6
febbraio

Sanremo 2018: cosa c’è da sapere sul Festival di Baglioni

Sanremo 2018

Sanremo 2018

Tre, due, uno: musica! Inizia il Festival di Sanremo 2018 e al Teatro Ariston tutto è pronto per la 68° edizione della kermesse canora di Rai 1. Ma voi siete pronti? Ve li ricordate chi sono e da dove arrivano tutti i cantanti chiamati in gara? E le loro canzoni? Vi siete appuntati la corposa lista di ospiti attesi sul palco o qualcuno ve lo siete perso? Avete letto che gli artisti chiamati a duettare nella serata del venerdì non sono soltanto cantanti? Lo conoscete il meccanismo di gara, quest’anno completamente rinnovato? Sapete chi vota per proclamare i vincitori? E c’è tanto altro da scoprire, ma nessun timore: DavideMaggio.it ha pronto per voi una sorta di manuale-guida di Sanremo. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Sanremo 2018: i conduttori

Il trio alla guida è noto a tutti, a cominciare dal ‘capitano coraggioso’ Claudio Baglioni, chiamato nel doppio ruolo di conduttore e direttore artistico. Dopo svariati no degli anni passati, l’artista romano questa volta ha detto e accettato la sfida. Una novità per Sanremo, a cui si aggiunge la presenza di un attore, figura non certo nuova sul palco dell’Ariston (due anni fa con Carlo Conti c’era Gabriel Garko). Per Pierfrancesco Favino, però, è la prima volta al Festival. Discorso diverso per la figura femminile, la cui scelta è ricaduta su Michelle Hunziker, come già fece Pippo Baudo nel 2007. Ma quanto ‘costano’ i tre conduttori? (leggi qui i loro compensi) E cosa indosseranno? (leggi qui le info sui loro look)

Sanremo 2018: i cantanti (big e giovani) e le canzoni

Tra debutti e ritorni, a gareggiare nella categoria Campioni sono venti big: Annalisa, Decibel, Diodato e Roy Paci, Elio e le Storie Tese, Enzo Avitabile con Peppe Servillo, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni, Lo Stato Sociale, Luca Barbarossa, Mario Biondi, Max Gazzè, Nina Zilli, Noemi, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Red Canzian, Renzo Rubino, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, RonThe Kolors. Nelle loro canzoni si canta l’amore e la nostalgia, ma non mancano pezzi ’socialmente utili’ e persino dialetti. La gara tra le Nuove Proposte, invece, vede in sfida otto giovani: Alice Caioli, Eva, Giulia Casieri, Leonardo Monteiro, Lorenzo Baglioni, Mirkoeilcane, Mudimbi, Ultimo (leggi qui tutti i titoli e i testi dei brani).

Sanremo 2018: la gara

Non c’è più l’eliminazione. I venti big canteranno la propria canzone in gara fino alla serata finale, quando sarà rivelata la top 20, decisa in base alla media delle percentuali di voto ottenute da martedì a sabato. A questo punto, i tre in testa alla classifica si sfideranno all’ultimo scontro, che determinerà il vincitore e il secondo e terzo classificati. Ancora più semplificata è la gara tra gli otto giovani, che si esibiranno dalla seconda alla quarta serata. Venerdì sarà stilata la top 8, stabilita sempre in base alla media delle percentuali di voto, e, di conseguenza, proclamato il vincitore (leggi qui nel dettaglio il meccanismo di gara).

Sanremo 2018: le giurie

Le votazioni avverranno con sistema misto. Nelle prime tre serate, da martedì a giovedì, i voti arriveranno dal pubblico votante da casa tramite Televoto e da due giurie: una è la Giuria Demoscopica, composta da un campione statisticamente rappresentativo di 300 persone, selezionate tra abituali fruitori di musica, le quali esprimeranno il proprio voto da casa attraverso un sistema di votazione elettronico; l’altra è la Giuria della Sala Stampa, formata dai giornalisti accreditati al Festival, che votano direttamente nella Sala Roof del Teatro Ariston. Il peso percentuale è così ripartito: Televoto 40%, Giuria Demoscopica 30%, Giuria della Sala Stampa 30%.

Nella quarta e quinta serata, che sono le due finali che eleggeranno rispettivamente il vincitore tra i giovani e tra i big, alla Giuria Demoscopica subentrerà la Giuria degli Esperti, ovvero otto personalità rappresentanti della musica, dello spettacolo e della cultura: Pino Donaggio, Andrea Scanzi, Gabriele Muccino, Giovanni Allevi, Milly Carlucci, Mirca Rosciani, Rocco Papaleo e Serena Autieri. Il peso percentuale è così ripartito: Televoto 50%, Giuria della Sala Stampa 30%, Giuria degli Esperti 20%.

Sanremo 2018: gli ospiti

L’abbiamo ribattezzato un Festival parallelo perché la carrellata di cantanti italiani ospiti e non in gara è quasi inverosimile. Ad oggi (ma la lista potrebbe anche allungarsi), Baglioni accoglierà sul palco Laura Pausini (salta l’ospitata alla prima serata ma ci sarà per la finale), Il Volo, Gianni Morandi e Tommaso Paradiso, Negramaro, Biagio Antonacci, Gino Paoli e Danilo Rea, Nek-Max Pezzali-Francesco Renga, Gianna Nannini, Giorgia, Piero Pelù, Fiorella Mannoia. A loro si aggiungeranno gli internazionali James Taylor e Sting con il rapper Shaggy.

Ci saranno, inoltre, i duetti con ospite nella quarta serata di venerdì. Ad affiancare i big in gara sono stati chiamati non solo cantanti ma anche attori: Alessandro Preziosi, Alice, Ana Carolina e Daniel Jobim, Anna Foglietta, Arisa, Avion Travel e Daby Touré, Ghemon, Giusy Ferreri, Marco Masini, Michele Bravi, Midge Ure, Neri per Caso, Paola Turci, Piccolo Coro dell’Antoniano e Paolo Rossi, Rita Marcotulli e Roberto Gatto, Serena Rossi, Sergio Cammariere, Simone Cristicchi, Skin, Tullio De Piscopo ed Enrico Nigiotti (leggi qui con chi duettano).

Attesi anche Fiorello, Gabriele Muccino con il cast del nuovo film A casa tutti bene, Pippo Baudo, Franca Leosini, Nino Frassica, Antonella Clerici.

Sanremo 2018: la scenografia

La scenografia è firmata da Emanuela Trixie Zitkowsky, già artefice del palazzo in stile Settecento allestito per il Festival del 2014 di Fabio Fazio. Lo scenario è quello di un grande auditorium, ribattezzato come la città del futuro, con elementi che riportano al passato, su tutti il sipario e la scala. Grande impatto lo regala il palco, il più grande di sempre nella storia del Festival: è nero e a specchio, in un contesto rigorosamente bianco in omaggio alla purezza dell’arte. La Zitkowsky ha parlato di una scenografia che “interpreta il passaggio, le vie e l’infinito delle variazioni musicali alla ricerca dell’assoluto” (leggi qui le sue dichiarazioni).

Sanremo 2018: PrimaFestival e DopoFestival

Due appuntamenti fanno da pre e post serata di Sanremo su Rai 1. Il pre, già iniziato il 26 gennaio, è il PrimaFestival affidato a Sergio Assisi e Melissa Greta Marchetto, per informare il pubblico sulle ultimissime e pescare qualche ‘battuta’ dai cantanti in gara. Un appuntamento breve, subito dopo il Tg1 delle 20.00, di appena cinque minuti, ma che te li fa girare tutti. Il Dopo Festival, invece, va a braccetto con le cinque serate sanremesi. E’ una specie di night club, un gruppo d’ascolto che accoglie i protagonisti della kermesse, commentando le esibizioni e tutto ciò che è appena accaduto sul palco dell’Ariston. La conduzione è stata affidata all’attore Edoardo Leo, affiancato da Carolina Di Domenico e Rocco Tanica. Ma i tre non saranno soli (leggi qui maggiori info sul programma).

[LE ULTIME DA SANREMO]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Stato Sociale
Classifica FIMI post Sanremo 2018: Ermal Meta è primo negli album ma il singolo più venduto è ‘Una Vita in Vacanza’


Claudio Baglioni con Sabrina Impacciatore © US Rai
Caro Claudio, niente sarà più come prima


Virginia Raffaele
Sanremo 2018, la rivincita delle donne


Dopofestival
15 cose che non ci sono piaciute di Sanremo 2018

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.