24
giugno

Fabio Fazio su Rai1: pronto un super accordo da 11,2 milioni di euro con «eventuale Sanremo»

Fabio Fazio

Fabio Fazio pigliatutto. E va all’incasso. Se fino all’altro ieri il conduttore lamentava di non essere considerato un valore dalla Rai, ora non potrà più farlo: il suo nuovo accordo in esclusiva con l’azienda di Viale Mazzini – approvato ieri dal CdA – prevederebbe infatti un impianto complessivo da 11,2 milioni di euro. Tanto varrebbe la promozione di Fazio su Rai1 come produttore indipendente dei suoi stessi programmi. E tra i passaggi del contratto in questione ci sarebbe anche una “eventuale conduzione del Festival di Sanremo“. En plein.

La proposta negoziale voluta dal nuovo DG Mario Orfeo e avallata dal Cda è degna di una super star del piccolo schermo. Stando a quanto risulta, per Fazio sarebbe pronto un compenso annuo garantito di 2,8 milioni di euro per quattro stagioni in vista del suo nuovo impegno su Rai1. 11,2 milioni in totale. La cifra comprende i diritti di acquisizione del format Che tempo che fa, che appartengono al presentatore. Nello specifico, a Fazio saranno affidate trentadue puntate da tre ore in prime time la domenica e altrettante da un’ora il lunedì, in seconda serata dopo la fiction.

L’ulteriore novità è che il presentatore savonese – come aveva già dichiarato in passato – intende diventare produttore dei suoi stessi programmi ed abbandonare così Endemol. Dalla prossima stagione, quindi, la realizzazione delle trasmissioni faziesche potrebbe passare ad una società di prossima costituzione della quale il conduttore stesso sarà socio e a cui la Rai si starebbe apprestando a versare altri 10,8 milioni di euro per la produzione delle puntate, i cachet degli ospiti e l’organizzazione (ricordiamo che si tratta pur sempre di un format di interviste, non di un mega show). Una prospettiva in netta controtendenza rispetto al passato, quando la Rai versava quattrini ad Endemol, il cui impianto sembrava indispensabile alla realizzazione del programma.

Il ‘contrattone’ di tutto riguardo, nel documento sottoposto al Cda viene definito “non confrontabile” con il precedente, visto il differente e più vasto impegno dell’artista. E tanti saluti al famigerato tetto dei 240mila euro di compenso – qui sforato di dieci volte! – che avrebbe potuto riguardare anche Fazio se non fosse sopraggiunta la recentissima deroga promulgata dal CdA per le prestazioni artistiche.

Le astutissime mosse e le dichiarazioni con cui il conduttore si era messo su piazza hanno funzionato. Pare infatti che a segnalare l’urgenza di un nuovo accordo con il buon Fabio sia stato lo stesso DG Orfeo, comunicando che c’erano fondati motivi per ritenere che l’artista avesse concluso un accordo con un’altra emittente. Così, è scattata la profumatissima offerta che, tra i vari punti, prevederebbe – secondo Il Sole24Ore – anche una “eventuale conduzione del Festival di Sanremo”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fabio Fazio
Se l’affaire Fazio è questione di (im)moralità


Fabio Fazio, Mario Orfeo
Fabio Fazio su Rai1: costi e ricavi di Che tempo che fa. Ecco le cifre


Fabio Fazio
Palinsesti 2017/2018: la Rai tenta Fabio Fazio con la promozione su Rai1


Che tempo che fa su Raiuno
CHE TEMPO CHE FA: SPUNTA L’IPOTESI DI UN TRASLOCO SU RAI1

23 Commenti dei lettori »

1. FedEx ha scritto:

24 giugno 2017 alle 15:18

Per carità! Ma non poteva andarsene a Sky?



2. Nina ha scritto:

24 giugno 2017 alle 15:38

@Fedex: ma che scherzi? Dove lo trovano un altro così servile e prono?



3. Anna ha scritto:

24 giugno 2017 alle 15:47

E’ uno schiaffo a tutti gli italiani che faticano ad arrivare afine mese con stipendi ( se sono fortunati) di 1000 euro mensili. Mandatelo in miniero questo quattrocchi presuntuoso e ridicolo!



4. Anna ha scritto:

24 giugno 2017 alle 15:48

volevo scrivere MINIERA*



5. controcorrente ha scritto:

24 giugno 2017 alle 16:34

mi sembra giusto pagare a peso d’oro. uno che alla domenica fa’ l’11%.. e il cui suo ultimo Sanremo non supero’ il 38%… bene bene



6. Lina ha scritto:

24 giugno 2017 alle 16:46

Una vergogna!!!



7. silvia ha scritto:

24 giugno 2017 alle 17:56

no, non è possibile……non si può fare niente per bloccare questi compensi?????? ma alla rai si sono bevuti tutti il cervello????chi di dovere intervenga non è possibile che certa gente prenda cifre simili mentre gli italiani sono in grosse difficoltà…….bisogna cacciare via tutti direttori, cda, consiglieri ecc. v e r g o g n a!!!!



8. Srich ha scritto:

24 giugno 2017 alle 18:28

Partendo dal presupposto che le cifre le fa il mercato e non la gente che non arriva a fine mesehh, trovo un po’ azzardato fare un contratto così lungo.
Sicuramente passando su raiuno crescerà CTCF, ma se disgraziatamente per loro rimanesse all’11% che si fa? Ti tieni Fazio per 4 anni non sapendo che fargli fare al posto di quei 32 prime time?

Diverso è il discorso di Sanremo, se Fazio tornasse all’Ariston sarebbe un suicidio tanto per lui quanto per la Rai, mi auguro non siano così stupidi da riprovarci a breve. Piuttosto Rovazzi-Morandi, ma con Fazio si va verso il flop.



9. gianfranco sannino ha scritto:

24 giugno 2017 alle 19:50

A mio avviso Fazio è uno dei sopravvalutati in tv e non è un personaggiod a RAIUNO ne’ tantomeno da Sanremo, ricordiamoci il suo ultimo festival che nulla aveva in comune con quelli briosi dei suoi primi festival..
Mah la rai vuole affossarsi da sola con queste scelte.



10. Claudio ha scritto:

25 giugno 2017 alle 11:31

Penso che la questione, in generale, sia posta in modo tale da far emergere la superficialità di chi si limita a paragonare il compenso di un fuoriclasse della tv con le migliaia di persone che guadagnano 1.000 euro al mese. Sono scelte di vita diverse, che non possono essere paragonate.
Che tempo che fa porta nelle casse della Rai introiti pubblicitari più alti rispetto a quanto costa. Aggiungo anche che, in ogni caso, non sarebbe neppure sbagliato che una parte del costo fosse coperta dal canone, il problema non si pone perché è questo che significa essere un valore per un’azienda, tutto il resto è fuffa, facile e demagoga
Se io avessi una pizzeria e il mio pizzaiolo fosse così bravo da farmi incassare 10.000, io lo pagherei 1000, anche se sul mercato il costo di un comune pizzaiolo, che rende 800, fosse 200. Resa l’idea?



11. cristina ha scritto:

25 giugno 2017 alle 12:43

Cara Silvia, il direttore di prima ci ha provato ha bloccarli gli stipendi…risultato l’hanno costretto a dimettersi…..hai ragione tu è davvero un magna magna schifoso e poi certi conduttori fanno la morale agli altri (che sprecano i soldi e rubano a destra e a manca) ma anche in rai i conduttori e i giornalisti non scherzano!!! RAI VERGOGNA!!!



12. Sabato ha scritto:

25 giugno 2017 alle 13:00

Claudio, bravissimo! Complimenti per la tua lucidità. Sembrano concetti elementari, ma molti non c’arrivano… Vorrei aggiungere che il valore di Fazio non è dato solo dal successo di Che Tempo Che Fa, ma da anni e anni di successi (e di qualità!) in Rai.



13. Mickey ha scritto:

25 giugno 2017 alle 13:57

Per Claudio e Sabato: CLAP CLAP!

(E fregatevene dei soliti fascisti, analfabeti come capre, che hanno deciso di rendere pubblica la loro ignoranza; resteranno sempre e solo quattro gatti)



14. controcorrente ha scritto:

25 giugno 2017 alle 17:18

@Claudio – @Sabato.. la lucidita’ voi ce l’avete nella lingua.. non di certo nel cervello..MA CHI VOLETE PRENDERE PER IL…. ora uno che fa’ alla domenica l’11%di share vale 2 milioni di €… allora come mai Giletti anziche’ prenderne 4 mln..visto che lui fa’ il 20% prendeva 500.00 € ??? e se davvero Fazio ha tutto questo valore.. come mai la 7- Mediaset o altre reti non l’hanno portato via a suon di soldi ???
siete anche voi comparse di tutta questa sceneggiata che ha messo su questo LECCHINO DI STATO .. e che spero gli si rivolti contro al primo programma che fara’ (anche se il pubblico televisivo lo ha gia’ punito… CHE TEMPO CHE FA negli anni scorsi era al 16-17% ora 10-11%.. e ancora mi venite a dire che e’ un furiclasse !! BUFFONI !!! )



15. Luca ha scritto:

25 giugno 2017 alle 17:20

fatemi capire
Quasi 3 milioni dieuro all’anno per fare il 10-12 % di ascolti ?
Ma fatela finita,siete RIDICOLI
A tutti i benpensanti che ritengono il sig. Fazio come l’ultimo baluardo alle forze oscure fasciste, razziste e antidemocratiche vorrei farvi solo una rumorosissima e calorosissima pernacchia
Al sig. Fazio danno tutti questi soldi perchè svolge opera di indottrinamento verso il pensiero finto buonista e sinistroide,insieme ai vari gramellini e littizzette
NON certo per gli introiti pubblicitari
Poi come si dice in questi casi : non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire



16. Luca ha scritto:

25 giugno 2017 alle 17:48

@ controcorrente
Stavamo scrivendo insieme ,più o meno lo stesso concetto
Ciao



17. Claudio ha scritto:

25 giugno 2017 alle 18:29

@ controcorrente
Fazio fa l’11% su Rai 3, in una serata tradizionalmente forte per Rai 1 (fiction) e Italia 1 (Le Iene), con il posticipo di Serie A e dove Canale 5 è stata costretta a difendersi con Il Segreto. Senza aggiungere poi che la controprogrammazione di Minoli su La 7 non ha smosso di un millimetro gli equilibri preesistenti.
Su Giletti non aggiungo nulla, questo è un post che parla di Fazio.
Ritengo poi che Mediaset non fosse un opzione. L’informazione del Biscione ha seguito una strada editoriale diametralmente opposta a quella scelta da Fazio. Per La 7, invece, sarebbe stato un ottimo colpo, non so però se ci siano stati contatti e se questi siano sfociati in un’offerta (a questo punto rifiutata).
Un’ultima notazione solo per constatare che tutte le reti televisive tradizionali hanno subito una drastica riduzione degli ascolti per effetto dei canali nativi digitali, non solo Che tempo che fa.



18. Sabato ha scritto:

25 giugno 2017 alle 19:38

Sottoscrivo ancora una volta il commento di Claudio, lucido, chiaro e completo. Se non capite la differenza fra le possibilità auditel di un programma della domenica pomeriggio di Rai1 e quelle di un programma della domenica sera di Rai3, dimostrate ancora una volta che le vostre valutazioni sono campate per aria e non basate su numeri, fatti e criteri oggettivi. Non mi stupisco che facciate certi commenti, se vi mancano le basi (oltre alla lucidità)!



19. Giuseppe ha scritto:

25 giugno 2017 alle 20:22

Considerati gli introiti pubblicitari che ha garantito finora alla Rai e l’ancor più elevato valore aggiunto culturale elargito dai suoi programmi, Fazio meriterebbe maggiori compensi.

Lassù dove si puote si dovrebbe cominciare a pensare anche a riconoscimenti onorifici, magari a una scultura equestre: la statua di Fazio appresso la statua del cavallo morente rappresenterebbe in modo perfetto la situazione.



20. controcorrente ha scritto:

25 giugno 2017 alle 21:03

@Claudio e @sabato.. quante cretinate scrivete!!! tutto cio’ che scrivete e’ indiscutibile.. cio’ che scrivono gli altri senza senso.. o perche’ parlo di 2 reti diverse.. o di 2 fasce orarie diverse.. o perche’ adesso c’è il digitale.. o perche’ c’è la partita… io so’ solo che non si danno 12 mln a UN MEDIOCRE omuncolo avido e arraffone e intanto si aumenta il ticket ai medicinali di gente che prende 500 € di pensione.. la Rai e’ TV di stato.. il tetto di 240 mla € era piu’ che giustificabile.. non deve seguire gli ascolti.. e se poi perde con le tv commerciali chi se ne frega ? intanto fa’ tv di qualita’ coi giusti soldi.. Non oso nemmeno immaginare cosa sarebbe saltato fuori in Rai con Fazio Conti e Clerici fuori dalle… o non ricordate cosa successe a fine anni 80 quando rai 1 si trovo’ in 3 settimane senza Baudo-Carra’ e Bonaccorti ?… era data per spacciata.. e ne venne fuori una delle stagioni piu’ viste della sua storia…



21. Nina ha scritto:

26 giugno 2017 alle 10:04

Ma no ragazzi, Sabato è l’unico lucido, è l’unico che può permettersi di ripetere quattro dati, che solo lui ritiene importanti, e di dare del deficiente a chiunque non la pensi come lui. Questa è CULTURA!



22. Claudio ha scritto:

26 giugno 2017 alle 13:50

@ controcorrente
Il punto è che io considero Fabio Fazio un Valore per la Rai, non solo perché riesce a fare ottimi ascolti ma anche perché li ottiene attraverso un intrattenimento che sa essere, al tempo, leggero ed impegnato e questo, io, non fatico a definirlo Servizio Pubblico. Il fatto poi che il tutto attragga risorse pubblicitarie tali da coprirne il costo, non può che farmi piacere.
Evidentemente abbiamo visioni differenti.



23. Nina ha scritto:

26 giugno 2017 alle 15:11

@Claudio: a me fa piacere di leggere un messaggio(ore 13.50) intelligente, educato e che marca la distanza con certe follie volte solo ad accendere polemiche sterili.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.