Chiusura



2
dicembre

CENTOVETRINE A RISCHIO CHIUSURA. SIAMO ALLA FIERA DELL’ASSURDO.

Centovetrine 10 anni

L’abbiamo letto sulla Stampa di Torino, ma stentavamo a credere che un broadcaster potesse chiudere un prodotto che, piaccia o no, è una garanzia per gli ascolti della rete. Ed invece pare che Canale 5 sia intenzionata a chiudere la soap tutta italiana Centovetrine.

Purtroppo siamo in grado di confermarvi che i rumors rispondono a verità ma che, al tempo stesso, non è stata presa una decisione in merito.

Il rischio chiusura arriva proprio a pochi giorni dall’undicesimo compleanno della soap targata Mediavivere che il 6 dicembre raggiungerà  il traguardo delle 2500 puntate con una platea di affezionati di oltre 3 milioni e mezzo di telespettatori con una media superiore al 2o% di share che recentemente supera spesso e volentieri la ‘collega’ Beautiful.

Vero è che non ci siamo sottratti dal criticare una palese involuzione delle gesta dei protagonisti del Centro Commerciale più celebre della tv, ma allo stesso tempo non si possono trascurare dei risultati importati messi a segno, auspicando un passo indietro della rete che eviterebbe di mettere a rischio una fascia ben consolidata per l’ammiraglia del Biscione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




16
novembre

MEDIASET CHIUDE LA VERSIONE DI BANFI SU RETE 4

La Versione di Banfi

dal blog di Alessandro Banfi

Giorno di nascita oggi, con il nuovo governo guidato da Mario Monti, infarcito di tecnici, e senza politici di professione coinvolti. E tuttavia devo darvi una brutta notizia: domani sera non saremo in onda su Retequattro. La trasmissione Blog La Versione di Banfi è sospesa. Gli ascolti erano troppo bassi per gli standard di una rete generalista in una prima serata. Il pubblico non ci ha confortato come avremmo voluto, nonostante i tanti attestati di stima e apprezzamento. Le regole della tv commerciale non ci permettono di andare avanti.

Ho comunque chiesto ed ottenuto di mantenere questo spazio di dialogo via Web, attraverso questo sito all’interno del Tgcom. Continuerò a produrre dei post per commentare i fatti quotidiani e sono ansioso comunque di leggere i vostri commenti. Come sempre, cercherò di offrire la mia versione, sperando che vi serva per crearvene una vostra.

Claudio Brachino, mio direttore, mi ha anche chiesto di partecipare alle trasmissioni di Videonews che in questi giorni si occuperanno di politica. Lo farò volentieri. Il mio intento è non perdere nulla dell’esperimento messo in cantiere con queste 12 puntate de La Versione da luglio scorso a giovedì passato. E mi piacerebbe tanto continuare a proporre la mia Versione sotto altre forme.


17
ottobre

CANCELLATA LA FINALE DI STAR ACADEMY

Star Academy, nessuna finale per il talent

Star Academy, nessuna finale per il talent

Finale? Ma quale finale! Se per quanto riguarda Baila l’azienda di Cologno ha comunque deciso di chiudere decentemente con una puntata conclusiva, anche nel tentativo di dare un senso al talent targato Roberto Cenci, ed esaudire quindi i (poco reclamizzati a dire il vero) sogni dei concorrenti, per Star Academy, altra vittima dell’Auditel, la situazione si preannuncia un po’ più complicata.

Il “padre di tutti i talent”, come amava definirlo il “figlio dei Pooh”, non vedrà proprio alcuna finale, come invece era nelle intenzioni iniziali della rete e della produzione. Il vincitore di Star Academy, chiuso in anticipo a causa degli scarsi ascolti, sarebbe stato proclamato sabato pomeriggio, in una puntata “contentino” condotta da Daniele Battaglia e Alessandra Barzaghi, senza l’apporto dei quattro giudici nè tantomeno del suo conduttore, già in passato dichiaratosi favorevole ad abbandonare la guida del programma nella speranza di salvarne le sorti (non avrebbe voluto nemmeno condurre la terza puntata dello show visto il mancato cambio di collocazione settimanale).

E invece non ci sarà manco la puntata pomeridiana, forse anche a causa della protesta dei 10 concorrenti rimasti in gara. A rivelare qualche dettaglio in più è Francesca Romana D’Andrea sulla sua pagina Facebook:

“Star Academy è chiuso, non si farà alcuna finale. I cantanti in comune accordo fanno chiudere il programma in anticipo poiché a queste condizioni non ritengono giusta la proclamazione di un vincitore. Avevano comunque proposto (per la puntata “finale” di sabato, ndDM) una rassegna in cui avrebbero potuto cantare il loro cavallo di battaglia e altre canzoni senza alcun vincitore. Ma la redazione non ha accettato e pertanto chiude in anticipo. Ancora esiste l’unione nella musica”





17
ottobre

SIAMO AL PARADOSSO: MEDIASET CHIEDERA’ RISARCIMENTO DANNI PER BAILA

Baila, Barbara D'Urso

Riceviamo da Mediaset e pubblichiamo. Le conclusioni traetele voi.

Stasera andrà in onda la quarta e ultima puntata della versione deformata di “Baila!”.

Come è noto, il progetto originario, articolato in sei puntate, non ha mai potuto essere realizzato a causa di un incomprensibile ricorso d’urgenza presentato, prima ancora che “Baila!” andasse in onda, da una conduttrice e da un’azienda concorrente convinti che la normale competizione televisiva in questo caso non dovesse avere luogo.

Il ricorso ha generato comunque un provvedimento al buio del Tribunale di Roma che Mediaset, pur non condividendolo, ha rispettato scrupolosamente rivoluzionando “Baila!” alla vigilia del debutto e amputandolo di elementi cruciali diffusi in tutte le gare di ballo televisive per garantire un’avvincente struttura narrativa.

Mediaset ha deciso di sopportare un vincolo di tale onere in attesa dell’esito dell’impugnazione dell’ordinanza: ovvero una decisione espressa dai giudici a ragion veduta, dopo aver finalmente visionato l’oggetto del contendere, e in grado di stabilire una volta per tutte che “Baila!” è, come in effetti è, un contenuto originale e inedito.

A quel punto, nonostante il programma fosse partito con i gravi handicap descritti, avremmo potuto ripristinare l’ispirazione originaria capace di incontrare i gusti del pubblico.

Purtroppo, a oggi, giorno di emissione di un’ulteriore puntata azzoppata, non abbiamo ancora potuto avere notizia della decisione dei nuovi giudici, e non sappiamo se arriverà a ore, a giorni o a settimane.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
ottobre

BOOM! BAILA SOPPRESSO. LUNEDI L’ULTIMA PUNTATA

Baila, Barbara D'Urso

Non c’è due senza tre. Ma la partita, al momento, la vince la Rai per 2 a 1. E’ appena giunta, infatti, notizia della prima soppressione di un programma Mediaset nella stagione 2011/2012.

Lo show è, manco a dirlo, Baila, programma ballerino di Barbara D’Urso iniziato sotto una cattiva stella: accusato di plagio da Milly Carlucci, Rai e Ballandi, il talent di Canale5 è stato ritenuto dal tribunale civile di Roma – proprio nel giorno della premiere – una contraffazione di Ballando con le Stelle. La messa in onda con alcune modifiche ‘last minute’ non ha giovato al prodotto, risultato completamente snaturato. E se le celeberrime questioni legali hanno ‘drogato’ il debutto (18.8%), Baila è sprofondato nella sua seconda puntata ad un imbarazzante 10.21% di share (complice la sentenza sul delitto di Perugia, trasmessa in diretta da Quarto Grado) che, nel terzo capitolo della saga, è cresciuto di poco più di due punti (12.5%).

Risultati che non consentono al programma la prosecuzione della messa in onda. Lunedi prossimo, dunque, assisteremo alla quarta ed ultima puntata. Da lunedi 24 ottobre, sarà a volta di Grande Fratello.





14
ottobre

STAR ACADEMY CHIUDE SABATO 22 IN DAYTIME. CON FACCHINETTI O CON BARZAGHI/BATTAGLIA?

Star Academy

Una prece. Il funerale di Star Academy – dopo la debacle di ieri sera (qui i dati auditel) – ci sarà sabato pomeriggio (22 ottobre) in daytime, evitando così (scelta condivisibile) una nuova umiliazione in prima serata.

Ad annunciarlo è Dagospia che non precisa, però, se Francesco Facchinetti si presterà (difficilmente) a mettere un punto fermo al talent show in day time o (più probabilmente) saranno i conduttori di Sabato Academy, Barzaghi e Battaglia, a portare a compimento la missione.

Star Academy è il secondo programma che abbassa le saracinesche anzitempo. Prima del talent di Rai2, è toccata a Me lo Dicono tutti. Nelle prossime ore tocca a Baila.


12
ottobre

LUCA CARBONI PER LA SEMIFINALE DI STAR ACADEMY

Francesco Facchinetti

Alla fine le due puntate garantite, come vi avevamo comunicato venerdi scorso, ci saranno. Saranno, però, le ultime due di Star Academy: il talent show di Francesco Facchinetti, infatti, chiude i battenti con la quarta puntata di giovedi 20 ottobre prossimo.

Il (non) senso è quello di garantire che la gara si completi facendo ‘camminare un morto’ per 8 interminabili giorni.

A ‘celebrare’ il de profundis sarà domani Luca Carboni che affiancherà i talenti preparati dai tutor Gianluca Grignani, Mietta, Ron e Syria, e accompagnati dall’orchestra del Maestro Umberto Iervolino.

A decidere le sorti dei giovani talenti saranno per la penultima volta Lorella Cuccarini, Roy Paci, Nicola Savino e Ornella Vanoni, il pubblico a casa e altri ragazzi dell’Accademia.

Dopo Me lo Dicono tutti, arriva dunque la seconda chiusura della stagione. Ma non sarà l’ultima. Sembrano già decise, infatti, anche le sorti di Baila sulle quali vi terremo aggiornati.


12
ottobre

BAILA: NE E’ VALSA LA PENA?

Barbara D'urso e Roberto Cenci

Si diceva che dagli ascolti (eccoli qui) della puntata di Baila di lunedì sera sarebbe dipeso il futuro del programma. Ed è inutile girarci attorno perché con o senza Quarto Grado e Porta a Porta ad infiammare il pubblico della cronaca nera, i risultati sono in ogni caso insufficienti. E non ce ne voglia Barbara D’urso se trattiamo l’argomento senza i guanti di seta, ma questa volta non ci sono scuse: per Baila si prospetta una ritirata in stile Caporetto.

Viene da chiedersi se ne sia valsa davvero la pena tornare ad innescare una polveriera che già ai tempi delle prime indiscrezioni su Io Ballo (primo titolo pensato per il programma) minacciava di esplodere. Già, perché è lampante che sul declino di Baila abbia giocato un ruolo primario l’opposizione messa in atto da Milly Carlucci: la sentenza emanata dal giudice ha tarpato le ali allo show ancora prima della partenza, generando caos e confusione prima tra gli addetti agli lavori che in poche ore hanno dovuto rivoluzionare una formula collaudata, e poi nel pubblico che sembra aver notato quanto lo show sia stato improvvisato.

Alla luce di un verdetto che, se volete anche ingiustamente, lasciava poco tempo per pensare, lo staff di Roberto Cenci ha preferito cavalcare l’onda della polemica, salvo terminare la prima corsa travolti da uno tsunami. Si poteva per un attimo ammettere la sconfitta e rimandare il debutto, prendendo tempo per studiare una sorta di piano B ed evitare almeno la brutta figura dell’improvvisazione ad ogni costo. E invece no, l’ostinazione ha avuto la meglio e gli effetti si sono visti.