26
marzo

UNA COREOGRAFIA PER TUTTI…DANIEL EZRALOW SANTO SUBITO!

Daniel Ezralow

Adagia un gruppo di ballerini, bizzarramente abbigliati, su comode sedie, lascia che vistosamente ammicchino alla telecamera, in pose degne di Augusta, alias Annarella Longhi nelle “Vacanze intelligenti”, e chiamala coreografia. Questo c’ha regalato, martedi sera, nel corso della serata finale di Amici, un sempre più  ispirato Daniel Ezralow.

Una criptica rappresentazione dalle insospettabili nefaste conseguenze. Ebbene sì, perchè anche chi ha l’agilità di un bue muschiato e una conformazione fisica ideale per discipline sportive quali il lancio dei coriandoli o la scalata del Mont Blanc (il dolce, evidentemente, s’intende), è balzato d’un colpo in piedi (e già questo è un prodigio…) e gridato al miracolo. “Grazie Daniel, sei il mio salvatore”! Anche chi non porta a spasso un marmoreo lato b, stile Josè per intenderci, finalmente, può prendersi la sua rivincita e sperare di poter sfoggiare tutta la sua innata, invisibile ai più, attitudine alla danza. Alla faccia del solito ”insensibile del piano di sotto” il quale, ogni volta che, goffamente, si improvvisa un balletto casalingo, si attacca al telefono e grida ai pompieri di aver avvertito chiari segnali di un catastrofico sisma.

In realtà, degne di nota sono state tutte le coreografie che l’estroso artista c’ha offerto nella serata di martedi. Meravigliosa, onirica, straordinariamente evocativa, quella con i ballerini arrampicati su vertiginosi trampoli, pruriginosa quella che, sulle note della magnifica “Overjoy”, ha fatto temere che le ballerine fossero state chiamate a dimostrare quanto avvenuto, nel famoso studio ovale, tra Clinton e la Lewinsky.

Ad un certo punto, poi, non crediamo di essere stati i soli a pensare, ingenuamente, all’ennesima incursione del solito cavallo pazzo della situazione. Invece no! Trattavasi, più semplicemente, di un’altra magnifica trovata del nostro Daniel che, sulle note della splendida “Home”, rappresentava il devastante bisogno dell’autore del brano di tornare a casa, facendo correre, forsennatamente, da un angolo all’altro dello studio i suoi danzatori. Superlativo! Anche qui siamo rimasti folgorati da un’ improbabile allucinazione: davanti a noi si materializza un’eterea Carla Fracci che, stile zio Sam, reclama, perentoria, una nostra esibizione.

Tornati alla crudele e ingrata realtà, ma sempre con un assillante “cinque, sei, sette e otto” che ci martella le meningi, speriamo che la De Filippi la smetta di storpiare, ignobilmente, il nome del nostro novello guru e che, dal prossimo anno, quest’ultimo continui a regalarci fallaci illusioni, ma, parimenti, ci risparmi le sue comiche “prove improvvisazione”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


La vittoria di Andreas Muller - Finale Amici 2017
Amici: gli ascolti di tutte le finali


Maria De Filippi e Stash
ASCOLTI FINALE AMICI: ECCO I NUMERI DI TUTTE LE EDIZIONI. PRONOSTICO PER STASERA?


Amici 2014
DA SARANNO FAMOSI AD AMICI 2015: TUTTI GLI ASCOLTI DELLE FINALI DAL 2002 AD OGGI


Amici Moreno
AMICI – TUTTI GLI ASCOLTI DELLE FINALI. DOVE SI PIAZZERA’ QUELLA DI STASERA?

4 Commenti dei lettori »

1. Kiara ha scritto:

26 marzo 2009 alle 19:08

Personalmente, se penso a Daniel Ezralow, mi viene in mente un solo, semplicissimo aggettivo: geniale.
Non temo di esagerare, anche se non tutte le sue coreografie riescono a catturarmi in ugual misura… e non nego che, accanto alle belle coreografie di Steve La Chance, ad Amici mi piacerebbe vedere anche quelle di Daniel… non solo come contorno, ma come materia di studio degli aspiranti ballerini che frequentano la Scuola.



2. amedeo ha scritto:

27 marzo 2009 alle 09:54

ciao kiara.
anche a me piace daniel ezralow.
il mio indirizzo email è [moderato dalla redazione] per parlare di amici.
mandami un email.



3. Marina ha scritto:

12 aprile 2009 alle 22:51

Sono d’accordo su quanto detto…Daniel è un genio indiscusso e purtroppo spesso incompreso come vuole la prassi. Mi ha fatto rabbia che una giornalista quel martedì sera non avesse capito la sua coreografia ( quella dove erano tutti seduti..su “Just the way you are”) e che Maria lo avesse chiamato in studio a spiegarla..comunque rimane un grande. Peccato che lui invece, non balli più. E che il prossimo anno ci regali ancora la sua follia.
Marina



4. Marina ha scritto:

12 aprile 2009 alle 22:52

Volevo dire..SPERIAMO che il prossimo anno ci regali ancora la sua follia ;))



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.