22
maggio

Parliamone Sabato, Lucio Presta vs Gregorio Paolini: «Nessun chiarimento con me fino a quando non sarai leale con Paola Perego»

Lucio Presta, Paola Perego

Nessuna mediazione è possibile. Per ora, non se ne discute nemmeno. Dopo la polemica su Parliamone Sabato e la conseguente chiusura del programma (soluzione tutt’oggi inspiegabile), restano tesi i rapporti tra Lucio Presta e l’autore Gregorio Paolini, capoprogetto de La Vita in Diretta, dalla cui costola nasce il talk prefestivo. Un post pubblicato su Facebook dal noto agente televisivo e marito della conduttrice Paola Perego rende l’idea del clima arroventato. E svela un retroscena: Paolini avrebbe tentato invano di incontrare Presta. 

Dopo la chiusura del programma, Paolini avrebbe cercato una mediazione con Paola Perego e Lucio Presta: lo riferisce proprio quest’ultimo, che su Facebook si è sfogato così:

Caro Gregorio Paolini inutili tutti i tentativi di mediazione con il sottoscritto e con Paola Perego.
Tu sai cosa devi fare e dire se vuoi ancora il rispetto di 2 persone perbene che si sono sempre comportate lealmente con te. Cosa che tu NON HAI FATTO.
Quindi racconta la verità a direzione generale, di rete etc. Che come sai sanno bene che non ha responsabilità Paola.
Solo così potrai continuare a guardarti allo specchio.
I puntuali e ripetuti segnali di volermi incontrare, parlare e chiarire non sono realizzabili fino a quando non sarai leale con Paola
“.

Parole esplicite, che richiamano ad una questione centrale: quella delle responsabilità rispetto a quanto andò in onda nella puntata incriminata (si parlava di donne dell’Est con argomentazioni poi divenute oggetto di critica). Le colpe – come noto – furono scaricate tutte sulla conduttrice, mentre si negarono responsabilità da parte della direzione di rete con giustificazioni talvolta discordanti in merito al rispetto della catena di controllo.

E Paolini? In virtù del suo ruolo di capoprogetto doveva sapere come andarono le cose, ma – stando alle parole di Presta – non avrebbe fatto valere le ragioni della conduttrice davanti ai vertici Rai. Anzi: secondo alcuni, l’accanimento contro la Perego avrebbe pure salvato da ulteriori sanzioni anche i vari anelli della catena di controllo, tra cui lo stesso Paolini. E, in effetti, l’autore (che per Rai3 ha anche realizzato FuoriRoma con la sua società di produzione Hangar) è rimasto al suo posto.

Ora le parole di Lucio Presta riaccendono la polemica e pure le tensioni. Il tentato (e per ora respinto) riavvicinamento troverà mai le condizioni per avvenire?



Articoli che potrebbero interessarti


Paola Perego, Lucio Presta
Paola Perego, Arcobaleno Tre cita in giudizio Rai1 per Parliamone Sabato. «Danni d’immagine, economici e biologici»


PAOLA-PEREGO-
Paola Perego: «Il ritorno in tv mi terrorizza. Gregorio Paolini? Preferisco dimenticarlo, inqualificabile»


PAOLA PEREGO
#IostoconPaolaPerego: Ventura e Bonolis tra i pro, Parisi e Bellavia nei contro, tanti gli astenuti


Faccia a Faccia, Giovanni Minoli
Parliamone Sabato, Minoli graffia Campo Dall’Orto sulle responsabilità: dopo l’intervista di Vespa al figlio di Riina non successe nulla

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.