8
novembre

Non si ruba a casa dei ladri, lo sa anche Infinity

Non si ruba a casa dei ladri

Non si ruba a casa dei ladri

Non si ruba a casa dei ladri, film prodotto da Medusa film nel 2016, sceneggiato dai celebri fratelli Vanzina e diretto da Carlo, arriva su Infinity. Per questa commedia all’italiana, il cast scelto ha visto presenti Vincenzo Salemme, Massimo Ghini, Stefania Rocca, Manuela Arcuri, Maurizio Mattioli, Lorenzo Balducci, Teco Celio e la prorompente Ria Antoniou.

Antonio Russo è un padre di famiglia napoletano e di mestiere fa l’imprenditore. La sua azienda fallisce dopo aver perso una gara d’appalto che scopre essere truccata, mettendo in gravi difficoltà economiche la sua famiglia. Così, per poter pagare il master alla figlia negli Stati Uniti, lui e la moglie Daniela si fanno assumere come camerieri presso Simone Santoro. Costui vive nel lusso con la propria fidanzata Lori, e si occupa principalmente di un giro di corruzione cui fa capo un onorevole pugliese coinvolto con la mafia locale. Quando il capo viene scoperto e arrestato, Simone Santoro corre oltralpe per recuperare i propri soldi nascosti in Svizzera. Antonio nel frattempo viene a sapere che è stato proprio Simone a pilotare la gara d’appalto che ha fatto fallire la sua azienda, e inizia ad organizzare la propria vendetta.

Come ogni commedia che si rispetti, anche questa offre uno spunto di riflessione tutt’altro che superficiale. Eppure le risate sono inevitabili: vedere per credere.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


lucifer
Lucifer 3: l’angelo caduto torna su Infinity


Animali Fantastici e Dove Trovarli
Animali ancora più fantastici con il 4K di Infinity


The Boss
The Boss, una donna al potere


Life Sentence
Life Sentence, quando salvarsi è una condanna

1 Commento dei lettori »

1. Emanuele ha scritto:

8 novembre 2018 alle 12:58

Visto ieri sera sulla TV svizzera, gratis… una discreta boiata



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.