27
maggio

Temptation Island in onda con una sola edizione. Pesa la querelle Banijay – Fascino

temptation island

temptation island

Il viaggio nei sentimenti quest’anno avrà un tragitto più breve. Ci sarà, infatti, un’unica edizione di Temptation Island e sarà la classica estiva con la conduzione di Filippo Bisciglia. Niente da fare per gli amanti delle edizioni vip e per Alessia Marcuzzi che, a Sorrisi, ha dato una mezza conferma a proposito dell’assenza del suo show:

“Quello che so è che per il momento è prevista una sola versione con Filippo Bisciglia. Non sono mai stata una che si aggrappa ai programmi fino alla morte, però confesso che Temptation Island mi appartiene parecchio perché posso fare quello che mi piace, ossia ascoltare le storie e immedesimarmi”.

In effetti la Marcuzzi, nelle 2 stagioni di conduzioni autunnali (la prima Vip, la seconda nip), aveva ben figurato, senza contare che Temptation Island rappresentava per lei l’unico prime time di Canale 5 rimasto dopo l’addio all’Isola dei Famosi. Cosa farà ora, Iene a parte?

Sulla decisione di non riproporre il programma in doppia versione, malgrado gli ascolti lusinghieri, pesa la battaglia intavolata da Banijay, detentore dei diritti internazionali del format, per produrre il programma, portato al successo dalla squadra di Fascino.



Articoli che potrebbero interessarti


Filippo Bisciglia - Temptation Island
Temptation Island: Bisciglia accoglie concorrenti Nip e Vip. In autunno l’edizione con la Marcuzzi


Grand Hotel
Palinsesti Mediaset, estate 2021: Canale 5 piena di serie tv, tornano Cesare Bocci e Temptation Island


Alessia Marcuzzi
Alessia Marcuzzi assente a Le Iene. Marito positivo al Covid


Live Non è la D'Urso
Mediaset avvia azione legale contro Delle Piane

3 Commenti dei lettori »

1. Lorenzo78 ha scritto:

27 maggio 2021 alle 15:47

Che la Marcuzzi abbia ben figurato mi sembra un parolone… e anche gli ascolti della sua edizione non sono certo stati eclatanti, soprattutto se confrontati con quelli dell’edizione di Bisciglia



2. franz ha scritto:

27 maggio 2021 alle 20:26

La differenza tra i due conduttori era evidente: diversamente dalla Marcuzzi, Filippo sapeva ascoltare e non “imponeva” ai concorrenti il proprio punto di vista; sulle questioni personali, anche se dispiaciuto per l’andamento delle relazioni, non parteggiava sfacciatamente per l’uno o per l’altra parte, lasciando allo spettatore il gusto di farsi una propria idea.



3. Sottoscritto ha scritto:

29 maggio 2021 alle 12:11

Sarebbe interessante sapere di più su questa querelle…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.