12
febbraio

SANREMO 2013, TESTI: DANIELE SILVESTRI – A BOCCA CHIUSA

Daniele Silvestri

Alla sua quinta partecipazione al Festival di Sanremo, Daniele Silvestri ammette il gradito ritorno sul palco che gli ha conferito la notorietà e dove presenterà, nel corso di questa 63esima edizione, i brani “Il bisogno di te (ricatto d’onor)” e “A bocca chiusa”. Quest’ultimo è stato definito dal cantante come “un piccolo film con un finale a sorpresa”. Durante la quarta serata di venerdì 15 febbraio, dedicata alle canzoni che hanno fatto la storia del Festival sanremese, Daniele Silvestri proporrà il brano “Piazza Grande” che Lucio Dalla interpretò all’Ariston nel lontano 1972 e alla luce della sua scomparsa. Ecco il testo della canzone “A bocca chiusa”.

Testo di A bocca chiusa (di D. Silvestri)

Fatece largo che … passa domani, che
adesso non si può
oggi non apro , perché sciopererò
e andremo in strada co’ tutti gli striscioni
a fare come sempre la figura dei fregnoni
a me de questo sai , non me ne importa
niente
io oggi canto in mezzo all’altra gente
perché ce credo o forse per decenza
che partecipazione certo è libertà
ma è pure resistenza
e non ho scudi per proteggermi ne’
armi per difendermi
ne’ caschi per nascondermi o santi
a cui rivolgermi


ho solo questa lingua in bocca e forse
un mezzo sogno in tasca
e molti , molti errori brutti , io
però li pago tutti.
Fatece largo che … passa il corteo,
se riempiono le strade
via Merulana, così pare un presepe,
e semo tanti che quasi fa paura
o solo tre sfigati come dice la questura
e le parole, si lo so, so’ sempre quelle
ma è uscito il sole e a me me sembrano
più belle
scuola e lavoro, che temi originali
se non per quella vecchia idea de esse
tutti uguali
e senza scudi per proteggermi ne’ armi
per difendermi
ne’ caschi per nascondermi ne’ santi
a cui rivolgermi
ho solo questa lingua in bocca e se
mi tagli pure questa
io non mi fermo, scusa, canto pure
… a bocca chiusa
guarda quanta gente c’è che sa rispondere
dopo di me…
a bocca chiusa

  • Tutti dettagli sulle cinque serate del Festival di Sanremo 2013:

Prima serata

Seconda serata

Terza serata

Quarta serata

Quinta serata

Settimana di preparazione prima dell’inizio kermesse

Almamegretta – Mamma non lo sa

Malika Ayane – Niente

Simone Cristicchi – Mi manchi

Elio e le storie tese – Dannati forever

Marta sui tubi – Dispari

Chiara Galiazzo – L’esperienza dell’amore

Max Gazzè – I tuoi maledettissimi impegni

Raphael Gualazzi – Sai (ci basta un sogno)

Modà – Se si potesse non morire

Annalisa Scarrone – Non so ballare

Marco Mengoni – Bellissimo

Simona Molinari e Peter Cincotti – Dr. Jekyll e Mr. Hyde

Maria Nazionale – Quando non Parlo

Daniele Silvestri – Il Bisogno di Te (Ricatto d’onor)

  • testi delle canzoni dei Giovani di Sanremo 2013:

Blastema – Dietro l’intima ragione

Il Cile – Le parole non servono più

Irene Ghiotto – Baciami

Antonio Maggio – Mi servirebbe sapere

Renzo Rubino – Il postino (amami uomo)

Paolo Simoni – Le parole

Ilaria Porceddu – In equilibrio

Andrea Nardinocchi – Storia impossibile

  • La scenografia dell’Ariston firmata da Francesca Montinaro (link/1link/2)


Articoli che potrebbero interessarti


Festival di Sanremo 2013-"Il bisogni di te(ricatto d'onor)" di Daniele Silvestri
SANREMO 2013, TESTI: DANIELE SILVESTRI – IL BISOGNO DI TE (RICATTO D’ONOR)


elio e le storie tese
SANREMO 2013, TESTI: ELIO E LE STORIE TESE – LA CANZONE MONONOTA


annalisa scarrone
SANREMO 2013, TESTI: ANNALISA SCARRONE – SCINTILLE


Sanremo 2013-il testo di Sotto Casa di Max Gazzè
SANREMO 2013, TESTI: MAX GAZZE’ – SOTTO CASA

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.