1
febbraio

STRA-BOOM! ITALIA’S GOT TALENT SU SKY. ORA E’ UFFICIALE ANCHE IL PASSAGGIO AL SATELLITE

Italia's Got Talent su Skyuno

Italia's Got Talent su Skyuno

Come un fulmine a ciel sereno, vi abbiamo comunicato ***in anteprima uno degli scoop più clamorosi*** del telemercato nostrano. E se ieri è arrivata l’ufficialità da parte di Mediaset che ha rinunciato ai diritti per lo show di FremantleMedia Italia, oggi è la stessa società di Lorenzo Mieli a comunicare con una nota che

Italia’s Got Talent passa a Sky

Fremantlemedia Italia annuncia di aver concluso un accordo con Sky Italia per la produzione in esclusiva su SkyUno delle prossime due stagioni di Italia’s Got Talent.

Fremantlemedia produrrà internamente il programma, come avviene in tutti i paesi in cui la società opera. Nell’inaugurare questa nuova fase per Got Talent la società esprime in una nota gratitudine nei confronti di Fascino e Mediaset, e in particolare di Maria De Filippi, per lo straordinario lavoro fatto sulle prime cinque edizioni del talent show: un successo enorme, costruito con cura e attenzione da una squadra di grandi professionisti.

La scelta del passaggio a Sky Italia nasce principalmente da motivazioni editoriali: l’ambizione, condivisa con la piattaforma satellitare, di produrre programmi “di nuova generazione”, che esaltino l’impatto visivo, il linguaggio narrativo, e la dimensione interattiva dei format, portandoli a uno standard qualitativo uguale o superiore alle edizioni anglosassoni, proprio come già avvenuto per X Factor.

Sky ha dimostrato la capacità di integrare nuove  tecnologie digitali facendone un esempio di “best practice internazionale”  e permettendo al talent show in onda da tre stagioni su Sky Uno di diventare un evento televisivo unico in Itali, conclude la nota.

Il comunicato di Sky

Sky Italia conferma di aver siglato un accordo con Fremantle Media Italia che riguarda i diritti delle prossime due edizioni del talent show “Italia’s Got Talent”, che dunque andrà in onda in esclusiva su Sky Uno a partire dalla prossima stagione.

Ideato da Simon Cowell, “Got Talent” rappresenta l’X Factor del talento a tutto tondo, in tutte le sue forme e declinazioni ed è il talent show di maggiore successo al mondo con edizioni che superano nei rispettivi territori il 40% di share. L’accordo tra FremantleMedia – detentrice dei diritti del format – e Sky Italia, e la scelta di passare il programma ad un’esclusiva pay, nasce direttamente dal successo delle tre edizioni di XFactor realizzate da Sky, riconosciute ormai tra le più innovative e riuscite al mondo.

Proprio le caratteristiche che hanno decretato su Sky il successo di programmi come XFactor e MasterChef, ovvero l’innovazione tecnologica al servizio del racconto, la valorizzazione del format originale, l’eleganza delle immagini e delle riprese, una gara che ha per protagonisti talenti autentici e una nuova accelerazione nel campo dell’ interazione con il pubblico a casa, rappresentano la missione che Sky intende applicare anche nella realizzazione di “Got Talent”.
Questa acquisizione rafforza in maniera sostanziale l’offerta di intrattenimento di Sky Italia; con “Got Talent” infatti l’offerta di show italiani basati sui più rilevanti format internazionali, diventa continuativa durante tutto l’anno facendo di Sky Uno e del pacchetto SkyTV un riferimento irrinunciabile per tutti coloro che amano l’intrattenimento più moderno e di qualità.

X Factor e MasterChef sono programmi che – tra le altre caratteristiche – sono riusciti a “riunire” davanti alla televisione l’intero nucleo familiare come è dimostrato da numerose ricerche e dal feedback diretto dei clienti online e ai call center di Sky. Questo è un valore particolarmente prezioso per Sky Italia, una caratteristica che Got Talent ha tutte le potenzialità di replicare ancora una volta.

Con l’acquisizione di Got Talent infine l’offerta di intrattenimento “unscripted” di Sky passa definitivamente da un approccio “ad evento” ad uno di “continuità e costanza” garantendo agli abbonati della piattaforma di avere sempre on air – in modalità lineare, on demand e on the go – un programma unico, esclusivo ed innovativo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Italia's got talent
STRA-BOOM CONFERMATO! MEDIASET RINUNCIA A ITALIA’S GOT TALENT (CHE PASSA A SKY). E’ UFFICIALE


Italia's Got Talent - sky
STRA-BOOM! ITALIA’S GOT TALENT VERSO SKY. FREMANTLE TRATTA CON LA PIATTAFORMA SATELLITARE


Gomorra 3
Palinsesti Sky 2017/2018: le serie e i film


SkySport 2017/2018
Palinsesti Sky Sport 2017/2018

29 Commenti dei lettori »

1. sboy ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 13:34

ITG è troppo ma troppo nazional popolare per il pubblico di “nicchia” di Sky. ITG non è X Factor o Master Chef



2. Gabriele90 ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 13:43

Concordo con sboy: IGT era programma di punta di canale cinque. Non viene da un’insuccesso come X factor sulla Rai. Penso che il programma di avvicinerà a quello anglosassone con una giuria (forse) in parte internazionale. Vedremo gli sviluppi.



3. Marco ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 14:07

Allora per chi non fa tv… Qui l’unica che ha perso è Mediaset e Scotti e maria che perdono un prodotto di successo che aiutava canale 5 a fare ottimi ascolti. Chi ci guadagna è fremantle che prende più soldi e SKY che sicuro farà un programma di successo come x factor con probabile la ventura e altri giudicie senza quei incapaci di belen e annichiarico. Su SKY non farà mai i numeri di canale 5 ma a
Loro non interessa questo a loro interessa lo spettacolo la qualità e la presenza di programmi nuovi con nuovi linguaggi.
Poi per tutti gli scioccati in America questa rivoluzione di portare programmi di successo è avvenuta da anni qui sta iniziando adesso è il futuro della tv è quello



4. Ciro ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 14:16

Un’ingiustizia per Mediaset, De Filippi e pubblico. La produzione si è comportata da schifo! Sono curioso, comunque, di capire SKY chi arruola come conduttori e soprattutto giurati. Spero che la Ventura non ci metta mani….!



5. Alex ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 14:38

E’ proprio vero, a Sky non interessa il numero di spettatori. Tanto ha comunque i polli che spendono ogni mese almeno 20 euro in abbonamento, a prescindere dal fatto che guardino o meno il programma.
Questo credo sia il primo caso in cui il detentore dei diritti di un programma crea un tale casino. La Talpa passò a Mediaset perchè la Rai non voleva produrne una seconda edizione, X Factor passò a Sky perchè la Rai non ha voluto rinnovare il contratto di esclusiva (gli ascolti non erano eccezionali e i costi erano considerati eccessivi per quel tipo di programma).
Io non prenderei tanto alla leggera quanto sta accadendo con IGT, perchè potremmo presto ritrovarci con una TV generalista (e non parlo solo di Mediaset, ma anche di Rai, La7 e canali minori) ricca di programmi scadenti e di pornodomeniche, e una TV satellitare ricca di programmi considerati di qualità ma seguiti da 5.000 spettatori (tanto c’è sempre pantalone che paga, cioè gli abbonati che possono essere spennati a dovere).



6. giacomo bartoluccio ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 15:04

Non è la fine del mondo, sono le leggi del mercato che qui in Italia non siamo abituati a vedere. Mediaset ora cercherà un format, magari simile, che compensi la mancanza. Visto il rapporto sky – frementle forse era inevitabile, poi un ruolo potrebbe giocarlo anche Cielo



7. Andrew ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 15:31

Come dicevo ieri, non so fino a che punto ITG su Sky possa ottenere lo stesso successo mediatico che aveva su Canale 5! La Fremantle può girarci intorno come vuole con la scusa dell’interattività, ma viste le notizie di ieri si sa che è solo un discorso di soldi.
ITG è diventato quello che è diventato soprattutto grazie ai giudici, che nella loro “importanza” (parlo ovviamente di Scotti e De Filippi) si sono messi in gioco in un ruolo diverso e col tempo hanno creato un trio amalgamato! La gente si divertiva non solo per un eventuale personaggio strambo che si presentava sul palco, ma soprattutto per come il tutto veniva trattato dai giudici.
Onestamente tra i personaggi sotto contratto Sky, non riesco a vedere delle personalità così forti da mettere come giudici, Ventura a parte (la quale però diventerebbe il giudice prezzemolo, dove la metti sta…)!
Staremo a vedere… Certo è che il discorso è diverso da Xfactor… Lì si partiva da un programma affossato dalla Rai e quindi si poteva solo far meglio! Qui si parte da un programma che ha già una sua pesante storia, e farla dimenticare mi pare molto laborioso…



8. Davide Maggio ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 15:41



9. ital ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 15:45

E se fosse iniziata una manovra di sky per mettere in ulteriore difficolta’ il fatturato pubblicitario di mediaset , gia’ in calo?
Non e’ da escludere anche questa possibilita’ ….
Mediaset taglia sempre piu’, perde quote ascolto sempre piu’ , impoverisce il suo palinsesto ….
Sky se ne approfitta giustamente, porta un titolo di successo tra i suoi … e cerca con furbizia di azzoppare un suo competitore nel mercato tv ….



10. lisa ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 15:45

Sky e’ l’ asso piglia tutto. In principio si iniziò x factor, poi e’ stata la volta della formula uno, ora igt e le olimpiadi invernali 2014.
Non c’è che dire. Il canale pulula di denaro e moneta e li investe in maniera strategica e assidua.
E le altre reti stanno a guardare….



11. Alex ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:02

Da quando Mediaset è competitor di Sky? Tolto il servizio Premium, non c’è assolutamente paragone tra le due entità (una gratuita e generalista, l’altra a pagamento e di nicchia). Io fossi in loro starei molto attento, a furia di acquistare prodotti “di qualità” e di non aumentare il numero degli abbonati rischiano di rimanere loro zoppi. Ah già, ci sono gli abbonati che si possono spennare (dopotutto anche chi ha già pagato l’abbonamento annuale deve pagare un supplemento per l’adeguamento tariffario….)



12. AlessandroRozz ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:03

SKY sta gettando le basi per fare di Sky Uno una rete (generalista) satellitare seguita da almeno 1 milione di telespettatori a serata.

Fino ad un anno fa sembrava un miracolo che un programma su Sky Uno toccasse il milione. Oggi MasterChef tocca il milione di telespettatori ogni settimana, l’altro ieri addirittura vicino ai 1,2 milioni.



13. dok188 ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:14

Mii sa che è arrivato i momennto di puntare fortemente sul ritorno della Corrida con Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Sarebbe un successo gia annunciato



14. Luca11 ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:17

Ma il “ci sono gli abbonati che si possono spennare” non lo capisco.. Finché Sky mi soddisfa con tutto il mondo che mi offre sono ben felice di spendere quei soldi, che alla fine, con le giuste promozioni non sono neanche così esorbitanti..



15. marco ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:20

Post #12 perfetto.

Sky punta a fare di Sky Uno un canale generalista che possa raccogliere in sempre più serate 1mln e passa di spettatori. Cifra che fino a due anni fa non si sarebbero manco sognati nella loro notte più ottimista… ma che il mercato sta facendo vedere possibile!!!

Tanto per gli altri ambiti sono apposto: hanno più diritti di tutte le Pay TV Europee… poi c’è Fox Sports…



16. Luca11 ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:21

Su IGT sono d’accordo su quel che si è detto.. Troppo generalista per il pubblico di Sky.. Dovrebbero renderlo meno buonista e più show forse.. Questo sarebbe l’unico modo per allontanare l’alone di Canale 5, cosa che sarà difficilissima..



17. W.Rai uno ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:40

Quindi Canale 5, si trova senza programma autunnale del sabato sera certo se questo è il risparmio, mediaset e in crisi forte per farsi scappare un pgr. da 6mln di ascolto



18. PierVivaCanale5 ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 16:41

sincero? senza Maria non sarà uguale…..



19. ital ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 17:07

Il gruppo Murdoch con sky ( ma c’e anche la digitale Cielo ) e’ un competitore di Rai e del gruppo del biscione ….
E’ noto che per fatturato insieme a Rai e Mediaset, uno dei maggiori gruppi tv presenti in Italia : il fatto che ognuno di loro poi abbia interessi primari diversi non vuol dire che operano in settori diversi !!!
Sempre di tv parliamo e insieme si dividono la torta pubblicitaria ….
Agire su Igt …vuol dire andare a cercare di azzoppare Mediaset sul fronte del remunerativo intrattenimento generalista



20. iki ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 17:45

A me fanno ridere chi parla (giustamente) di crisi in casa Mediaset.
Ma vogliamo parlare anche della Rai?
Quest’ultima prendi incassi dalla pubblicità e dal canone e fa programmi per over 65 privi di qualità.Con i SOLDI nostri.
Poi si dice che a C5 ora puó mettere il Segreto a tutte le fasce orarie perchè solo questo gli rimane di successo.
Vogliamo parlare di Don Matteo o Montalbano,spremuti come limoni da R1.
Basta con questa compassione per il Biscione perchè altrettanto ce ne vorrebbe per mamma Rai.



21. giacomo ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 18:42

Bene così,quella pseudo tv di mediaset è giusto che chiuda



22. ital ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 19:18

La rai ha 14 canali ed eccetto rai 1 non mi pare che siano rivolte le altre agli over 60 …
Rai 4 propone serie cult in chiaro , alcune delle quali trasmesse pay da sky, rai sport dedica spazio agli sport minori bistrattati perche non fanno audience, rai movie ha abbastanza spesso film gradevoli e interessanti per tutti i gusti, rai premium tra fiction e telenovele strizza l’occhio al pubblico delle donne e casalinghe …., Rai 5 da degno spazio alla musica e al balletto non commerciali oltre che al teatro !
Certo potrebbe fare di piu e meglio …
Ma l’offerta e’ varia e piu completa rispetto a mediaset, sia nelle fiction, sia nelle news, un po meno nell’intrattenimento leggero, ma sperimenta piu’ delle reti del biscione, che mai come ora appaiono smorte, vuote, eccessivamente replicose ..



23. lordchaotic ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 20:21

… e cosi sky rovinerà un altro programma decantandolo però come programma di super qualità. va beh!



24. lorenzo ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 22:10

Vedrete che a risolvere tutto ci penserà la Maria!!! La de filippi e fascino a mio parere ricreeranno gli elementi essenziali e di successo di IGT nella nuova edizione della corrida … anche perchè la IGT è una corrida moderna … forza De Filippi forza canale 5 fatelo per gli italiani che non si possono permettere di pagare il canone sky … sono sicuro che ce la farete!!!



25. lorenzo ha scritto:

1 febbraio 2014 alle 23:43

La domanda ora è … ma Belen adesso cosa farà?? ;)



26. eldiablo ha scritto:

2 febbraio 2014 alle 00:18

Odio sky da quando ha iniziato a “rubare” gli sport e in particolare la F1. Non parliamo poi del loro atteggiamento di superiorità che non sopporto. Premesso questo vorrei fare delle considerazioni che chiedo a voi che siete sicuramente più esperti. Come fanno loro a pagare: Diritti calcio (campionato, uefa, champions, mondiali); Diritti motomondiale; Diritti Formula 1; Diritti Olimpiadi; vari format internazionali e il resto dei vari canali tematici??? dove prendono i soldi??. Con i soli abbonati la vedo dura fare tutto ciò.. E poi chiedo… loro fatturano e pagano le tasse in Italia? o hanno la residenza fiscale da un’altra parte?



27. Fiore ha scritto:

2 febbraio 2014 alle 21:55

NOOO nn è giusto!!!!! Lasciate qualcosa a noi ke nn abbiamo abbonamenti a tv a pagamento!!!



28. lele ha scritto:

5 febbraio 2014 alle 10:11

perchè mediaset si è lasciata sfuggire sto programma? perchè sky si ostina a inseguire la generalista?

@eldiablo
sky “ruba” semplicemente perchè ha soldi per comprare e di certo non evade (o almeno spero), avendo partita iva qui in italia. Dobbiamo iniziarci ad abituare all’idea che lo sport sarà sempre più pay. E non solo qui in Italia…



29. GianCarlo ha scritto:

6 febbraio 2014 alle 16:13

eldiablo# sai che il tuo quesito non è poi così irreale?
Sky Italia certamente fattura in Italia, ma ha alle spalle “mammaSKY” una multinazionale con sede in Inghilterra (credo Londra)il cui proprietario è il magnate Murdoch (che a Berlusconi gli fa una pippa) presente in quasi tutto il mondo, che rifornisce la “pargoletta” di soldi freschi freschi ogni volta ne ha bisogno.Poi ci sono gli abbonati, italiani, i quali per vedere il calcio 24ore al giorno, accettano prezzi ed aumenti posizionandosi a pecora. Certo la Rai ha il canone (che non si capisce perchè essendo una tassa di possesso del televisore i ricavati poi vadano solo alla RAI). MEDIASET è quella più penalizzata, a mio vedere, perchè in un periodo di stasi economica come quella nostra attuale, dove chi dovrebbe investire non investe, chi subisce un calo di introiti (cioè meno soldi) è proprio LEI. Normale quindi dover fare delle scelte, salvaguardando i migliaia di posti di lavoro al suo interno. Ecco SKY Italia molti problemi di cash non se li pone, perchè se pure in Italia le cose andassero male, comunque verrebbe in soccorso la CasaMadre.
E poi fatemi dire una cosa su sta menata dei programmi di qualità di SKY: cioè se la suonano e se la cantano da soli? Ma perchè Rai e Mediaset non sono capaci? Eppure prima di SkyItalia la televisione la guardavamo lo stesso. . . Ed anche chi ci lavora, scendete dal piedistallo, non siete migliori degli altri, comunque il vostro share è da 3°mondo!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.