21
ottobre

THE YOUNG POPE: TUTTI I PERSONAGGI

The Young Pope - Silvio Orlando

Vaticano, luogo di grandi responsabilità ed enormi contraddizioni, sempre avvolto da un’aura di mistero. Il regista premio Oscar Paolo Sorrentino prova a ricostruirlo con The Young Pope, attraverso un viaggio di 10 episodi sulla vita di Lenny Belardo, primo papa americano della storia. La sua è tuttavia una riproduzione non convenzionale (forzata anche dalla mancata collaborazione dei vertici ecclesiastici), basata certo su una ricostruzione della realtà, ma anche sulla libertà interpretativa nel creare un ambiente sacro che rispecchi le contraddizioni di Pio XIII.

Per rendere con ancor più efficace questo mondo narrativo, Sorrentino fa sapere di aver scelto di eliminare ogni legame con il mondo esterno, rappresentandolo come un microcosmo chiuso e claustrofobico. Da qui, l’indubbia necessità di basarsi su personaggi ben delineati e affidati all’interpretazione di un cast di qualità. Da Jude Law (“Desideravo dirigere un attore capace di mettere in scena un aspetto della vita e il suo contrario e Jude si è rivelato quel tipo di attore”) a Diane Keaton (“Un’interpretazione che neanche io avevo previsto fino in fondo”) e Silvio Orlando (“Sono felice di avergli offerto questo ruolo”), ogni attore è stato messo a dura prova, sfidando in alcuni casi i propri fantasmi. Se per Keaton si è trattato infatti di confrontarsi con un ruolo drammatico dopo tante commedie, per Orlando la difficoltà si è legata a un rapporto non idilliaco con la lingua inglese.

The Young Pope – i personaggi e gli attori

In attesa di vedere se gli interpreti abbiano davvero soddisfatto le aspettative, ecco la descrizione dei personaggi principali.

Lenny Belardo (Jude Law)

Primo papa americano della storia, nonché il più giovane di sempre, Lenny Belardo è Pio XIII, rimandando con il nome scelto ad alcuni dei suoi predecessori più reazionari. A soli quarantasette anni, la sua elezione è un evento inaspettato, anche per via di una mitezza e ubbidienza che ne hanno sempre fatto un Cardinale dallo scarso peso politico. Ma, una volta pontefice, Lenny opta per una svolta aggressiva e conservatrice, dimostrando di volersi emancipare da chi invece vorrebbe manipolarlo, come il suo mentore, il Cardinal Michael Spencer, e il Segretario di Stato, Angelo Voiello. Al suo fianco figura solo Suor Mary, la donna che lo ha accolto in orfanotrofio, rivestendo il ruolo di una madre. L’abbandono dei genitori costituisce infatti la ferita aperta che lo differenzia dai predecessori: prima ancora che un pontefice integralista, Lenny è un uomo alle prese con i propri tormenti e con la solitudine. Il senso di tradimento lo ha portato negli anni a vivere un rapporto turbolento con la fede, ma ciò potrebbe avere ripercussioni sulla sorte di milioni di fedeli in tutto il mondo.

Suor Mary (Diane Keaton)

Sguardo intelligente e una bellezza non ancora sfiorita, Suor Mary è per Lenny una madre. Non solo lo accolto in orfanotrofio dopo l’abbandono dei genitori, ma ne ha fatto anche un buon cristiano. Un santo, secondo lei. Per questo motivo, non appena ottenuto il titolo papale, Papa Pio XIII la vorrà al suo fianco. Mary è una donna dalla forte personalità, in apparenza estranea alle complesse trame di potere vaticane. Nonostante la poca esperienza politica, si calerà alla perfezione nel nuovo ruolo di segretario particolare del papa conferitole da Lenny, in apparente antagonismo con il Segretario di Stato Angelo Voiello.

Cardinal Voiello (Silvio Orlando)

Il Cardinal Voiello ricopre la funzione di Segretario di Stato. Origini napoletane ed espressione furba, conosce molto bene le stanze e i segreti della Santa Sede: i numerosi saggi scritti su di lui ne dipingono l’immagine mediatica di un uomo abituato a stare dietro le quinte. Per quanto aspirasse al ruolo di pontefice, l’attuale incarico gli consente infatti di esprimere al meglio le sue doti politiche. Rispetto ad altri sacerdoti, è consapevole di non è essere un santo, a partire dalla passione terrena per la squadra di calcio del Napoli, amata quasi al pari di Dio. In seguito all’elezione di Papa Pio XIII, Voiello cercherà di contenere le pericolose conseguenze delle sue visioni reazionarie e ingestibili, affidandosi alla sua abilità di doppiogiochista. Ma Lenny si rivelerà un avversario più ostico di quanto potesse pensare.

Cardinal Dussolier (Scott Shepherd)

Uomo affascinante e miglior amico di Lenny, con cui è cresciuto sotto la guida di Suor Mary, Dussolier ha però scelto una strada diversa, fatta di studi teologici e di missioni destinate a portare la parola di Dio agli ultimi della terra. Sebbene non abbia mai avuto aspirazioni di carriera, con l’elezione di Lenny la sua vita cambia drasticamente: Pio XIII lo nomina Prefetto della congregazione per il clero, incaricato di selezionare aspiranti sacerdoti in tutto il mondo. Ma per Dussolier, che ormai da anni ha una doppia vita, non sarà facile capire cosa significhi essere un buon sacerdote.

Sofia Dubois (Cécile de France)

Sofia Dubois è la giovane e affascinante responsabile del marketing e della comunicazione del Vaticano. Laureata in una prestigiosa università americana, gestisce l’immagine ecclesiastica con piglio da imprenditrice, pensando di poter puntare sulla giovane età e sulla prestanza fisica del nuovo pontefice. Al contrario, però, Pio XIII è convinto di alimentare la curiosità dei fedeli proprio rendendosi sfuggente. Per quanto Sofia debba rivedere la sua strategia, l’iniziale diffidenza tra i due lascerà presto il posto a una cordiale amicizia basata sull’ironia.

Monsignor Gutierrez (Javier Cámara)

Il Maestro di Cerimonie di origine spagnola si caratterizza per un fare mite e dimesso, attraendo la curiosità di Lenny grazie alla sua sincerità d’animo e alla sua estraneità agli intrighi di potere in Vaticano. Tra loro nasce quindi un rapporto fatto di piccole e grandi confidenze. Per questo motivo, Gutierrez diventa ben presto un’arma molto preziosa per la strategia di Voiello e degli altri antagonisti del pontefice. Lenny decide inoltre di affidare lui il difficile e inaspettato compito di recarsi negli Stati Uniti, per una missione in apparenza al di sopra delle sue possibilità.

Ester Aubry (Ludivine Sagnier)

Trentacinque anni, bellezza immacolata e un’incrollabile fede in Dio, Ester Aubry è sposata con Peter, guardia svizzera in Vaticano, e sogna di diventare madre. La sua sterilità la induce quindi a confidare nella preghiera per realizzare questo sogno. Lenny la nota mentre è intenta a pregare di notte in Piazza San Pietro, comprendendo subito la profondità della sua fede. Tra i due nasce così un’amicizia capace di cambiare per sempre la vita della giovane donna e, per alcuni aspetti, anche quella del pontefice.

Cardinal Spencer (James Cromwell)

Michael Spencer è uno dei Cardinali più influenti dell’intero Vaticano e, secondo molti, avrebbe potuto ambire alla carica papale. Teologo finissimo, per buona parte della sua vita ha insegnato all’università, dove ha conosciuto Lenny e lo ha formato, facendone il suo pupillo. A lui ha infatti lasciato il suo posto a capo della Chiesa di New York, quando è stato chiamato a Roma, ritenendolo grigio e molto malleabile. Durante il Conclave, però, qualcosa va storto: Spencer, a sorpresa, non ha i voti necessari e i favori dei Cardinali convergono infine sul suo protetto. Ma per quanto voci di corridoio lo vogliano papa occulto, Spencer inizia a intuire che Pio XIII è pronto a emanciparsi, sacrificando anche il suo mentore.

In conclusione, tra gli altri volti della serie figurano anche

Don Tommaso (Marcello Romolo)

Cardinal Caltanissetta (Toni Bertorelli)

Padre Amatucci (Gianluca Guidi)

Presidente del Consiglio (Stefano Accorsi)

Padre Valente (Ignazio Oliva)

Cardinal Mario Assente (Maurizio Lombardi)



Articoli che potrebbero interessarti


Diane Keaton
THE YOUNG POPE: DIANE KEATON AL FIANCO DI JUDE LAW NELLA NUOVA SERIE SKY


Shades of Blue - WARREN KOLE
Shades of Blue: tutti i personaggi – Foto


Non Uccidere 2 - Trabacchi
Non Uccidere 2: tutti i personaggi


Di Padre in Figlia - Francesca Cavallin
Di Padre in Figlia: il cast della fiction di Rai 1

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.