Pino Insegno



23
novembre

Pagelle TV della Settimana (13-19/11/2017). Promossi RTL e Minetti, bocciati Insegno e Insinna

Jeremias Rodriguez

Jeremias Rodriguez

Promossi

9 a RTL. L’emittente radiofonica capeggiata da Lorenzo Suraci, anche col nuovo metodo di rilevazione, si conferma la più ascoltata d’Italia staccando le rivali, compresa Radio Rai che non ne esce benissimo (qui la classifica completa). Merito del successo, oltre all’assenza di snobismi, è anche la vetrina televisiva in grado di ottenere interessanti (nano) share.




11
novembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (3-9/11/2014): PROMOSSI MAYA E PECHINO EXPRESS. BOCCIATI PALOMBELLI E INSEGNO

Veronica Maya

Promossi

9 a The Big Bang Theory. Mentre Kaley Cuoco si aggiudicava una stella sulla Walk of Fame di Hollywood, la seguitissima sitcom è risultata – da un’indagine in rete – la serie che suscita maggior entusiasmo sul web (per maggiori info clicca qui).

8 a Veronica Maya. La conduttrice campana, dopo l’incidente sexy a Tale e Quale Show, non è mai stata tanto chiacchierata. Anni di Zecchino d’Oro e di Verdetto Finale, con ascolti da capogiro (quando il court show era al mattino), non le avevano regalato una platea così eterogenea. E, soprattutto, il “fattaccio” rimarrà negli annali dei momenti cult della nostra tv ed è stato tale da oscurare la vittoria di Serena Rossi e una partecipazione finora incolore.

7 a Pechino Express. Una trasmissione che vale la pena seguire che però negli anni si è cullata sugli elogi della critica, senza cercare di limare le proprie imperfezioni. Se la finale non ha brillato in quanto a pathos, complice anche un regolamento da raddrizzare, il programma rimane non semplicissimo da seguire. Dura troppo per un factual e manca un supporto narrativo forte che aiuti il pubblico a destreggiarsi nelle avventure dei viaggiatori. Sarà per questo che gli ascolti non sono mai esplosi?

6 ad Alessandra Amoroso. Entrare nella rosa dei finalisti del Worldwide Act agli Mtv Ema 2014 è già un buon risultato. Pazienza se la vittoria (praticamente impossibile) non è arrivata, almeno la popstar salentina si è goduta una serata tra le stelle.

Bocciati


6
novembre

PINO INSEGNO TUONA CONTRO BARBARA D’URSO: LE FA BENE AL CUORE DIRE CHE VINCE, MA I PERDENTI NON SIAMO NOI

Pino Insegno

Barbara D’Urso gongola per i risultati delle sue trasmissioni pomeridiane, ma a tentare di frenare l’euforia è Pino Insegno, che insieme a Paola Perego rappresenta la concorrenza della signora di Cologno nel dì di festa: lei al timone di Domenica Live su Canale 5, mentre la coppia guida la Domenica In di Rai 1. La corsa all’auditel tra i due contenitori, seppur sottotono, sembra essere più viva che mai; e il conduttore non ci sta a passare per vinto:

“Se alla signora Barbara D’Urso fa bene al cuore dire in giro che vince la gara degli ascolti nel pomeriggio della domenica, faccia pure. E fa niente che a noi risulta tutt’altra cosa.

Pino Insegno: “I perdenti non siamo noi. Si informino”

E’ un Pino Insegno decisamente convinto e agguerrito quello intervistato da affaritaliani.it, che ci tiene a precisare come la sua Domenica In alla fine di ogni battaglia risulti sempre in testa alla rivale Domenica Live. E il fatto che all’opinione pubblica possa arrivare – anche per bocca della stessa Maria Carmela – uno scenario (secondo lui) differente sembra mandarlo su tutte le furie:

“A me questa storia della battaglia degli ascolti non va proprio giù, ma se dobbiamo dire la verità, ebbene: che sia detta tutta. La Rai ha deciso di porre fine al frazionamento dei programmi, un’abitudine forse anche esecrabile, che serviva a sbandierare qualche punticino di share in più sui giornali. Oggi c’è un risultato univoco che riguarda l’intera trasmissione. Se però andassero a guardare le curve degli ascolti, scoprirebbero che, se in una porzione del programma è avanti Canale 5 per pochi punti di share, in quella immediatamente successiva li sorpassiamo. E si va avanti così fino a quando cediamo entrambi la linea. Ma, mi creda, parlare di televisione in questi termini è deprimente“.





13
ottobre

PINO INSEGNO: PER BONOLIS ERO IL SUO EREDE NATURALE AD AFFARI TUOI

Pino Insegno

Pino Insegno

Salutato forzatamente Reazione a Catena, Pino Insegno ha avuto modo di “rifarsi” in questa stagione con la partecipazione a Tale e Quale Show e la conduzione di Domenica In. Per il comico romano, dopo un periodo burrascoso, si tratta di una vera “manna dal cielo”; ma pensate cosa sarebbe successo se, invece, la storia fosse andata diversamente, alcuni anni fa. A raccontarlo un inedito retroscena è lo stesso Insegno che a Diva e Donna rivela di essere stato designato dallo stesso Paolo Bonolis, all’epoca volto di Rai1, come suo sostituto ad Affari Tuoi. Proprio così, per Bonolis l’ex della Premiata Ditta era il suo “erede naturale” per il game show della prima rete.

Tant’è che Fabrizio Del Noce, all’epoca Direttore, pare abbia accettato di buon grado il consiglio e, per consentire al mattatore romano di dedicarsi anima e corpo a Domenica In, convocò il doppiatore per l’access prime time della rete. Peccato che l’occasione sfumò in men che non si dica: Bonolis continuò, infatti, a tenere le redini del programma, assieme al contenitore festivo della rete ammiraglia. Un’opportunità sfumata che, però, Insegno spera di riavere in futuro, assieme alla conduzione di Reazione a Catena:


6
ottobre

DOMENICA IN: TENTAR (NON) NUOCE

Paola Perego

Questa volta almeno ci hanno provato. Domenica In si presenta ai nastri di partenza con un’idea di fondo valida, declinata in un format che vorrebbe riportare leggerezza allo storico contenitore festivo. Tuttavia non basta azionare il cervello per produrre risultati soddisfacenti. Il nuovo corso del programma Rai, targato Paola Perego e Pino Insegno, presenta più di una criticità.

Domenica In: Ancora Volare nè carne nè pesce

Se per gli ascolti è ancora prematuro esprimersi (ieri non c’era L’Arena, Domenica Live è un programma consolidato, dalle 18 c’era la concorrenza di Juve-Roma…), per i contenuti l’impressione è che ci sia ancora molto su cui lavorare. A cominciare dallo pseudo talent Ancora Volare (a proposito, sarebbe gradito che almeno i conduttori ne imparassero il nome) che si prende sin troppo sul serio.

Al di là del meccanismo non propriamente lineare, il talent si perde in chiacchiere che vorrebbero dare un tono ad una gara nata, però, con l’intento più o meno palese di strizzare l’occhio al kitsch. Insomma ci importa poco della “conferenza stampa” di Ivan Cattaneo o dell’ex biondina dei Ricchi e Poveri; se giocoforza si mette in piedi un cast di serie B, risparmiateci il diplomatico buonismo o disquisizioni su un passato (più o meno) glorioso. Sarebbe, invece, auspicabile un clima maggiormente ilare in giuria (con l’apporto di un comico o del “perfido” di turno?) o a limite l’arrivo di cover improntate all’autoironia (ricordate Wilma De Angelis versione Se… A Casa di Paola? L’autore è lo stesso di Domenica In). Se poi, al contrario, l’ambizione è quella di realizzare una “gara classica”, puntare sul rigore e non su caos e dilettantismo sarebbe più opportuno.

Domenica In: Paola Perego prende il tè in piedi!

Paradosso anche per quanto riguarda l’obiettivo (comprensibile nella teoria) di condividere con gli spettatori il momento del tè. Le chiacchiere in piedi con Ruffini e Co. non trasmettono certo rilassatezza e colloquialità agli aspettatori (ormai c’è l’ossessione dei salotti nemmeno fossero latrine). Non si è capito nemmeno il senso di lanciare l’hashtag #teconte, se non quello di far pronunciare ai conduttori “stucchevolezze” già preparate (la Perego vorrebbe prendere il tè con il Papa).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





5
ottobre

SPECIALE DM LIVE: COMMENTA IN DIRETTA IL DEBUTTO DI DOMENICA IN. VI CONVINCE?

Paola Perego e Pino Insegno

Dopo il debutto de L’Arena, che oggi riposa per lasciare campo libero al Gran Premio di Formula 1 in Giappone, alle 16.00 tocca a Domenica In esordire nel di festa della nuova stagione tv 2014/2015. Alla guida dello storico contenitore di Rai 1 l’inedita coppia formata da Paola Perego e Pino Insegno, chiamata a risollevare uno spazio (quello che precede L’Eredità domenicale di Carlo Conti) sofferente da anni. Ci riusciranno?

Per l’occasione apriamo qui su DavideMaggio.it la consueta speciale finestra dove potrete commentare in diretta e a caldo quanto accade nella nuova e rivisitata Domenica In: commenti, pensieri, critiche, pronostici di ascolto e tutto ciò che stuzzica il vostro ficcante “talento live”. Pronti?

Prima puntata Domenica In 2014/2015: Raoul e Bova e Luca Argentero inaugurano il Nuovo Cinema

Tra le novità della nuova domenica di Perego-Insegno la rubrica Nuovo Cinema di Domenica In, che in questa prima puntata viene inaugurata da due degli attori più amati dal pubblico (soprattutto femminile): arrivano in studio Raoul Bova e Luca Argentero. Lo spazio dell’intervista ha per titolo La Ricerca della Felicità con chi, dopo aver affrontato mille difficoltà, è finalmente riuscito a trovarla. Ospiti i protagonisti del musical “Jesus Christ Superstar”: Ted Neely (Gesù), Barry Dennen (Pilato) e Feysal Bonciani (Giuda). Atteso anche il premio Oscar Denzel Washington con Pino Insegno nell’intervista più “pazza” della sua carriera. Tra gli altri ospiti anche due volti simbolo del successo di Rai 1: Elena Sofia Ricci (è Suor Angela in Che Dio ci aiuti) e Milly Carlucci, fresca della vittoria di ieri sera su Tú sí que vales.

Prima puntata Domenica In 2014/2015: al via la gara canora Ancora Volare


3
ottobre

TRUE DETECTIVE: DA STASERA SBARCA SU SKY ATLANTIC LA SERIE RIVELAZIONE DI HBO. ADRIANO GIANNINI E PINO INSEGNO DOPPIANO I PROTAGONISTI

True Detective

Intensa e avvincente, questa serie in 8 episodi rappresenta una voce unica, che non ha praticamente eguali nel panorama televisivo”. Così Variety, bibbia dell’intrattenimento made in Usa, consacra True Detective, la serie di HBO che debutta stasera alle 21.10 su Sky Atlantic HD (canale 110) e in streaming anche su Sky Online.

Definita dal suo creatore Nic Pizzolatto “un’antologia visiva”, la serie ha ricevuto una cascata di premi e una grande attenzione a livello internazionale ed è stata già definita una pietra miliare della serialità. Acclamata da pubblico e critica, 12 nomination agli Emmy (5 vinti, di cui 1 a Cary Fukunaga per la sua intensa regia), un cast d’eccezione con il Premio Oscar Matthew McConaughey (Dallas Buyers Club, The wolf of Wall Street) e il nominato all’Oscar Woody Harrelson (The Messanger).

L’innovazione che True Detective porta sul piccolo schermo parte dal suo carattere prettamente autoriale: otto puntate tutte firmate da Pizzolatto, autore e screenwiter di culto, e dirette da un unico regista, Cary Fukunaga. Anche grazie a tale impostazione, la serie è stata apprezzata da critica e pubblico per la capacità di aprire un dialogo diretto con il linguaggio tipicamente cinematografico, segnando una vera e propria rivoluzione sul piccolo schermo. True Detective è un noir intenso ambientato nella paludosa Louisiana. Una detective story diversa da tutte le altre, in cui il punto focale non sono gli omicidi ma i due protagonisti, i detective Rustin Cohle e Martin Hart, interpretati rispettivamente da Matthew McConaughey e Woody Harrelson in stato di grazia.

True Detective: trama e anticipazioni


27
settembre

FERMI TUTTI! DOMENICA IN SI ALLUNGA E PARTE ALLE 16. SARA’ DIVISA IN RUBRICHE. PRIMA PUNTATA PIENA DI OSPITI: BOVA, ARGENTERO, DENZEL WASHINGTON, CARLUCCI, ELENA SOFIA RICCI, RUFFINI E TANTI ALTRI

Paola Perego e Pino Insegno

Paola Perego e Pino Insegno

Il ribaltone è servito. Avete presente il prospettato allungamento de L’Arena di Massimo Giletti? Bene. Archiviatelo. Ad allungarsi, nell’edizione 2014/2015 del contenitore domenicale di Rai 1, è – a sorpresa – Domenica In, il segmento condotto da Paola Perego e Pino Insegno che occupa la seconda parte del pomeriggio festivo dell’ammiraglia della tv pubblica. Il programma partirà alle 16, a differenza delle ultime edizioni, e porterà con sè una serie di novità che, in tutta franchezza, non ci aspettavamo.

In un rinnovato studio, spostatosi in Via Teulada, Domenica In sarà suddivisa in una serie di rubriche, i cui momenti musicali saranno rigorosamente “live” e suonati dalla nuova band del programma. Eccome come annuncia le buone nuove Rai.it.

Nuovo Cinema Domenica In

Tra le principali novità c’è il “Nuovo Cinema di Domenica In” che, nella prima puntata, avrà come protagonista la nuova “strana coppia” del cinema italiano Raoul Bova e Luca Argentero.

Kermesse canora

Inoltre una divertente kermesse canora vedrà otto glorie della musica italianacostrette” a cantare brani di oggi in coppia con giovanissimi cantanti che, invece, dovranno dimostrare la loro bravura interpretando i grandi pezzi del passato.

La Ricerca della Felicità

Lo spazio dell’intervista più emozionante ha per titolo “La Ricerca della Felicità”. Qual è la strada che porta alla felicità? Lo racconterà chi, dopo aver affrontato mille difficoltà, è finalmente riuscito a trovarla.

Gli ospiti della prima puntata