9
giugno

LE TRE ROSE DI EVA 2 VS CHE DIO CI AIUTI: LE AMMIRAGLIE PUNTANO SULL’USATO SICURO PER LA FASCIA POMERIDIANA

Le Tre rose di Eva 2

Il diavolo e l’acqua santa. No, non stiamo parlando di J-Ax e Suor Cristina ma della nuova programmazione pomeridiana che offrono rispettivamente Canale 5 e Rai 1 a partire da oggi, lunedì 9 giugno 2014. Programmazione, naturalmente, fatta in parte da repliche, ma repliche che contano.

Le Tre rose di Eva 2 nel nuovo pomeriggio di Canale 5

L’ammiraglia Mediaset, orfana de Il Segreto che da oggi abbandona il primo pomeriggio per occupare la fascia preserale, ripropone dalle 16:10 uno dei suoi maggiori successi della stagione televisiva, Le Tre rose di Eva 2. Sui teleschermi di Canale 5 tornano dunque i misteri di Villalba, partendo dalla nascita della piccola Eva per arrivare a ciò che abbiamo visto lo scorso 11 dicembre nel finale, ovvero la scoperta della vera identità della protagonista Aurora.

Un modo per allietare il pubblico di tutta Italia, già boccheggiante viste le alte temperature ma ancora lontano dalle spiagge, nonché per rinfrescare la memoria e mantenere accesa la curiosità su questa fiction, che il prossimo agosto tornerà sul set con le riprese del terzo capitolo, annunciate inizialmente per lo scorso mese di maggio. Le anticipazioni - salvo cambi di rotta repentini – rimangono le stesse che vi abbiamo già fornito: rovesciamento di ruoli tra Alessandro e Aurora, il ritorno di Edoardo e Veronica nonché un ruolo sempre centrale per l’inafferrabile Ruggero Camerana.

Che Dio ci aiuti nel nuovo pomeriggio di Rai 1

Se dunque Canale 5 si colora di rosso sangue e giallo mistery, Rai 1 punta tutto sul bianco candore di Suor Angela, la protagonista di Che Dio ci aiuti interpretata da Elena Sofia Ricci. Da oggi alle 15:00 sono in onda le repliche ed è forse in conseguenza di tale variazione di palinsesto che Estate in diretta posticipa l’inizio delle trasmissioni alle 17:13 (riduzione annunciata oggi dal profilo ufficiale Twitter).

Anche per l’azienda pubblica vale lo stesso discorso fatto per quella commerciale: la scelta del prodotto da replicare viene sia dal successo della messa in onda della prima tv (il pomeriggio estivo di Rai1 ha già bisogno di risalire la china) sia dal desiderio di mantenere viva l’attenzione, dal momento che il mese scorso sono iniziate le riprese della nuova stagione: Che Dio ci aiuti 3 sarà ambientato a Fabriano e vedrà l’ingresso nel cast di Ivano Marescotti e Tommaso Ramenghi.

Chi vincerà in sovrapposizione?



Articoli che potrebbero interessarti


le tre rose di eva 2, anticipazioni puntata 27 novembre 2013
LE TRE ROSE DI EVA 2: ANTICIPAZIONI DODICESIMA PUNTATA – MERCOLEDÌ 27 NOVEMBRE 2013


Le tre rose di Eva 2
LE TRE ROSE DI EVA 2: DUE MORTI E SCENE “DA CENSURARE” IN ATTESA DELLA TERZA STAGIONE


che-dio-ci-aiuti_prima serie
CHE DIO CI AIUTI CONTINUA CON LE REPLICHE DELLA PRIMA STAGIONE. STRADA SPIANATA PER THE VOICE?


Il Commissario Montalbano
Il Commissario Montalbano: Rai 1 punta ancora sulle repliche per contrastare Giletti e Le Tre Rose di Eva. Ma La7 e Canale 5 cambiano il palinsesto

5 Commenti dei lettori »

1. edmond ha scritto:

9 giugno 2014 alle 18:48

mi sa che oggi è andata in onda la prima stagione di Che Dio ci aiuti, non la seconda



2. Stefania Stefanelli ha scritto:

9 giugno 2014 alle 19:28

@edmond Sì, la prima! ;)



3. Violadelpensiero ha scritto:

9 giugno 2014 alle 20:41

Preferisco cento volte le repliche di Che Dio ci aiuti rispetto ad un solo minuto di estate in diretta, programma improponibile, conduttori totalmente sbagliati.



4. emanuele ha scritto:

9 giugno 2014 alle 22:00

la nuova serie di Che Dio Ci Aiuti la stanno girando a Fabriano…vicino casa mia…



5. dumurin ha scritto:

9 giugno 2014 alle 23:15

Bellissimo Le Tre Rose di Eva 2.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.