frequentare il corso di addestramento per piloti di elicottero dell’Esercito Italiano. Un progetto importante che in un’ottica più ampia vuole raccontare l’impegno, la passione e la profonda preparazione necessarie per formare risorse e talenti che siano garanzia di stabilità dentro e fuori i confini nazionali.

Laura Carafoli, SVP Content & Programming Discovery Italia, ha commentato: “Raccontare storie appassionanti, vere e coinvolgenti è il nostro mestiere. Brothers in Army rappresenta appieno questa filosofia e grazie alla partnership con il Ministero della Difesa e le società di produzione, offriamo al nostro pubblico uno sguardo autentico e senza filtri della vita dei militari in una delle fasi più cruciali della loro formazione: l’addestramento. Un racconto che tiene fede alla nostra mission, quella di mettere il pubblico al centro della programmazione proponendo contenuti di qualità attraverso temi, persone, situazioni e linguaggi che possano assecondare i gusti di target differenti”.

La vita militare è un impegno collettivo dove ogni protagonista deve superare ostacoli e paure molto personali. Il docureality seguirà giorno e notte gli allievi del Corso Piloti del Centro Addestrativo dell’Aviazione dell’Esercito – giovani uomini tra i 26 e i 32 anni – mentre inseguono il sogno di diventare elicotteristi tra difficoltà di ogni genere, corsi di sopravvivenza, prove difficili da superare, e mostrerà da vicino la fatica e l’entusiasmo ma anche i momenti di vita personale.

Il racconto corale, che mescola la voce fuori campo del narratore a quelle dei giovani allievi, dei capicorso e degli istruttori, si concentrerà sui momenti decisivi di formazione. Grazie al fedele reportage, realizzato vivendo con loro per alcuni mesi, verranno seguite tutte le fasi previste dal master: volo, volo tattico, volo in visione notturna, volo in ambienti particolari.

Brothers in Army offre un impianto visivo spettacolare – soprattutto nelle riprese aeree e nelle scene d’azione – con l’utilizzo di riprese d’archivio e immagini più recenti fornite dalla Sezione Cinefoto dello Stato Maggiore dell’Esercito (anche in motion graphics e in HD) che DMAX mostrerà per la prima volta.

“Brothers in Army” è dedicato al Generale di Corpo d’Armata Giangiacomo Calligaris e al Capitano Paolo Lozzi caduti durante un volo di addestramento nei cieli di Viterbo, il 23 gennaio 2014.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Chef Rubio palinsesti dmax
PALINSESTI DMAX AUTUNNO 2014: ARRIVANO I RE DELLA GRIGLIA E I ‘BROTHERS IN ARMY’


discovery italia
Discovery, palinsesti 2017/2018: le novità di Real Time, DMAX, Focus, Giallo, Discovery Channel ed Eurosport


Driving wild
Driving Wild: DMAX alla scoperta dei motorsport più inconsueti


linus e nicola savino deejay chiama italia dmax
Deejay Chiama Italia passa su DMAX

1 Commento dei lettori »

1. coco giuseppe ha scritto:

14 dicembre 2016 alle 00:42

salve gentilmente mi potreste aiutare a trovare ha mio nonno che e morto nella seconda guerra mondiale in inghilterra a gambridge regno unito era un militare di guerra si chiamava coco carmelo nato a catania il 29 settembre 1917 vi prego aiutatemi



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.