20
marzo

Coronavirus, Netflix e Youtube depotenziano lo streaming

Netflix

e YouTube si ‘depotenziano’: conseguenza del Coronavirus, sì. Le piattaforme online hanno rispettivamente deciso di ridurre il bitrate sullo streaming in Europa e di sospendere l’alta definizione dai propri video. Questo, per alleggerire il sovraccarico di dati che le infrastrutture stanno affrontando dall’inizio della pandemia.

A richiedere l’adozione di tali misure era stata la Commissione Europea, che ha accolto con apprezzamento la decisione delle due piattaforme.

Netflix, in particolare, ridurrà la quantità di dati trasferiti in un determinato intervallo di tempo, alleggerendo del 25% l’impatto del traffico sulle reti. L’azienda ha già fatto sapere che il provvedimento garantirà comunque “un servizio di buona qualità per gli abbonati, molti dei quali stanno pagando un corrispettivo maggiorato proprio per accedere ai contenuti in versione Hd e Ultra Hd. L’abbassamento del bitrate – ha precisato Netflix – non comporta automaticamente una diminuzione della qualità o un passaggio da 4K e HD a SD

Netflix era stata la prima ad adeguarsi alla richiesta europea sulla sostenibilità del traffico dati. Poi si è aggiunta Google, proprietaria di Youtube.

Ci impegniamo a trasferire temporaneamente tutto il traffico sulle reti europee alla definizione standard in modo predefinito e continueremo a lavorare con i governi degli Stati membri e gli operatori di rete per ridurre al minimo lo stress sul sistema, offrendo al contempo una buona esperienza agli utenti

ha commentato un portavoce di Google, precisando che, dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, la piattaforma ha registrato “solo alcuni picchi di utilizzo“. Nonostante ciò, la decisione della multinazionale è stata quella di sospendere integralmente dell’Hd da tutti i suoi video.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Jenji kohan
Social Distance: Netflix lavora ad una serie antologica ‘a distanza’


Suburra 3 - Francesco Acquaroli
Suburra chiude: terza e ultima stagione dal 30 ottobre su Netflix – Video


Tv7
Tv7: il programma anticipa la seconda ondata ed entra in Rianimazione


soliti ignoti amadeus
Soliti Ignoti: confermato lo speciale di domenica in diretta

1 Commento dei lettori »

1. ale88 ha scritto:

20 marzo 2020 alle 18:48

Magari non sarà SD ma la differenza rispetto a prima si vede eccome. Ho già disdetto l’abbonamento e lo riattiverò quando lo streaming tornerà alla qualità per cui pago. Sarò solo una goccia nel mare. Amen



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.