14
marzo

AMARCORD, Che Fine Hanno Fatto…LE RAGAZZE DI “NON E’ LA RAI”? (2^ PUNTATA)

Non è la Rai @ Davide Maggio .it

Eccoci arrivati alla seconda puntata del nostro Amarcord, sulle ragazze di Non è La Rai: personaggi che come pochi altri hanno condizionato il panorama televisivo degli anni 90, attraverso una trasmissione che ha cambiato il modo di fare tv e di intenderla.

MARY PATTI

Mary Patti @ Davide Maggio .it

All’interno del programma conduceva il gioco-tormentone “Come si chiama mia nonna?” e si poneva spiritosamente come il contralatare di Ambra Angiolini. Dopo la chiusura della trasmissione, ha fatto qualche comparsa in vari programmi televisivi e ha recitato soprattutto in molti fotoromanzi pubblicati dal settimanale “Grand Hotel”. Molti di questi oggi li produce. Ha anche lavorato nel mondo della musica. Oggi ha 32 anni.

YVONNE (BRULATOUR) SCIO’

Yvonne Scio @ Davide Maggio .it

Dopo aver abbandonato la trasmissione, ha tentato la carta del cinema, partecipando ad alcuni film come “Stasera a casa di Alice” e a show televisivi. Si è trasferita in America, dove si è sposata ed è stata protagonista insieme al marito di un reality show. Recentemente è tornata in Italia, dove ha girato due film che usciranno a breve. Uno di questo è stato presentato al Festival di Berlino. La stampa negli ultimi tempi, è tornata ad occuparsi di lei per via della sua querelle con l’ex amica Naomi Campbell. Oggi ha 37 anni.

CURIOSITA’ : in giovane età, Yvonne ha posato per il fotografo Helmut Newton.




14
marzo

NIP/TUCK: ESPLODE LA VOGLIA DI CAMEO

Nip/Tuck @ Davide Maggio .it

A dispetto delle numerose critiche che spesso riceve a causa dell’alto tasso di trasgressione delle storie raccontate, Nip/Tuck si conferma serie di culto, in Italia così come in America.

Se questo poteva essere chiaro agli avventori del Web, che più di tutti sanno cogliere il livello di popolarità, di ciò che la tv ci propone (o propina), a darci un’ulteriore conferma, arriva una notizia che è stata riportata da varie fonti con un certo sensazionalismo: la popstar Madonna ha chiesto al creatore della serie Ryan Murphy di poter partecipare in qualità di guest-star ad una puntata della quinta stagione di Nip/Tuck (di cui a breve inizieranno le riprese).

Non è ancora stato reso noto quale ruolo verrà affidato a Madonna ma secondo alcune voci potrebbe interpretare una ricca signora che si rivolge allo Studio McManara/Troy per fare il classico “ritocchino”.

E non è esclusa la possibilità che la Signora Ciccone, giri qualche scena hot, magari al fianco del sex symbol della serie, Julian McMahon. Del resto l’attrice, da sempre fan della serie, ha dato la sua completa disponibilità…

E’ già certo invece che Madonna sarà affiancata da Rosie O’Donnell, conduttrice di talk show, molto popolare in America, già entrata a far parte del cast nella quarta stagione (che stiamo vedendo su Italia 1), che nella quinta serie andrà a sostituire idealmente Joely Richardson, uscita temporaneamente dal cast a causa di gravi problemi familiari.

E non è tutto: sempre nel corso della quinta stagione del telefilm vedremo altre due guest-star d’eccezione come Sandra Bullock e Nicole Kidman.

In particolare l’ex moglie di Tom Cruise, che come Madonna, ha fatto espressa richiesta di partecipare al telefilm, ha già firmato il contratto e darà vita ad un personaggio che si sottopone ad un intervento nasale. Il suo però, dovrebbe essere un semplice cameo, decisamente poco impegnativo.

Tanti sono i volti noti che la serie ha già ospitato. Ricordiamo ad esempio Alec Baldwin (presente nella seconda stagione) Larry Hagman e Jaqueline Bisset, che fanno parte del cast fisso della serie che stia andando in onda attualmente, ma anche Richard Chamberlain e Kathleen Turner che hanno partecipato ad un solo episodio.

E ancora Alanise Morisette, che vedremo nei panni di una lesbica, a partire da venerdì 16 marzo.

La tendenza della star di Hollywood a partecipare a telefilm di successo, aveva preso piede già qualche anno fa, grazie a serie Friends e Will&Grace, ora però è diventata una moda che contagia anche i personaggi più impensabili.

Stupisce il fatto che attrici del calibro di Nicole Kidman abbiano scelto Nip/Tuck che in termini di ascolti non può di certo contare sui numeri di Lost o di Grey’s Anatomy dal momento che a differenza di queste due serie, va in onda sul canale via cavo FX Networks (lo stesso che manda in onda The Shields).

E allora la domanda che bisogna porsi è questa: cos’ha Nip/Tuck che le altre serie non hanno, se ha saputo stregare anche i personaggi più schivi e spesso restii a concedersi al piccolo schermo?

Per scoprirlo, dovremmo aspettare fino ai primi mesi del 2008, periodo nel quale, probabilmente, andrà in onda la quinta stagione di Nip/Tuck…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


13
marzo

AMICI : A PROPOSITO DI … “MODIFICHE AD HOC”

Fabiana, pubblico (s)parlante Amici @ Davide Maggio .it

Vi ricordate quando, alcuni giorni fa, parlavo di strategiche modifiche ad hoc che, del tutto legittimamente (?), gli autori di Amici di Maria De Filippi avrebbero a mio parere apportato “sul campo” per “spingere” un determinato allievo per fini che possiamo soltanto immaginare?

Bene!

Guardate un po’ cosa ho trovare in rete… un messaggio di Fabiana del pubblico (s)parlante di Amici che parla di alcune cose interessanti :

“Avrete notato che sabato e ieri non ero presente tra il pubblico parlante, questo perchè domenica scorsa in studio sono stata più volte rimproverata, anche duramente, dalla redazione del programma ( numerosi i testimoni che possono confermare ) di essermi alzata ad applaudire e sostenere determinati/e ragazzi/e della scuola. Siccome ritengo che la libertà e la dignità altrui vadano rispettate, sono venuti a mancare dei diritti per me fondamentali. Per tutto ciò non mi vedrete più in trasmissione: viene prima la mia integrità di persona e poi tutto il resto. Sicura di esserne uscita a testa alta e di aver SEMPRE rispettato e stimato chiunque lavori li dentro, ringrazio ognuno di voi, fan e non, per il sostegno e anche per le critiche o lo scambio di idee diverse. GRAZIEEEEE. Fabiana”

Non è finita qui.

Un gruppo di cantautori (tra cui la nostra fedele lettrice Cristina Caselli) che aveva inoltrato degli inediti alla redazione del programma per partecipare alla selezione dei brani da far interpretare agli allievi, ha dato vita ad una petizione affinchè l’annosa questione venga presa in considerazione da qualche associazione di consumatori.

Potete trovarla qui.

A voi le conclusioni…

[Messaggio tratto dal Fan Club di Fabiana. Messaggio n. 543]

[Questo post e' stato scritto ieri pomeriggio alle 16.45. Come saprete, oggi ho qualcosina da fare]





13
marzo

L’INTRAMONTABILE SUCCESSO DE “LA CORRIDA”

La Corrida @ Davide Maggio .it

Ogni anno, in primavera, torna su Canale5 un programma cult della nostra televisione.

E, puntualmente, mi stupisce.

Ho sempre trovato “La Corrida” un simpatico e divertente programma nazional-popolare ma decisamente fuori tempo. Una formula identica da decenni che trovo poco stimolante e non adatta alla prima serata del sabato.

Eppure ogni volta il pubblico risponde in maniera entusiasta, motivo per cui l’ammiraglia del Biscione lascia il programma uguale a se stesso senza modificare neppure una virgola.

Scelta condivisibile ma, a mio avviso, sbagliata.

Condivisibile perchè in tempi duri per la tv generalista cambiare un programma di successo (quanto meno negli ascolti) è impresa rischiosa.

Sbagliata perchè l’offerta non varia e la televisione generalista, mancando di sperimentazione, diviene sempre meno concorrenziale rispetto al satellite e tv on demand.

Il pubblico, però, sempre pronto, negli ultimi tempi, a criticare le novità delle televisioni nostrane, ha risposto, anche quest’anno, in maniera sorprendente.

Pensate, sabato scorso hanno seguito La Corrida in 6.423.000, con uno share pari al 31,44%. Il concorrente Notti Sul Ghiaccio ha totalizzato, invece, 3.774 con il 20,03% di share.

Viene naturale chiedersi se il pubblico italiano abbia un’età media particolarmente avanzata (prediligendo i giovani scelte diverse dalla tv “tradizionale”) oppure se, in Italia, sono le cose semplici (forse troppo) e poco impegnate a farla da padrone, non temendo rivale alcuno.

Mi hanno colpito, proprio a tal proposito, le dichiarazioni di Gerry Scotti che, senza troppi giri di parole, manifesta il proprio stupore per i risultati raggiunti dalla Corrida. 

“So che la Corrida è un programma amato e atteso ma ogni anno scopro con stupore quanto sia  amato e quanto sia atteso. Ringrazio uno per uno i telespettatori che ci hanno scelto: da tradizione è l’Italia delle cose semplici, della provincia, di gente  autentica, ma
nell’ultimo periodo è sempre di più anche l’Italia dei giovani istruiti che vogliono divertirsi in modo genuino e pulito. Evviva la Corrida!”.

 Italiani…telespettatori allo sbaraglio?

[Vi suggerisco di dare un'occhiata a questo post di Avanguard per seguire le evoluzioni del programma nel corso degli anni]

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


12
marzo

CI MANCAVA ANCHE QUESTA…

Eredità @ Davide Maggio .it

Cari lettori,

mercoledi (14 marzo) sarò nello studio Nomentano 5 della Rai, quello dell’Eredità!

Pur essendo molto tentato ad organizzare un golpe per rubare il posto a Carlo Conti, mi limiterò a giocare con la speranza di portare qualche spicciolo a casa!

Una delle caratteristiche interessanti del programma è lo spazio dato agli accompagnatori che “sparlano” del concorrente che accompagnano insieme al conduttore.

Avevo pensato a Voi! Che ne direste di farmi compagnia in quel della Rai per seguire il dietro le quinte dell’Eredità (oltre a presenziare alla puntata, questo è chiaro!) ?

Qualora vi andasse, contattatemi pure via email allegando una vostra foto e un recapito telefonico. I primi che mi contatteranno potranno venire a vedere la figura barbina che mi aspetta!

Bisogna arrivare in Rai alle 14.30 e dovrete dedicarmi il vostro pomeriggio!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





12
marzo

AMICI, la finale : GLI ANGELUCCI IN PARADISO DI FEDERICO

Federico Angelucci Amici di Maria De Filippi @ Davide Maggio .it

E così è finita anche quest’edizione di Amici, la sesta!

Ma è finita male. O per meglio dire è iniziata male ed è finita ancora peggio.

L’ultima puntata del talent show più famoso d’Italia ha rispecchiato perfettamente il filone costanzian-defilippiano che regna incontrastato sui teleschermi italiani e inquina una già precaria televisione.

Una puntata che ha visto Maria De Filippi andar fuori di sè quando un giornalista presente in studio ha sottolineato come quello di ieri sera fosse il talent show che piace guardare al pubblico italiano, sottintendendo che delle beghe da casalinghe disperate e delle faide tra allievi poco importa al telespettatore.

Apriti cielo! Una Maria De Filippi insolitamente presuntuosa, probabilmente perchè accusata in casa sua, ha avuto il coraggio di difendere a spada tratta anche le inimicizie e le polemiche che hanno animato il programma e non ha avuto alcun dubbio nel definire Amici “il miglior programma della televisione italiana“.

Ma il caso più eclatante è stato sicuramente la vittoria di Federico Angelucci.

Sarà un caso, pure fatalità, ma la finale del programma è sembrata anche al telespettatore più inguenuo una finale ad hoc, dove l’ hoc è rappresentato dalla vittoria del meno limpido degli allievi.

Vedete, i voti possono anche essere veritieri ma c’è da dire che sono facilmente influenzabili e indirizzabili tramite scelte “sul campo” fatte durante la trasmissione.

Non a caso, a conferma delle sempre discutibilissime scelte autorali adottate, ieri sera è arrivato l’ennesimo fulmine a ciel sereno. Non si sa perchè, infatti, durante la sfida più interessante, quella più “pericolosa” per Federico che doveva sfidare Karima, è stata annunciata di punto in bianco l’aggiunta di una sesta sfida (nonostante ne fossero previste 5) per consentire al pubblico di televotare ulteriormente. Perchè? Semplice! Il torbido Angelucci, battuto costantemente dall’Aretha Franklin nostrana durante le “chiamate delle carte”, iniziava a rimontare. Come dire “vediamo se facendo televotare ancora riusciamo a farlo vincere”. E, guarda caso, la vittoria non è tardata ad arrivare.

La shock subito dal pubblico e da tutto lo studio dopo l’annuncio della vittoria dello stratega del programma è stato forte. Il programma si è letteralmente bloccato : pubblico assente, stampa ammutolita, allievi demoralizzati. Maria La Sanguinaria non sapeva più cosa escogitare per far ripartire il programma. C’è voluto Daniel Herzalov e la Sua prova di improvvisazione per movimentare un po’ la situazione e per riscaldare gli animi ormai congelati. Per centrare l’obiettivo la signora Costanzo ha dovuto chiamare sul palco addirittura docenti ed autori alla ricerca disperata della vitalità perduta.

Un vitalità ritrovata che ha permesso a Federico di proseguire l’ascesa verso la vittoria finale che è stata accolta più come una sconfitta (quella dei veri talenti del programma) che come un trionfo.

Ancora una volta… ingiustizia è fatta!


10
marzo

MOMENTI DA (NON) DIMENTICARE : TELEFONATA INDIMENTICABILE A “LA PROVA DEL CUOCO”

Prosegue con successo il frivolo appuntamento del sabato con i Momenti da (Non) Dimenticare della nostra televisione.

Questa settimana Vi propongo un’altra telefonata indimenticabile di cui è stata vittima Antonella Clerici a “La Prova del Cuoco“.

Fa schiuma ma non è un sapone“, questa era la domanda a cui doveva rispondere la telespettatrice sorteggiata per giocare con la cuoca più famosa d’Italia.

Sentite un po’ cosa risponde…


9
marzo

ANNO ZERO: SE NE SCAPPA ANCHE MASTELLA!

Anno Zero @ Davide Maggio .it

Avevo parlato già tempo fa della ridicola faziosità di Anno Zero, il nuovo programma del disepurato Michele Santoro, blonde version!

Se, fino a ieri sera, però, l’obiettivo principale delle accuse del platinato conduttore era la destra italiana ed il Suo principale esponente, adesso le cose s’apprestano a cambiare

E’ accaduto, infatti, che nella prima puntata del programma dopo la pausa invernale, il Ministro della Giustizia, Clemente Mastella, abbia abbandonato il programma, tacciandolo di eccessiva faziosità, in seguito ad una battuta del vignettista Vauro che ha rappresentato soltanto il culmine di una serata carica di tensione. 

Un episodio che rischia di far scagliare contro il fazioso conduttore anche quella parte politica che gli ha permesso di tornare in video dopo quello che è conosciuto (anch’esso con faziosità) come l’ “editto bulgaro” di Berlusconi.

La cosa singolare è che lo stesso Santoro, probabilmente consapevole di aver davvero superato ogni limite, cerchi di discolparsi lanciando messaggi dalle pagine del sito di Anno Zero : “Riteniamo di essere stati corretti, di aver fatto il nostro mestiere nella maniera più giusta. [...] Abbiamo lavorato come sempre con grande entusiasmo per il servizio pubblico, che è servizio verso il pubblico e non verso i partiti. Siamo tranquilli e andremo avanti cercando di rompere le cattivi abitudini dei talk dove i politici parlano solo tra di loro. [...]

Il caro Santoro sembra inizi ad avere la coda di paglia, finalmente!

Michele, come disse Lorena Bobbit, “damoce ‘n taglio”.

Ecco uno stralcio di quanto è successo. Si parlava di DICO e…


Davide Maggio consiglia...

Tutto quello che c’è da sapere sul Festival di Sanremo 2024

Sta per prendere il via la 74esima edizione del Festival di Sanremo, in scena dal teatro Ariston da martedì 6 a sabato 10 febbraio 2024. E’ tradizione, per DavideMaggio.it,

Streaming: punti di Forza e Debolezza, Opportunità, Minacce per Netflix, Disney+ e co.

E’ la nuova tv che avanza. Dai passi spediti però si è passati a qualche inciampo. Cosa succede nel modo delle piattaforme streaming? Molto spesso quando si parla

Giortì, 10 momenti cult: dal ‘rapimento’ di Giulia De Lellis alla voce del sess0 di Gemma Galgani

Dal goliardico rapimento di Giulia De Lellis alle mirabolanti gesta di Gemma Galgani nelle vesti di pizzaiola. Dalla “voce del sesso” sfoderata dalla dama di Uomini e Donne Over

10 espedienti per «massaggiare» gli ascolti TV

Sulla generalista vincono sempre tutti, non c’è mai nessuno che perda. Sulle tematiche è un record dopo l’altro, è sempre il miglior risultato di sempre. L’avvento dei nuovi