12
luglio

MEDIASET.IT : LA TV SUL PC

Mediaset.it @ Davide Maggio .it

R.T.I. INTERACTIVE MEDIA è la chiave d’accesso di Mediaset al mondo della comunicazione multicanale e multipiattaforma. La sua missione è creare nuove sinergie come estensione della tv generalista. I suoi prodotti sono contenuti e servizi innovativi costruiti attorno al telespettatore.

Internet, telefonia mobile, teletext


  • Internet

Mediaset.it è la porta d’ingresso a 3 aree tematiche: l’informazione con Tgcom, Tg5 e Studio Aperto, la tv con i più acclamati programmi televisivi, la community con forum, chat, email, personalizzazione cellulare, giochi online.

Mediaset.it Video
il nuovo portale che permette ai telespettatori di rivedere il meglio dei programmi tv, spiare dietro le quinte e accedere ogni giorno a numerosi contenuti video realizzati in esclusiva per il web.
Il nuovo servizio Video on Demand per seguire eventi live come le partite del Torino Calcio o  spiare la casa del “Grande Fratello” 24 ore su 24. E da quest’anno, per la prima volta in Italia, gli appassionati di reality hanno inoltre potuto seguire in diretta un programma prodotto esclusivamente per internet: “Fratello e Sorella”, il primo reality-web.

  • Telefonia mobile

 Nella stagione 2006-2007 R.T.I. INTERACTIVE MEDIA ha gestito 150 mila abbonati ai servizi infonews Tg5, Studio Sport, Grand Prix, soap.
12 milioni di sms voting: “Grande Fratello”, “La Pupa e il Secchione”, “Reality Circus” e “Amici” di Maria de Filippi (che ha registrato il record storico di 2 milioni 800 mila voti nella sola serata finale).
7 milioni di sms sono stati registrati in occasione delle chat di Mediavideo.
450 mila suonerie, sfondi e giochi java per cellulari inviati.
Oltre 1 milione di sms inbox recapitati dai telespettatori su “Controcampo”, “La Corrida” e “Verissimo”; anche i quiz multipiattaforma sono stati un successo: oltre 380 mila giocate con i brand “The O.C.”, “Carabinieri”, “Love Bugs”; 60.000 giocate alla settimana per “1 contro 100″ e oltre 35.000 giocate con MotoGP durante un singolo Gran Premio sono state un altro grande successo.

E dal 2006 i contenuti per cellulare firmati Mediaset hanno un nuovo e pratico punto d’accesso: il portale WAP ricco di notizie sempre aggiornate, schede programmi e video esclusivi, visitato ogni giorno da migliaia di utenti unici.
E per la prima volta sulle Reti Mediaset, gli appassionati di sport si sono potuti sfidare in diretta con “Quiz Sport”, il nuovo gioco interattivo che vanta più di 11.000 concorrenti contemporanei al giorno.

  • Mediavideo

Mediavideo è on air dal 1997 con 2 punti chiave: semplicità e velocità.
Garantisce informazioni utili, chat, sms, giochi e oltre 100 investitori pubblicitari attivi.

  • Tgcom

A dominare lo scenario dell’informazione multimediale di Mediaset c’è Tgcom, che aggiorna contemporaneamente più media: internet, Mediavideo, wap, infonews via sms e mms.
Per le Reti Mediaset, Mediashoppping, Tim e Vodafone umts vengono prodotti oltre 20 mini-tg al giorno.
La collaborazione editoriale con Radio R101, concretizzata con 14 punti ora quotidiani, porta Tgcom anche nell’etere radiofonico e, grazie alla rubrica “120 secondi” i telespettatori diventano protagonisti con i propri video reportage.
Con le migliori e più innovative tecnologie, abbinate ad uno studio di produzione multimediale, R.T.I. INTERACTIVE MEDIA è in grado di realizzare prodotti competitivi e di qualità.
( i dati citati si riferiscono alla stagione tv 2006-2007)

I nuovi progetti lanciati da R.T.I. Interactive Media nell’ambito del web di Mediaset si inseriscono in un contesto fertile per tutte le attività legate al mondo web e ai nuovi media.

I dati certificano infatti che un terzo della popolazione italiana naviga in internet e che, nel nostro Paese, il 15% delle famiglie è già dotata di una connessione broadband, con il 75% degli abbonamenti a tariffa fissa.
Gli utenti dotati di banda larga risultano altresì essere fortemente interessati alla convergenza, alla telefonia mobile e alla pay-tv.

Tutte ragioni che hanno portato la tv Mediaset a proporre al telespettatore una serie di servizi che già da ora portano concretamente i contenuti video dalla tv al pc, assecondando la sempre crescente tendenza al passaggio dal testuale al visivo.

Questo orientamento è evidente a partire dalla nuova home page di Mediaset nella quale viene dato grande risalto all’offerta video dei propri siti.

Cliccando su uno di essi, si accede direttamente a Video.Mediaset.it - online dal 2 aprile scorso – che nella sola fase di test (aprile, maggio e giugno) vanta già 30 milioni di video visti, con oltre 300.000 nuovi visitatori unici acquisiti.

Ma ai contenuti confezionati per il web di consumo “snack”, saranno a breve affiancati mezzi di fruizione dell’intero prodotto tv in rete.

Rivideo @ Davide Maggio .it

Il video on demand di Mediaset si chiamerà RIVIDEO e offrirà all’utente 4 differenti modalità di fruizione:

  • Download e podcast a tempo con visione ad alta qualità dell’intero episodio o del film sul proprio pc 

  • Download e podcast a tempo indeterminato con visione ad alta qualità dell’intero episodio o del film sul proprio pc 

  • Streaming dell’episodio completo con inserimento pubblicitario

  • Eventi live dedicati

Le tipologie di prodotto offerte in VOD saranno: fiction italiane (come Carabinieri, Distretto di Polizia, ecc.), serie tv americane (come The Closer, The O.C., Smallville, Nip/Tuck, ecc.); calcio live (Serie A con le 3 partite più belle della giornata di campionato), show  Mediaset e programmi cult, film.

Mediaset.it non rinuncia inoltre ad una delle proposte più attuali del momento e offre agli utenti una ricca ed articolata video community che, rispetto alle altre realtà presenti in rete, offrirà ai navigatori (previa registrazione) una serie di elementi distintivi come:

  • ambiente moderato dove non transiteranno contenuti che non rispondano all’etica o ai criteri di trasmissibilità

  • visibilità televisiva che si concretizzerà attraverso programmi tv dedicati (come Le Iene, Amici, Lucignolo ecc.), da sempre attenti ai contenuti generati dagli utenti e sempre più protesi verso l’interazione con il pubblico

  • ambiente unico che accolga tutti i “marchi Mediaset”

  • iniziative di animazione dedicate all’utente (come l’invito a realizzare sceneggiature o script, ecc.)

  • Giochi e concorsi per rendere sempre più avvincente la partecipazione del pubblico (il primo consisterà proprio nel far scegliere alla community quale sarà il suo nome).

Infine, il progetto rivolto a tutti coloro che pensano di avere qualità e doti artistiche che vorrebbero poter esibire.
Online da pochi giorni c’è TALENT1, lo spazio web dedicato ai talenti nel campo della musica, del ballo, della comicità, della recitazione, ecc. che fin d’ora possono mandare i propri video, che saranno a breve pubblicati online e resi visibili a tutto il web.
E sarà proprio la community a votarli, conducendo i preferiti con il proprio gradimento fino in tv. Dal prossimo autunno, infatti, Italia1 programmerà un appuntamento notturno condotto da Tommy Vee, all’interno del quale gli utenti ritenuti dalla community più talentuosi saranno protagonisti assoluti con le loro video-performance.

Anche Tgcom, il tg online diretto da Paolo Liguori, presenterà alcune importanti novità.
Forte dei risultati raggiunti nel mese di giugno, che ha registrato il numero più alto di lettori dalla sua nascita (4.070.116 di utenti unici sulla base dei 30 giorni con un numero di lettori pari ad oltre il 65% di tutto il portale Mediaset.it di cui fa parte ed una crescita rispetto alle pagine viste, che sono oltre 127 milioni) Tgcom si presenterà con un restyling della home page dimostrandosi anch’esso sempre più evidentemente propenso all’esposizione di contenuti video.
Dalla pubblicazione di filmati generati dagli utenti: “120 secondi” (il progetto che dà l’opportunità di diventare reporter e vedere i propri servizi pubblicati), “Chinatown” (che accoglie i reportage dal quartiere cinese di Milano), agli speciali sportivi di “Controcampo” e  le video-news visibili attraverso Video.Mediaset.it.

[Via Ufficio Stampa Mediaset]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


La tv del giorno dopo Mediaset catch up tv dal 11 gennaio 2009
LA TV DEL GIORNO DOPO: DALL’11 GENNAIO SU MEDIASET.IT. MA SU MYNEXTV…


Mediaset Web Tv - da Dicembre
MEDIASET WEB TV: DA DICEMBRE CANALI FREE E PAY DEL BISCIONE FORSE SULLA RETE


Super G
SUPER G: IL LIBANESE E SCROCCHIAZEPPI DIVENTANO SUPEREROI GAY


Marco Travaglio, Michele Santoro
IL FATTO QUOTIDIANO PRONTO A SBARCARE IN TV: AL VAGLIO 6-7 PROPOSTE. E SE ARRIVASSE SANTORO?

21 Commenti dei lettori »

1. Riccardo81 ha scritto:

12 luglio 2007 alle 17:40

E la nuova strada che fa Piersilvio Berlusconi, non ricarcare la tv anni 80 (quella del padre) !!!, e inoltre Mediaset rifar a sue spese Viale Europa a Cologno Monzese dove far ben tre rotonde e piste ciclabili, senza chiedere nulla al comune di Cologno Monzese!!!, e tu caro Davide Maggio quanti studi ha il centro di produzione di Cinelandia a Cologno Monzese e se rispondi mi fai un post che racconta la storia di questo centro di produzione Mediaset che cè a Cologno Monzese.



2. Davide Maggio ha scritto:

12 luglio 2007 alle 18:35

@ Riccardo81 : daccordo sulla TV anni 80 ma piattaforme sono indispensabili e assolutamente utili e di grande impatto. Non iniziamo con queste richieste che mi ricordano tanto un altro lettore :-)



3. Marcox ha scritto:

12 luglio 2007 alle 18:53

e ma gli episodi/fiction/show MEDIASET da scricare costano 99 centesimi!! col sedere che li scarico :D



4. Davide Maggio ha scritto:

12 luglio 2007 alle 20:04

@ Marcox : io, invece, a 99 centesimi li comprerei piu che volentieri. Ma ci pensi? I patiti di serie tv potrebbero avere tutte le loro belle serie a prezzi decisamente concorrenziali rispetto ai classici cofanetti. Con lassoluta positivit di disincentivare lo scaricamento di file illegali che di sicuro non avrebbero la stessa qualita.



5. matteoc4 ha scritto:

12 luglio 2007 alle 22:16

davide ti ricordo che una volta scaricato lepisodio o qualunque altro evento ha una durata di 30 giorni. le serie scaricate nn hanno grande qualit perchè a diffeenza dei canale usa quelli italiani ancora nn trasmettono in hd. cmq grande passo avanti per mediaset. adesso voglio che video.mediaset venga un po alleggerito un po tipo come il portale rai o lo stesso youtube. quello mediaset lo trovo un po scomodo. inoltre attendo con trepidazione novit free sul digitale terrestre



6. Davide Maggio ha scritto:

12 luglio 2007 alle 22:49

@ matteoc4 : il particolare dei 30 giorni lavevo tralasciato e non e un particolare trascurabile.



7. Riccardo81 ha scritto:

12 luglio 2007 alle 22:55

Il TG4 avr presto un sito internet ?



8. Nico lab ha scritto:

12 luglio 2007 alle 23:31

Per me lintroduzione dei video da scaricare a 1 euro scarso incentiver il p2p, che per gli utenti come me è positivo.



9. Davide Maggio ha scritto:

12 luglio 2007 alle 23:34

@ Nico lab : ero convinto che un prezzo cosi basso (0.99 Euro) potesse entusiasmare. Quale pensi possa essere un prezzo giusto?



10. Multimedia Player Tv ha scritto:

13 luglio 2007 alle 08:55

Dovrebbero capire che certe cose vanno regalate, stanno nascendo numerose webtv, se non rimarranno al passo verranno tagliati fuori da internet…



11. emy ha scritto:

13 luglio 2007 alle 10:41

ma non ho capito.. cosa vuol dire che un evento scaricato dura 30 gg?… poi che fa si autodistrugge?



12. Riccardo81 ha scritto:

13 luglio 2007 alle 10:57

Lo sapete chi è il direttore di R.T.I. New Media Interactive ? è Yves Confalonieri il figlio di Fedele Confalonieri presidente di Mediaset!!!



13. Davide Maggio ha scritto:

13 luglio 2007 alle 16:20

@ emy : significa che la licenza per la visione del video che scarichi dura 30 giorni e conseguentemente, alla scadenza, non potrai piu vedere il video scaricato.



14. Multimedia Player Tv ha scritto:

16 luglio 2007 alle 11:43

Yves Confalonieri per la serie… rimane tutto in famiglia…



15. Multimedia Player Tv ha scritto:

16 luglio 2007 alle 11:46

Buon per lui… e che sia allaltezza soprattutto.



16. silvia78 ha scritto:

18 luglio 2007 alle 07:54

per me è tutto un sogno…da me non è ancora arrivato il digitale terrestre, la linea internet è più lente di una lumaca con le coliche, e parlare di queste cose nella mio piccolo paese dove ci sono ancora i piccioni viaggiatori ( eheheh..) è un utopia..manco la7 vedo…ah..e quando arriva un temporale ( cosa che capita spesso ) mi saltano anche tutti e 3 i canali mediaset..cosa voglio di più????immaginate..



17. silvia78 ha scritto:

18 luglio 2007 alle 07:59

scusate, non ho tirato la conclusione del discorso..il tutto era per dire che io ci metterei 30 gg solo per scaricare…e come faccio poi se non riesco a guardarlo?????????????non ha molto senso..ora come ora mi sto godendo la 4 serie GRATUITA di greys anatomy ( ci ho messo una vita ma sono riuscita a scaricarla..) e chi me lo fa fare di pagare per qualcosa che poi dopo 30 gg “”scade”"??non è mica mozzarella…..



[...] gi evidente ai più attenti osservatori che avranno avuto modo di constatare l’arricchimento dei contenuti del portale Mediaset.it e l’attenzione in qualunque programma, promo o spot pubblicitario [...]



[...] daltronde, risulta gi evidente ai più attenti osservatori che avranno avuto modo di constatare l’arricchimento dei contenuti del portale Mediaset.it e l’attenzione in qualunque programma, promo o spot pubblicitario [...]



[...] daltronde, risulta gi evidente ai più attenti osservatori che avranno avuto modo di constatare l’arricchimento dei contenuti del portale Mediaset.it e l’attenzione in qualunque programma, promo o spot pubblicitario [...]



21. silvio carrara ha scritto:

22 gennaio 2010 alle 17:52

io sono in francia e abito qui da poco,vorrei sapere come posso fare a vedere le reti mediaset.
grazie ciao silvio



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.