16
giugno

Palinsesti 2017/2018: la Rai tenta Fabio Fazio con la promozione su Rai1

Fabio Fazio

Di un suo trasloco su Rai1 si era parlato più volte in passato, ma invano. Ora, invece, per Fabio Fazio sarebbe fatta. Qualora decidesse di rinnovare il suo contratto con la Rai, per il conduttore di Che tempo che fa si aprirebbero le porte della rete ammiraglia con uno spazio alla domenica. La promozione del popolare presentatore – secondo le indiscrezioni – è una delle novità più interessanti dei palinsesti autunnali di Viale Mazzini presentati ieri al CdA.

Tanto tuonò che (l’offerta di Rai1) piovve. Dopo aver spiegato di essere pronto a lasciare il servizio pubblico nel caso la sua presenza non fosse stata considerata un valore, Fabio Fazio sarebbe finalmente riuscito ad ottenere uno spazio fisso nel palinsesto della rete ammiraglia. Forte dei dati d’ascolto collezionati su Rai3 con Che tempo che fa, dalla prossima stagione il conduttore potrebbe approdare su Rai1 alla domenica, sempre nella fascia serale ovviamente.

La promozione, contenuta nei palinsesti autunnali del servizio pubblico, attende di essere ufficializzata alla stampa (la programmazione verrà presentata a Milano il 28 giugno prossimo). A patto che Fabio Fazio decida di rinnovare il proprio contratto con la Rai. In tempi non sospetti, il conduttore aveva fatto capire che la sua permanenza a Viale Mazzini era incerta: ora, l’offerta della rete ammiraglia e il via libera del CdA ai super stipendi per le star oltre i 240mila euro potrebbero essere due motivi validi per rimanere.

Sul fronte Rai3, Fazio non è l’unico conduttore ad essere stato ‘promosso’. Come vi avevamo anticipato su queste pagine, infatti, anche il conduttore di Agorà Gerardo Greco è stato premiato con la nomina a direttore del Giornale Radio e Radio 1. Prenderà il posto di Andrea Montanari, che invece sarà il nuovo direttore del Tg1.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fabio Fazio
Se l’affaire Fazio è questione di (im)moralità


Fabio Fazio, Mario Orfeo
Fabio Fazio su Rai1: costi e ricavi di Che tempo che fa. Ecco le cifre


Fabio Fazio.
Fabio Fazio su Rai1: pronto un super accordo da 11,2 milioni di euro con «eventuale Sanremo»


Che tempo che fa su Raiuno
CHE TEMPO CHE FA: SPUNTA L’IPOTESI DI UN TRASLOCO SU RAI1

16 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

16 giugno 2017 alle 14:19

Tutto come da me ampiamente previsto, la manfrina di Fazio-so serviva solo a coprire le manovre sotterranee per portarlo in prima serata su Rai1 ed affidargli anche il Festival con un cachet stellare e nessuno potrà dire niente perché il tutto verrà presentato come un successo per Rai 1 che è riuscita a non far scappare il “talento” Rai Fabio fazio. Vedrete, vedrete, i compagni sanno bene come intortare le masse al meglio, con la complicità dei media da loro dominati.



2. aleimpe ha scritto:

16 giugno 2017 alle 14:54

Marco Leardi,

Nelle possibili idee del nuovo direttore del TG1 Andrea Montanari ci sarebbe anche il trasferimento di una edizione del TG1 a Milano (quella delle ore 10 o quella delle ore 16.30) ?



3. klik ha scritto:

16 giugno 2017 alle 15:04

sicuramente punta a raiuno si per il prestigio dell’ammiraglia ma anche per avere più budget a disposizione cosi da confezionare un che tempo che fa ancora migliore con ospiti ancora più di rilievo …



4. Sabato ha scritto:

16 giugno 2017 alle 15:26

“Intortare le masse”? “Complicità dei media”? Solo parole al vento!
Mettiamo da parte le ossessioni e parliamo di fatti, di numeri: gli ascolti di Che Tempo Che Fa, il successo dei suoi Sanremo, i ricavi pubblicitari, la scommessa vinta del Rischiatutto, il contributo sia come autore che come conduttore. Una mancata conferma di Fazio sarebbe OGGETTIVAMENTE una perdita enorme per la RAI.
Questi sono i fatti; poi possiamo pure commentare in nome delle nostre antipatie personali e politiche e delle nostre vere e proprie ossessioni, ipotizzando complotti e sotterfugi… ma i fatti sono quelli che ho elencato.



5. klik ha scritto:

16 giugno 2017 alle 15:33

condivido quello che ha detto sabato



6. Nina ha scritto:

16 giugno 2017 alle 15:37

Sabato: mai che ti venga il dubbio che ad essere intortato sia pure tu?



7. Sabato ha scritto:

16 giugno 2017 alle 15:46

No, Nina, perché, se si guardano i NUMERI e si basa le proprie convinzioni su FATTI oggettivi, non si rischia di essere “intortati”! Il rischio di “intortamento” è invece dietro l’angolo se si bypassa la fase che dovrebbe precedere quella in cui si sviluppa un’opinione, ovvero quella in cui ci si informa. Buon pomeriggio!



8. Nina ha scritto:

16 giugno 2017 alle 16:12

Mi fa molto piacere, allora evita di sentirti superiore perchè pure gli altri fanno così e non hanno alcuna ossessione.



9. klik ha scritto:

16 giugno 2017 alle 16:18

CHE TEMPO CHE FA media del 13% SU RAITRE
VIENI VIA CON ME 30% SU RAITRE
SERATA FALCONE 25% su RAIUNO
RISCHIATUTTO 30% RAIUNO – 11% RAITRE

mi sembrano numeri di tutto rispetto



10. Giovanni ha scritto:

16 giugno 2017 alle 16:22

Fabio Fazio chi?



11. Luca ha scritto:

16 giugno 2017 alle 17:07

Ricordo però che l’ultimo festival di Sanremo presentato dal Fazio-so ,fu una porcheria pazzesca e ebbe un crollo di ascolti per non dire un FLOP
Un caravanserraglio di ospiti e di spot per futuri programmi delle reti Rai con le canzoni messe in ultimo piano
Per il resto certamente Fazio è un bravo professionista ,se riuscisse ad essere meno di parte ,sarebbe meglio
Così com’è fa tanto comodo ai compagnucci…



12. Francesco ha scritto:

16 giugno 2017 alle 17:30

Via questo comunista dalla Rai!



13. Esabac ha scritto:

16 giugno 2017 alle 18:46

Il pubblico della domenica sera di Rai 1 (Che Dio ci aiuti, Un medico in famiglia, Tutto puo succedere) non è il pubblico di Fazio su Rai 3. Anche mantenendo gli stessi numeri un 13% su Rai 1 non vale come un 13%
su Rai 1.

Una svolta ancora più forzatamente pop, gia iniziata questa stagione non so quanto possa funzionare per avvicinare altri target di pubblico e quanto invece possa allontanare i fidelizzati di Che Tempo.

Sicuramente diventerebbe nel bene e mel male il programma piu discusso della stagione



14. lordchaotic ha scritto:

16 giugno 2017 alle 19:29

CHE TEMPO CHE FA media del 13% SU RAITRE
VIENI VIA CON ME 30% SU RAITRE e grazie c’era Saviano -.-’
SERATA FALCONE 25% su RAIUNO e grazie era una serata di commemorazione importantissima per il nostro paese
RISCHIATUTTO 30% RAIUNO – 11% RAITRE e grazie un programma cult mito, il programma bandiera di Mike riproposto dopo decenni, grazie che lo han guardato in tanti



15. controcorrente ha scritto:

16 giugno 2017 alle 20:53

scusate ma e’ da 3 anni che Fazio alla domenica fa’ l’11 – 11,5 %… ultimamente anche al 10 % (sarebbero questi i grandi NUMERI di Fazio ??? ) mi spiegate come puo’ generarsi una media annuale del 13 % ??? A BUGIARDI … !!!! e pure prezzolati mi sa’ !!!



16. Sabato ha scritto:

17 giugno 2017 alle 01:04

lordchaotic, insomma, ad ascoltare te, sembra che i successi siano tutti ovvi e scontati… alla faccia! In una TV frammentata come quella odierna raggiungere i numeri che può vantare Fazio è tutto fuorché scontato. Ti sfido a trovare un solo conduttore/giornalista che possa vantare lo stesso curriculum di successi! Non lo troverai e capirai che l’eventuale dipartita di Fazio lascerebbe un vuoto incolmabile.
Tornando ai numeri, non capisco come tu possa considerare di poco conto i seguenti risultati:
- Vieni via con me (4 puntate): 29% (giustificato dalla sola presenza di Saviano? Non credo. Bravo Fazio che ha ideato questo programma dai contenuti non propriamente pop, ma comunque di enorme successo)
- Sanremo 2013: 47% (un vero successo)
- Sanremo 2014: 39% (un risultato – questo sì – sottotono. Non un vero flop al pari di certi Sanremo di Baudo, Ventura o Panariello, ma sicuramente un segnale in discesa che indicava la necessità di una svolta)
- Rischiatutto (serata evento su Rai1): 30%
- Rischiatutto (serie di 9 puntate su Rai3): 11%. Unico revival di successo in un anno in cui sono stati rispolverati numerosi vecchi format, con risultati scadenti se non sonori flop
- W il 25 aprile 17%
- Falcone e Borsellino: 19%. Raro che le commemorazioni e gli appuntamenti “istituzionali” abbiano un tale riscontro
- Che tempo che fa: ?% (non conosco questo dato, ma si tratta di uno dei maggiori successi di Rai3 che, non a caso, va avanti dal 2003 e continua a portare la rete sul secondo o terzo gradino del podio dei più visti)
Al di là degli ascolti, Fazio è forse l’artista che più contribuisce a rendere tale il servizio pubblico. Se perdesse il suo contributo, la RAI dovrebbe davvero fare i conti con una perdita non solo di ascolti (e quindi di ricavi pubblicitari), ma anche di contenuti di qualità.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.