28
settembre

QUANDO IL MATTINO (CINQUE) SI TINGE DI ROSA

Mattino Cinque

La terribile musichetta della sveglia dell’iphone impostata la sera prima invade la stanza, gli occhi sono semiaperti e pesanti, il tazzone di latte e macine è davanti a noi e Federica Panicucci fa capolino dalla televisione accesa per conciliare un lento contatto con il mondo. Deciso a sfidare il mare grosso e la tempesta che la cronaca nera sta esercitando sui network della tv generalista, Mattino Cinque stamattina cerca un porto sicuro in cui attraccare, un porto ben conosciuto dai telespettatori: la cronaca rosa.

Nel suo salottino sgargiante e luminoso, la Panicucci è pronta a gestire i suoi invitati per il thé mattutino in modo che i pettegolezzi e i sorseggi degli ospiti siano ordinati e chiari. E di ospiti ce ne sono a iosa: da Samantha De Grenet a Paolo Limiti, ormai orfano della sua Floradora e del suo non particolarmente esaltante E state con noi in tv fino all’espertissima Silvana Giacobini. A essere dibattuto nella puntata di oggi – 28 settembre 2012 – un classico senza tempo: la favola magica di Grace Kelly alla corte monegasca.

Rivediamo le storiche immagini del matrimonio reale, di quel vestito merlettato e semplice a cui Kate Middleton si sarebbe ispirata per le sue nozze, di quello sguardo freddo e languido che farebbe presagire un’infelicità di fondo. Mentre si alternano gli interventi in studio, scorrono sullo schermo alcuni commenti  dei telespettatori, pronti a commentare la vicenda in tempo reale con spinose sentenze che bollano la storia d’amore della Principessa Grace con Ranieri come un esclusivo rapporto di convenienza.

Non solo i fiori d’arancio, ma anche i presagi più bui della vita della protagonista de La finestra sul cortile: dal monito d’avvertimento di Hitchcock a non abbracciare la corona al terribile incidente stradale del 1982 che le costò la vita. Che anche la sua scomparsa sia riconducibile a un complotto strategico? Intanto spazio anche agli eredi di quella favola, dall’irrequieta Stephanie a Charlene Wittstock, sposa del Principe Alberto che ancora non riesce a regalare un erede al Principato e per questo dipinta come infelice e depressa, imprigionata nell’aura fredda e sontuosa del Castello della Rocca.

Malgrado l’argomento sviscerato non sia dei più originali, il programma scorre fluidamente, i commenti della Giacobini sono incisivi e rivelatori e i videoclip funzionali al tema sono rapidi ed esaustivi. La mattina di Canale 5 recupera le origini dei rotocalchi toccando sì la cronaca, ma con attenzione anche al mondo frivolo e scintillante del palcoscenico. Sarebbe un’impresa così ardua dosare i due risvolti della stessa medaglia senza indugiare troppo su una delle due componenti?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Mattino Cinque
Mattino 5, vaccini somministrati per finta: la Panicucci si infervora aizzata dalla Mussolini


Mattino Cinque - Morelli e maestra urlatrice
MATTINO CINQUE, MORELLI SU MAESTRA URLATRICE: MADRI NEVROTICHE. PANICUCCI FRENA E IL PUBBLICO APPLAUDE. MORELLI: COGLI*NE CHI APPLAUDE


Francesco Vecchi - Mattino Cinque
MATTINO CINQUE: ANNO NUOVO, VECCHIA STORIA, STESSA FRETTA


Federica Panicucci
MATTINO CINQUE: ASSENTE FEDERICA PANICUCCI PER LUTTO. HA PERSO IL PAPA’

3 Commenti dei lettori »

1. ale 96 ha scritto:

28 settembre 2012 alle 15:35

La prima parte con Del Debbio fa letteralmente cagare, non la guarderei nemmeno sotto tortura ma alle 10:00 Mattino 5 si trasforma in un programma fantastico!



2. marcko ha scritto:

28 settembre 2012 alle 16:19

@ale 96
bonjour finesse….



3. Paola ha scritto:

30 settembre 2012 alle 15:49

Devo dire che sebbene la Panicucci non la sopportassi a Domenica 5, a mattino 5 non mi dispiace.. Mi sembra più adatta e propedeutica al risveglio…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.