11
agosto

YOUTUBE or PORNOTUBE?

YouTube logo @ Davide Maggio .it

Ormai YouTube è diventata una risorsa di primaria importanza per il web.

Nella maggior parte dei siti internet (blog compresi) lo “sharaggio” dei video reperibili su questo portale californiano è diventata una vera e propria mania.

Con YouTube, ogni utente può uploadare qualunque video e condividerlo con gli altri utenti. Ma c’è di più : una caratteristica singolare nella quale, a mio avviso, risiede il successo di questa media company (fondata soltanto un anno e mezzo fa) consiste nella possibilità di inserire direttamente nel proprio sitoweb/blog un qualunque video e renderlo disponibile per i propri visitatori.

Ma, naturalmente, su YouTube manca qualcosa… qualcosa che ai navigatori interessa e interessa non poco! Il porno!

E, così, come era prevedibile è nata da poco PornoTube.

Inutile specificare cosa si possa trovare. L’assortimento è lodevole al pari di YouTube.

Enjoy!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Luigi Gubitosi rai youtube
RAI: I VIDEO DELLA TV PUBBLICA VERSO L’ADDIO A YOUTUBE


One month Miki Cadeddu
ONE MONTH: AL VIA LA PRIMA SERIE WEB GIALLO/MUSICAL CON MICHAEL CADEDDU, ALIAS CICCIO MARTINI


dm live 24 - 12 aprile 2012
DM LIVE24: 12 APRILE 2012. LA ZIZZONA DI BATTIPAGLIA SU CANALE 5, MEDIASET SI RIPRENDE IL .COM?, PARTECIPA AD UN REALITY E SI UCCIDE, DIRETTE A PAGAMENTO SU YOUTUBE


Carlo Freccero
CARLO FRECCERO: SANTORO E DANDINI ‘VENDICATI’ DA INTERNET. NON C’E’ PIU’ BISOGNO DI EDITORI COME MURDOCH E BERLUSCONI

3 Commenti dei lettori »

SOLO PER QUESTA VOLTA… Da ieri, questo blog è meta di innumerevoli visitatori alla spasmodica ricerca del video hard di Britney Spears e Kevin Federline.I visitatori s…



[...] in davidemaggio.it poichè su questo blog s’è parlato, negli scorsi mesi, sia di Pornotube (il portale dove è apparso il video) sia della cantante protagonista della “simpatica [...]



3. giovanni ha scritto:

20 luglio 2008 alle 17:44

Ovvio che ben presto il fenomeno si sarebbe esteso al porno. Comunque anche in Italia stanno nascendo varie realt simili come il gratuito *** moderato dallamministratore *** dove la parola gratis è dobbligo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.