5
gennaio

PIANO RAI FICTION 2015: LUNGA SERIALITÀ E STORIE CONTEMPORANEE PER CONQUISTARE IL MERCATO INTERNAZIONALE

Vanessa Incontrada

Con 123 serate ed un ascolto medio del 21.5% di share, la fiction Rai si è confermata uno dei generi più apprezzati dal pubblico nel 2014. Anche il nuovo anno, passate le feste, si aprirà nel segno della fiction, con il ritorno di serie di successo come Un Passo dal cielo 3 e Braccialetti Rossi 2, e l’arrivo di miniserie come Ragion di Stato con Luca Argentero, e L’Angelo di Sarajevo con Beppe Fiorello, che animeranno i prime time delle prossime settimane. In Rai però l’obbiettivo è già puntato sulla prossima stagione, nella quale la tv di Stato punterà con le proprie produzioni a consolidare il successo ottenuto.

Piano Rai Fiction 2015 – Aumenta la lunga serialità

Lo scorso dicembre il Cda dell’azienda ha approvato il piano fiction per il 2015 presentato dal direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta. Il piano, che prevede investimenti per 196 milioni di Euro (di cui 15 destinati all’animazione), tenendo conto del difficile periodo economico del nostro Paese, ha tra i suoi capisaldi il contenimento dei costi. Per ammortizzare le spese, ben l’85% della fiction in onda sarà composta da lunga serialità, mentre il restante 15% sarà composta da mini-serie e film per la tv. Una vera e propria rivoluzione se si pensa che, nel 2012, la lunga serialità contava il 65% della produzione rispetto al 35% delle miniserie. In un’intervista di alcune settimane fa rilasciata a Il Sole 24 ore, la Andreatta ha dichiarato di aver cercato di unire al contenimento delle spese, un’alta qualità e varietà dell’offerta, e di voler puntare sempre più ai mercati internazionali.

“La serialità trasforma il racconto in un grande romanzo e parla con un linguaggio d’immagini, che permette di superare il limite dell’idioma nazionale sui mercati mondiali…Grazie alla maturità dei produttori italiani, abbiamo abbassato il costo medio orario senza ridurre qualità e varietà delle produzioni… Un grande lavoro di ricerca e sviluppo, insieme alla pubblicazione on line della nostra linea editoriale, alla scelta sia di attori affermati sia di facce nuove e all’ampliamento a 28 delle società di produzione coinvolte nel Piano 2015, rispetto alle 22 del Piano precedente.”

Il prossimo anno potrebbe del resto vedere l’ingresso di nuovi produttori internazionali sul mercato italiano, come Netflix, che secondo il Direttore di RaiFiction “potrebbero metterci in difficoltà, e ai quali bisognerà contrapporre un’offerta alternativa con delle produzioni insostituibili, grazie alla loro forte identità, che siano collegate alla realtà vissuta dal pubblico.”

Piano Rai Fiction 2015 – Storie contemporanee, HD e maggiore interazione con il web

La Andreatta promette perciò maggiore contemporaneità nelle produzioni Rai. L’88% del piano 2015 sarà costituito da storie ambientate ai giorni nostri, e solo il 12% sarà ambientato nel passato recente. Tutte le fiction saranno girate in alta definizione, e sarà data sempre maggior attenzione al web, sia per valorizzare i marchi Rai, che per lavorare insieme ai nuovi talenti. Ma vediamo insieme alcuni titoli presenti nel piano.

Piano Rai Fiction 2015 – Tutti i titoli

Sul fronte della lunga serialità verrà girata la fiction L’Allieva. La serie, composta di 12 episodi da 50 minuti, sarà tratta dai romanzi di Alessia Gazzola, ed avrà per protagonista una studentessa di medicina legale. Dai romanzi di Maurizio De Giovanni sarà invece tratta la serie I Bastardi di Pizzofalcone. Protagonisti dei poliziotti in cerca di riscatto in un commissariato napoletano. La famiglia sarà invece al centro di Tutto può succedere, serie in 13 puntate ispirata a Parenthood. Altra epopea familiare sarà quella raccontata da Di padre in figlia, storia di una famiglia di imprenditori veneti, scritta da Cristina Comencini e Francesca Marciano. La serie, in 4 puntate, ripercorrerà l’emancipazione femminile da 1958 a oggi attraverso una famiglia di Bassano che produce grappa.

Piano Rai Fiction 2015 – Tornano Vanessa Incontrada e Beppe Fiorello

Forte del successo ottenuto con Un’Altra Vita, Vanessa Incontrada tornerà protagonista su Rai1 con La classe degli asini, miniserie che ripercorrerà la battaglia dell’insegnante Mirella Casale alla fine degli anni 70 per chiudere le classi differenziali. In L’Aquila – Grandi speranze vedremo invece un gruppo di adolescenti nella città ferita dal terremoto.

Immancabile Beppe Fiorello che, nella miniserie Il sindaco pescatore, vestirà i panni del sindaco Angelo Vassallo, primo cittadino di Pollica, assassinato nel 2010, dopo essersi a lungo battuto contro l’illegalità. Sempre Fiorello sarà il protagonista della miniserie Io non mi arrendo, che racconterà la storia del poliziotto Roberto Mancini, morto per tumore dopo aver indagato sui rifiuti tossici nella Terra dei fuochi. Sul fronte delle biografie arriveranno anche La Squadra dei giusti – La storia di Boris Giuliano, storia del poliziotto ucciso dalla mafia a Palermo nel 1979, e Luisa Spagnoli, l’imprenditrice di Perugia che inventò il Bacio Perugina, si dedicò all’abbigliamento e aprì i primi asili nido in fabbrica. Tra i progetti anche una miniserie su Studio Uno, lo storico varietà Rai degli anni 60, La mafia uccide solo d’estate, serie tratta dal film diretto da Pif, Le nozze di Laura di Pupi Avati, e l’attesissimo ritorno de Il Commissario Montalbano, con due nuove indagini.

Piano Rai Fiction 2015 – Le produzioni di Rai2 e Rai3

Oltre alle 116 prime serate per Rai1, il piano fiction prevede alcune sketch comedy e diversi prodotti d’animazione per Rai2. Su Rai 3 proseguiranno invece Un Posto al sole, Il Candidato e saranno proposte altre docu-fiction come la recente La Scelta di Catia, racconto in presa diretta dell’operazione Mare Nostrum, dal punto di vista di Catia Pellegrino, la prima donna comandante della Marina italiana. Nel 2016, inoltre, dovrebbe andare in onda sulla terza rete un progetto molto ambizioso di serialità televisiva in 12 episodi, dal titolo Non uccidere, incentrato sui crimini che maturano nelle famiglie.



Articoli che potrebbero interessarti


rai-fiction-logo
FICTION RAI 2016/2017: TUTTE LE SERIE IN ONDA NELLA PROSSIMA STAGIONE TV


Rocio_Munoz_Morales
FICTION NEWS: ROCIO MUNOZ MORALES BALLA IL TANGO, DIONISI VA AL FRONTE, LA MASTRONARDI STUDIA MEDICINA LEGALE


La Mafia Uccide solo d'Estate - Nicola Rignanese nei panni di Boris Giuliano
LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE: ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA DI MARTEDI 20 DICEMBRE 2016


Andrea Camilleri
Montalbano non morirà, parola di Andrea Camilleri

3 Commenti dei lettori »

1. dumurin ha scritto:

6 gennaio 2015 alle 14:07

Titoli deludenti a dire il vero.
Speravo in qualche nuova saga melò-mistery (almeno una in costume e una moderna).
Assurdo che non ci siano nessuna fiction di lunga serialità in costume (non dico di farle tutte in costume, ma almeno una o due all’anno, che non è certo tanto considerata la moltitudine di fiction con ambientazione contemporanea!).
Speravo anche che annunciassero la nuova fiaba della Lux Vide visto il grande successo ottenuto da La Bella e la Bestia. Quanto mi piacerebbe se la prossima fosse La Sirenetta.

Sulle biografie non capisco cosa la Rai aspetti a realizzare una fiction su regine e principesse italiane – genere che va alla grande all’estero e pure in Italia: farebbero di sicuro boom di ascolti una fiction sulla regina Elena, una su Mafalda di Savoia – perfetta pure per il Giorno della Memoria – una su Giovanna di Savoia, ultima regina di Bulgaria e una su Umberto e Maria Jose, gli ultimi sovrani d’Italia. Chissà perchè non fanno anche fiction storico-religiose come una fiction su Maria Cristina di Napoli, la Reginella Santa, e una su Maria Clotilde di Savoia, la Santa di Moncalieri? Di sicuro acchiapperebbero un sacco di ascolti.



2. Salvatore Cau ha scritto:

7 gennaio 2015 alle 22:19

@dumurin

Questi sono solo alcuni titoli. Non è escluso che vi sia anche una nuova fiaba Lux. Della Sirenetta si era parlato in passato, ma pare vi fossero dei problemi per rendere credibile l’ambientazione sottomarina. :D

Per quanto riguarda le fiction in costume bisognerà accontentarsi de La Dama Velata, presto in onda su Rai1.



3. dumurin ha scritto:

10 gennaio 2015 alle 00:31

@Salvatore Cau,
ah capito. Grazie per l’informazione. Allora aspetto anche che annuncino nuovi titoli, ma solitamente tutti i titoli con il budget previsto quando escono? intorno a marzo?
Allora aspetto La Dama Velata per le fiction in costume, il titolo è intrigante.
Per la fiaba spero davvero che facciano La Sirenetta come prossima fiaba della Lux, sono in tantissimi che vorrebbero questa fiaba, oltretutto l’ambiente sottomarino non è poi così difficile considerando che la Lux con le sue ultime produzioni ha risparmiato negli effetti speciali.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.