compensi



2
maggio

Mediaset, il bilancio 2017 torna all’utile. Crescono gli stipendi dei top manager: Confalonieri doppia Piersilvio

Piersilvio Berlusconi

Dopo la batosta economica dell’anno precedente, con perdite record causate dal braccio di ferro con Vivendi, nel 2017 Mediaset è tornata all’utile. L’azienda di Cologno Monzese – si legge nel bilancio della stagione conclusasi il dicembre scorso – ha registrato un utile netto di 90,5 milioni, a fronte del buco da 294,5 milioni di euro che nel 2016 aveva gravato sulle casse del gruppo. “Usciamo da un momento molto complicato” ha ammesso il vicepresidente Mediaset Piersilvio Berlusconi, che si è detto soddisfatto per i recenti risultati. Ecco i dati.




6
febbraio

Sanremo 2018: i compensi dei conduttori. Ecco quanto percepiscono Baglioni, Hunziker e Favino

Baglioni, Hunziker, Favino

Ormai è una tradizione, un rito irrinunciabile. Ogni Festival di Sanremo che si rispetti è preceduto dalle indiscrezioni e dalle polemiche sui compensi che percepiranno i conduttori della kermesse. Anche quest’anno l’abitudine è stata rispettata: i cachet sono quelli propri di un grande evento, anche se sono ormai lontani i tempi in cui i presentatori ricevevano cifre astronomiche. Ecco quanto riceveranno Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.


20
luglio

Bbc, pubblicati nomi e compensi delle star più pagate. Ecco quanto guadagnano

Chris Evans, Bbc

Il più pagato è il conduttore radiofonico, che non disdegna la tv, Chris Evans, che guadagna più di 2,2 milioni di sterline, seguito dal collega televisivo Gary Lineker. La Bbc è stata di parola: ha fatto i nomi e le cifre. Rispondendo ad una formale richiesta del governo di Londra, l’emittente del servizio pubblico britannico è stata costretta a rendere noto l’elenco dei suoi dipendenti che guadagnano più di 150mila sterline (circa 180mila euro) l’anno. Il provvedimento, analogo a quello che alcuni vorrebbero applicare alla Rai, ha riguardato 96 persone, tra cui alcuni nomi noti al pubblico.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





10
luglio

Bbc come la Rai: polemiche sui compensi dei conduttori. E c’è chi pensa al «tetto stipendi»

Sir David Clementi, BBC

Gira e rigira, tutto il mondo è paese. Belpaese. E così si scopre che anche la Bbc (tanto citata dai manager del servizio pubblico nostrano) ha qualcosa in comune con la Rai. Mentre a Viale Mazzini non si placa la bufera per il contratto milionario di Fabio Fazio, i media britannici danno notizia di polemiche sorte contro la Bbc per l’ammontare dei compensi di circa cento personalità, tra cui giornalisti e commentatori politici. In due casi – si apprende – i guadagni supererebbero quelli del primo ministro Theresa May. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


24
giugno

Fabio Fazio su Rai1: pronto un super accordo da 11,2 milioni di euro con «eventuale Sanremo»

Fabio Fazio

Fabio Fazio pigliatutto. E va all’incasso. Se fino all’altro ieri il conduttore lamentava di non essere considerato un valore dalla Rai, ora non potrà più farlo: il suo nuovo accordo in esclusiva con l’azienda di Viale Mazzini – approvato ieri dal CdA – prevederebbe infatti un impianto complessivo da 11,2 milioni di euro. Tanto varrebbe la promozione di Fazio su Rai1 come produttore indipendente dei suoi stessi programmi. E tra i passaggi del contratto in questione ci sarebbe anche una “eventuale conduzione del Festival di Sanremo“. En plein.





14
giugno

CdA Rai: i compensi delle star supereranno il tetto dei 240mila euro. Via libera alle deroghe

Monica Maggioni

Monica Maggioni

I compensi degli artisti Rai potranno superare il famigerato tetto. A mettere un punto fermo sulla questione che tiene banco ormai da mesi è stato il CdA di Viale Mazzini, che nella seduta odierna ha dato l’ok alla delibera sul piano per l’individuazione e la remunerazione dei contratti che possono superare il limite dei 240 mila euro in virtù di “prestazioni artistiche“. A stabilire chi potrà beneficiare delle deroghe saranno criteri oggettivi, si legge in una nota del servizio pubblico.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


25
maggio

Bruno Vespa scrive al CdA Rai per il tetto-compensi: «Tra un Fazio che si occupa di Falcone e un Vespa che fa una puntata su Ballando, chi è l’artista e chi il giornalista?»

Bruno Vespa

Bruno Vespa

“Cara Presidente e cari Consiglieri”. Inizia così il testo della lettera che Bruno Vespa ha deciso di inviare ai vertici di Viale Mazzini, lunedì scorso, nel corso dell’ultimo infuocato CdA, in cui è stato bocciato il piano informazione proposto dal DG Campo Dall’Orto. La riflessione proposta dal conduttore di Porta a Porta si riferisce al suo possibile inquadramento come giornalista -quindi non come artista- e dunque soggetto al fastidioso tetto compensi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


5
maggio

Rai, tetto stipendi: per il Governo «è sempre stato chiaro» che non riguardasse gli artisti. Dirlo subito, no?

Rai

Bastava dirlo subito, allora. Per il Governo “è sempre stato chiaro che la norma sul tetto agli stipendi Rai non includesse in alcun modo le prestazioni artistiche. Lo ha fatto sapere il sottosegretario allo Sviluppo economico Antonello Giacomelli, le cui dichiarazioni arrivano dopo settimane di discussioni al riguardo. Se da Palazzo Chigi si fossero espressi sin da subito con tale chiarezza, ci saremmo risparmiati inutili rimpalli di responsabilità tra Viale Mazzini e l’esecutivo. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,