2
marzo

Standing Ovation: La Porta Rossa si sposta per non dar fastidio. Bonolis e D’Alessio gli ospiti della terza puntata

antonella clerici

Antonella Clerici (© Sebastiano Stringola)

Ve li ricordate i tempi in cui una contrariata Antonella Clerici andava a “nozze coi fichi secchi? Ecco, stavolta tutto si può dire dell’ultima “fatica” televisiva della bionda conduttrice di Rai1 tranne che sia stata lasciata sola a vedersela con l’agguerrita concorrenza. Domani sera, ospiti della terza puntata di Standing Ovation (qui gli ascolti della seconda puntata) saranno nomi di non poco appeal sul pubblico: Paolo Bonolis e Gigi D’Alessio.

A dispetto di anni in cui Antonella ha sofferto la mancanza di ospiti importanti, a viale Mazzini (o forse più probabilmente l’agente Lucio Presta) si rimboccano le maniche per valorizzare il nuovo show del venerdì sera. Così, dopo Il Volo e Francesco Gabbani, tocca a due volti molto amati dalla platea del piccolo schermo dar man forte alla padrona di casa di Standing Ovation. Il mattatore di Avanti un Altrodopo le recenti incursioni in casa Rai a Cavalli di Battaglia, il fortunato show di Gigi Proietti, sembra averci preso gusto e torna per affiancare l’amica e collega.

Il cantante partenopeo invece omaggerà della sua presenza “in maniera interessata” e ne approfitterà per promuovere il suo prossimo impegno tv, debuttando su Rai2 come conduttore di Made in Sud. Dall’altra parte, il secondo canale “restituirà il favore” alla propria ammiraglia risparmiandogli la sovrapposizione con i nuovi episodi de La Porta Rossa -in sostituzione il thriller Non-Stop-, che rimarrà in onda esclusivamente al mercoledì (serata in cui era previsto Made in Sud).

Di conseguenza, torna tutto com’era su Canale 5 che venerdì 3 marzo rimette Amore Pensaci tu e lascia che domenica sia Il Segreto a vedersela con le ultime puntate di Che Dio Ci Aiuti 4.



Articoli che potrebbero interessarti


Simona Ventura - Estate 2017
L’estate dei personaggi TV: ecco come si preparano alla nuova stagione


parietti ballando
Pagelle della Settimana Tv (20-26/03/2017). Promossi La Porta Rossa e Guanciale, bocciati la vis polemica della Parietti e il caos Parliamone Sabato


Standing Ovation, Clerici e Gabbani
Quell’affollato venerdì


Standing Ovation
Standing Ovation: Antonella Clerici torna su Rai 1 con i giovani talenti

6 Commenti dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

2 marzo 2017 alle 15:22

Sorrisi.com, alle 12.40 di oggi, conferma lo scambio di Amore pensaci tu e Il Segreto.Quando si decidono a Mediaset?



2. Drew ha scritto:

2 marzo 2017 alle 18:22

Il venerdì sera è decisamente affollato il che lo rende difficile per gli ascolti inevitabilmente più frazionati, ma almeno c’è scelta



3. sboy ha scritto:

2 marzo 2017 alle 19:47

Cavolo. Stanno facendo di tutto per parare il c.. alla Clerici e alla sua carriera. Bonolis ospite, tolta la Porta su Rai2, Canale 5 che si annulla. Togliamo pure Quarto grado e Got talent e facciamola andare contro i monoscopi



4. Salvo ha scritto:

3 marzo 2017 alle 13:42

Sboy è giusto così. Perché quando c’è Carlo Conti il venerdì su Rai 2 mandano in onda i soliti telefilm e per una volta che c’è Antonella Clerici con un programma da collaudare devono piazzarle la concorrenza interna della porta rossa che ha esattamente lo stesso target di pubblico???? Antonella non è mai stata tutelata, era ora che qualcuno facesse qualcosa!



5. Annalisa Callegarin ha scritto:

3 marzo 2017 alle 18:43

Un vero schifo!Tanto Standing Ovation non lo guardo lo stesso !Meglio un vecchio film che la brutta faccia e la boccaccia della Bertè!



6. Vincenzo ha scritto:

3 marzo 2017 alle 19:10

Hanno spostato MADE IN SUD il 14 marzo ma potevano anche eliminarlo dal palinsesto direttamente. Con presentatori la miliardaria raccomandata Gregoraci e Gigi D’Alessio che, come ha detto lui stesso al Festival di Sanremo che i Giudici che dovevano essere tutti esperti in materia di musica, lui non c’entra niente con il Cabaret, anche se adesso Made in Sud non è più un programma di cabaret ma è diventato un ammasso incomprensibile di persone con un costo altissimo, tanto i milioni di Euro li paghiamo noi Italiani con il Canone RAI! Meglio cancellare il programma Made in Sud e fare un programma tutto nuovo con un titolo che non divida l’ITALIA e con pochi ma bravi professionisti dello spettacolo (escludendo Gigi D’Alessio naturalmente).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.