4
maggio

Vieni da Me, Caterina Balivo ritorna commossa: «In momenti difficili come questi divertirci assieme è una delle parti più nobili del nostro lavoro» – Video

Caterina Balivo - Vieni da Me

Caterina Balivo - Vieni da Me

Dopo quasi due mesi di stop, dovuti all’emergenza Coronavirus, anche per Caterina Balivo è arrivato il momento di tornare in video. Assente su Rai1 dallo scorso 13 marzo, giorno in cui è andato in onda l’ultimo appuntamento di Vieni da Me, la conduttrice campana è ritornata infatti alla guida del suo programma, senza nascondere un pizzico di emozione.

Salutati gli ospiti fissi della trasmissione, la Balivo ha scelto di fare una premessa prima collegarsi via web con Carlo Conti:

Questa mattina, dopo quasi due mesi, ho ripreso la mia macchina, ho attraversato Roma. Sono arrivata qui, una Roma ancora impaurita, semivuota, ma bella, bellissima. Anzi, più bella che mai. Vi dico la verità: ho riflettuto alle tante cose che ho imparato in questo periodo. Ho imparato a guardare in faccia la sofferenza, senza mai voltarmi. Ho imparato a fotografare i tramonti con i miei bambini, e poi rivedere le foto e vedere che erano sempre uguali“.

Visibilmente emozionata e con gli occhi lucidi, Caterina ha motivato il ritorno di Vieni da Me, asserendo di voler regalare sorrisi e momenti di spensieratezza al pubblico da casa:

Ho imparato a non rincorrere il tempo. Sapete? Noi corriamo, corriamo, vogliamo incastrare tutto al posto giusto e poi… cioè per noi è il posto giusto, ma sarà il posto giusto? E poi ho pensato a un’altra cosa. C’è una cosa che io invece ora, con voi, e solo grazie a voi, vorrei imparare a fare: è che in momenti difficili come questi, regalare un sorriso, raccontare una storia e, perché no, anche divertirci assieme è una delle parti più nobili del nostro lavoro. Ed è per questo che sarò sempre grata al direttore Stefano Coletta che me l’ha fatto capire”.

Una precisazione dovuta, visto che soltanto qualche settimana fa, Caterina aveva frenato sull’eventuale ripresa del suo programma, precisando che forse non era il caso di fare intrattenimento. Forte di questa consapevolezza, la Balivo ha così ringraziato Lorella Cuccarini e Alberto Matano, che hanno occupato il suo slot fino ad oggi con una versione estesa de La Vita in Diretta al fine di informare i telespettatori sugli sviluppi della pandemia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Caterina Balivo
BOOM! Caterina Balivo lascia Vieni da Me per un periodo sabbatico


Luca Naccarato e Caterina Balivo
Vieni da Me, Caterina Balivo vs i frignoni della Maturità: «Non capisco perché vi state lamentando. Io avrei fatto una festa!»


Povia e Caterina Balivo - Vieni da Me
Vieni da Me, Povia ci è cascato di nuovo: «Pulisco casa, sono un gay mancato». Balivo lo silura: «Hai detto un’altra cretinata»


Paolo Bonolis
Fase 2 in TV: Rai 1 riparte, Canale 5 no

1 Commento dei lettori »

1. graziella ha scritto:

5 maggio 2020 alle 08:02

perché non ci date notizie di bibbiano??? che purtroppo è in tutta italia,,,,,nessuno parla di queste vittime innocenti tolte ingiustamente alle loro mamme per mano di gente crudele, corrotta ,superficiale ecc,i bimbi vivono situazionni ancora più terribili in questo momento con la scusa del covid sono state interrotte le visite e le telefonate centellinate è una vergogna!!!! parlate di loro rivolgete la vs attenzione a loro, aiutateli fate arrivare ai giudici il loro grido di dolore, di aiuto che non si fidino solo delle ass,sociali spesso crudeli e corrotte aiutateli fateli uscire da quelle prigioni chiamate case famiglia per MINORI ,,in verità sono case degli orrori, veri lager)))) a i u t a t e l i,,,non parlate solo di gossip



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.