15
settembre

LA VENTURA PUNITA!

Simona Ventura @ Davide Maggio .itA "Quelli Che Il Calcio E", diventato ormai un varietà a scapito dell’iniziale vocazione sportiva, sarà SOTTRATTA LA MEZZ’ORA DI TRASMISSIONE IN PIU’ concessa al programma per la rinnovata edizione della stagione 2006/2007.

E’ questa la "punizione" inflitta dalla Radio Televisione Italiana alla Ventura per aver intervistato Luciano Moggi, nella puntata di domenica scorsa del Suo programma.

Si ritorna, dunque, alle "origini".

Il Direttore Generale Claudio Cappon ha confermato "la necessita’ che tutte le trasmissioni del Servizio Pubblico presentino una corretta, completa ed equilibrata rappresentazione di situazioni e personaggi".

Personalmente non condivido in toto la decisione.

In un periodo di facili riabilitazioni mi sembra eccessivo incriminare un programma per aver intervistato un personaggio che, con tutte le Sue colpe, rimarrà sempre titolare del diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero.  

Certo…ospitarlo proprio in una trasmissione sportiva è stato, probabilmente, un po’ fuori luogo!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono articoli correlati


ASCOLTI TV DI MARTEDI 30 APRILE 2013: ROSSO SAN VALENTINO (4,9MLN – 17.96%) STACCA BALLARO’ (15.18%). CROLLA BENVENUTI A TAVOLA (11.77%)

PRIME TIME – Su Rai1 lil terzo appuntamento con Rosso San Valentino, qui la nostra intervista alla protagonista Alexandra Dinu, si aggiudica...


DM LIVE24: 28 SETTEMBRE 2012. PARODI E TOFFANIN PAZZE PER LA FICO

>>> Dal Diario di ieri... Toffanin e Parodi si contendono la Fico tinina ha scritto alle 13:05 Scontro televisivo, fra la...


1,2,3… Stile! Su La5 un nuovo programma dedicato al restyling di negozi e spazi privati

Nuovo makeover show su La5. Parte stasera sul canale 30 una nuova produzione che segue il filone di Cucine da incubo e co., dedicata questa...


Blanca è tutta un’altra storia

La Rai negli ultimi anni si è evoluta, superando barriere culturali e sfidando se stessa, ma non era mai arrivata fino al punto in cui si è...

3 Commenti dei lettori »

1. Prove tecniche di trasmissione ha scritto:

15 settembre 2006 alle 23:50

più che altro è fuori luogo il fatto che La Ventura ha zittito al conduttore di Mi manda rai 3 ( ora mi sfugge il cognome ).Sinceramente limpressione è stata quella di voler fare unintervista in cui Moggi poteva dire quello che voleva senza che nessuno si opponesse, linvito di Mastella, suo amico di una vita e suo capo ai tempi del Napoli ( Mastella vicepresidente lui dir. generale ) mi ha fatto insospettire non poco.. anche Gnocchi non ha esagerato con le battute.. e si sa .. lui mette sempre in croce gli ospiti.



2. giuy ha scritto:

16 settembre 2006 alle 11:02

Si ok, è vero che non cè stato contradditorio e la trasmissione si è adattata allospite in modo spudorato, come sottolineato nel commento qui sotto, però è anche vero che fino ad adesso non cè mai stato nemmeno un contradditorio pro moggi, quando venivano illustrate le intercettazioni in tutti le trasmissioni sportive e non, sia Rai che Mediaset. Ecco questo mi suona un po di scusa, un po come contradditorio necessario sono per attaccare qualcuno. Per il resto Moggi ha sbagliato (e ha pure la faccia tosta di ammetterlo visto che ripete sempre "tutto quello che ho fatto lo ho fatto per la juve" Bene, Bravo, applausi perchè la juve è in B)ed è stato punito…speriamo che qualcosa cambi davvero nel mondo del calcio.



3. peppe ha scritto:

21 settembre 2006 alle 17:13

per me la rai ha fatto bene a punire simona ventura. per l audience spesso rovina la trasmissione.l avrebbero dovuta castigare prima,per altri motivi.e piu severamente!sono pienamente d accordo con cappon che le ha inflitto la giusta punizione! le sta bene alla ventura,cosi,abbassa la cresta! ciao.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.