14
settembre

TALE E QUALE: LO SHOW NASCE QUANDO FABRIZIO FRIZZI DIVENTA PIERO PELU’ ED E’ CREDIBILE

Tale e Quale show 3 - Fabrizio Frizzi

I talent ci hanno insegnato che, con un po’ d’impegno, si può imparare a cantare e ballare decentemente anche se prima non l’avevi mai fatto, ma imitare è un’altra cosa, almeno sembrerebbe. Ma con dei truccatori e parrucchieri bravi alle spalle, con dei costumi impeccabili e con un personaggio da imitare che abbia delle caratteristiche particolari, si può fare. E poi, se Fabrizio Frizzi è stato in grado di diventare Pero Pelù ieri sera su Rai 1 e vincere la prima puntata di Tale e Quale show 3, allora c’è speranza per tutti.

Fabrizio Frizzi/Pero Pelù vince la prima puntata di Tale e Quale show 3

La terza edizione di Tale e Quale show ha raccolto dieci artisti molto diversi tra loro che nella prima puntata si sono esibiti in ruoli ancor più diversi e diversi erano anche i gradi di difficoltà da affrontare. Prendete una Roberta Lanfranchi, per esempio, brava quanto vogliamo, che deve imitare Laura Pausini senza avere nessuna possibilità di avvicinarsi a quella voce così potente e senza avere nessuna caratteristica fisica a cui aggrapparsi, a parte i denti larghi. Sembrava spacciata ma un quarto posto l’ha portato a casa lo stesso.

Altra cosa quando invece il personaggio da proporre si fa notare per la propria fisicità, come il Demis Roussos di Riccardo Fogli che, anche solo per la sua tunica viola e dorata riempita a dovere per farne lievitare il corpo, poteva cavarsela (ma è finito comunque in fondo alla classifica). C’è poi chi come Fiordaliso ha finito quasi con l’essere posseduta dal suo alter ego, Loredana Bertè, tanto da non riuscire a smettere di farle il verso neanche ad esibizione finita; chi come Kaspar Capparoni, merito dell’impegno o della natura, sembrava proprio avere la fisionomia di David Bowie e chi, come Attilio Fontana, era meglio o quasi dell’originale Nek.

I cantanti di professione hanno dalla loro la musicalità nella voce che agli altri manca, ma ad essere avvantaggiati sono anche gli attori, capaci di cogliere le movenze degli originali e riproporle così da colpire subito al cuore chi guarda. Un po’ più defilati rispetto agli altri concorrenti Clizia Fornasier, che non ha convinto molto nella sua interpretazione di Britney Spears, Chiara Noschese nei panni di Rita Pavone (apprezzata però dalla giuria) e Silvia Salemi, a cui era stato assegnato il difficile compito di imitare un uomo, Marco Mengoni.

Carlo Conti ci ha tenuto a ringraziare per la partecipazione Frizzi e Amadeus, conduttori prestati a questo show e disposti a mettersi in gioco con grande umiltà, il primo con risultati sorprendenti, il secondo con un Renzo Arbore che lasciava un po’ a desiderare. Oltre ai dieci concorrenti, c’è stata poi l’esibizione di Gabriele Cirilli, che ha partecipato lo scorso anno ed è rimasto nel cast fisso della trasmissione per compiere in ogni puntata una mission impossible e quella di ieri un po’ lo era: rappresentare tutti e tre i componenti de I ricchi e poveri, che poi lo hanno raggiunto in studio per cantare con lui.

Come già successo nelle precedenti edizioni, un ruolo importante nell’equilibrio dello show lo ha avuto la giuria, nella quale si è distinta per serietà e serenità di pensiero Loretta Goggi (il che, ricordando il passato, è tutto dire), che ha dovuto riprendere le intemperanze di Christian De Sica e Claudio Lippi.

A parte qualche piccola defaillance, Tale e Quale si conferma davvero uno show, uno di quelli che serve nel venerdì sera e che si riconferma come una delle “novità” più riuscite degli ultimi anni. Per la prossima settimana, aspettiamo con ansia il Domenico Modugno di Capparoni e il Jovanotti di Amadeus, ma cominciamo già a preoccuparci per il Gianni Morandi che dovrà proporci Fiordaliso…

[TALE E QUALE SHOW 3 - FIORDALISO]

[TALE E QUALE SHOW 3 - FABRIZIO FRIZZI]

[TALE E QUALE SHOW 3 - AMADEUS]

[TALE E QUALE SHOW 3 - ATTILIO FONTANA]

[TALE E QUALE SHOW 3 - CLIZIA FORNASIER]

[TALE E QUALE SHOW 3 - CHIARA NOSCHESE]

[TALE E QUALE SHOW 3 - RICCARDO FOGLI]

[TALE E QUALE SHOW 3 - SILVIA SALEMI]

[TALE E QUALE SHOW 3 - ROBERTA LANFRANCHI]

[TALE E QUALE SHOW 3 - KASPAR CAPPARONI]

#TeleRatti2013 Vota il peggio della Tv

CLICCA QUI

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Tale e Quale Show: Annalisa Minetti imita Celine Dion
Tale e Quale di nome e di fatto


I Fatti Vostri
I Fatti Vostri: Magalli unico padrone di casa di un format sempre uguale a se stesso


Mara Maionchi
X Factor 2017: è subito Mara Maionchi show. Ecco i concorrenti ammessi


Pechino Express 2017 - Gli Egger
Pechino Express 2017, prima puntata: i capricci della «marchesa» Egger scalzano Antonella Elia

10 Commenti dei lettori »

1. fill ha scritto:

14 settembre 2013 alle 11:16

l’ho gia’ commentato nell’altro articolo, non capisco il quarto posto della lanfranchi completamente stonata, salemi molto caricata sulla pronuncia (mengoni non e’ inglese e lei sembrava shel shapiro!) fiordaliso piu’ patetica dell’originale. bene frizzi, una vera sorpresa, gli altri senza infamia e senza lode.



2. Marco89 ha scritto:

14 settembre 2013 alle 11:40

No dai Nek non si tocca, bravo Fontana ma Nek è Nek.
Io non ho seguito tutte le esibizioni, ho girato durante le pubblicità di Baciamo le mani ma il programma continua ad essere ottimo. Fiordaliso la migliore che ho visto, era identica ma identica proprio, la Salemi è stata fin troppo brava.
L’ unico neo, la riproposizione delle imitazioni: Bertè, Pausini, Modugno, Jovanotti erano già stati interpretati l’ anno scorso e già ritornano.
Il mio sogno è che qualcuno imiti Kekko, prima o dopo.



3. tinina ha scritto:

14 settembre 2013 alle 11:50

Non ho visto il programma, ne’ questa prima puntata della nuova edizione ne’ l’edizione dello scorso anno, ma ha giudicare dalla foto complimentissimi ai truccatori, Frizzi sembra proprio Pelù!



4. tinina ha scritto:

14 settembre 2013 alle 11:51

Mamma mia ragazzi, sto ancora dormendo! Che orrore, naturalmente volevo scrivere “A giudicare” (senza acca). Mi inginocchio sui ceci e mi fustigo da sola!!!!



5. Elena ha scritto:

14 settembre 2013 alle 12:02

Anch’io sono rimasta stupefatta dal quarto posto della Lanfranchi! Lei si è impegnata e si è visto, all’inizio sembrava pure ci somigliasse…. poi appena ha alzato la voce, ha solo stonato! (mi domando tra l’altro come abbia fatto a fare musical in tutta Italia, questo la dice lunga…).

Mi ha stupito invece positivamente Frizzi, che avrei fatto vincere anch’io assolutamente!

La Salemi ha fatto troppi versi, onestamente non mi è piaciuta, però è vero che aveva il compito più difficile. Mengoni può piacere o no, ma ha una voce molto particolare, e un’ estensione di tutto rispetto, in più, rispetto alla Salemi, ovviamente, è un uomo, quindi era assolutamente svantaggiata!

Fontana molto bravo, la voce sembrava quella, e anch’io lo preferisco a Nek ;)

Fiordaliso è già uguale alla Bertè, sono meno “stravolta”. Bocca e naso rifatti allo stesso modo, con i capelli neri… la aiutavano già molto! Comunque brava, sicuramente meritava di stare in alto nella classifica!



6. Nina ha scritto:

14 settembre 2013 alle 15:02

Io ho visto la Lanfranchi e non mi è piaciuta. Che cattivo gusto i costumisti ad imbottirle il sedere ed i giudici a sottolinearlo. In fondo la Pausini è bella così com’è.



7. Debra ha scritto:

14 settembre 2013 alle 15:49

Con l’Auto-Tune è buona anche mia nonna a cantare, show ridicolo.



8. rien ha scritto:

14 settembre 2013 alle 18:07

La Lanfranchi, ha tanta volontà, ma è negata per il canto per il tipo di voce che ha, anche nel parlato ha un timbro poco gradevole.
Fontana, è stata una sorpresa, credevo non avesse voce (mi ricordo ancora la disastrosa esibizione al festival di Sanremo ai tempi dei ragazzi italiani) e “Laura non c’è” non è facile da cantare, richiede un’estensione non indifferente.



9. Anna Maria ha scritto:

15 settembre 2013 alle 13:24

Ironizzare su Loretta Goggi,dicendo che” si è distinta per serietà e serenità di pensiero(il che ricordando il passato è tutto dire)”,è demenziale !A quale passato si riferisce,l’autore di questa delirante cattiveria?Alla sua uscita a “Miss Italia”, di cui qualunque giornalista degno di essere definito tale ,dovrebbe conoscere gli “oscuri retroscena”?La Goggi fu intrappolata per oltre 15 minuti,dentro a un sipario elettronico ,per permettere a Bongiorno e al suo “compagnuccio di merende”Fiorello,con la complicità di “Rai e company,una “marchetta”sottobanco di “Infostrada”! Ma questo Davide Maggio non lo sa vero? E il fatto che la Goggi con un ruolo da conduttrice, non ci stesse , a essere trattata con un plateale imbroglio, come una qualunque valletta, l’autorizza a pensare che sia ” fuori di testa”? O la dileggia per la sua “instabilità “emotiva, dopo la straziante perdita del marito?Invece di occuparsi della “serenità del pensiero”della Goggi,si preoccupi della sua…ammesso che sappia cosa sia il “pensiero”!



10. Stefania Stefanelli ha scritto:

20 settembre 2013 alle 12:34

Anna Maria, perdona il ritardo della mia risposta. Il commento, ironico, sulla Goggi era riferito alla scorsa edizione di Tale e Quale Show dove personalmente talvolta mi è sembrata stralunata, e nella recensione è il mio punto di vista che viene fuori, ovviamente. Ma, in effetti, l’uscita a Miss Italia, per quanto magari giustificata, non gioca a suo favore.
Che poi tu possa pensare che mi riferissi al dolore personale provato da una grande artista per la perdita del marito, è un pensiero talmente brutto da non farti onore.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.