10
settembre

CHE SWITCH-OFF SIA: ECCO IL CALENDARIO DELLO SWITCH-OFF DELLA TV ANALOGICA REGIONE PER REGIONE

Switch Off @ Davide Maggio .it

E’ stato presentato dal sottosegretario alle comuncazioni Paolo Romani, il calendario dello spegnimento della tv analogica italiana a favore del digitale terrestre che porterà di qui a quattro anni all’abbandono totale dell’analogico.

La prima regione interessata sarà la Sardegna, che già aveva sperimentato lo spegnimento di Rai2, Rete4 e Qoob lo scorso marzo. Dal 15 al 31 ottobre si procederà allo spegnimento di tutte le reti analogiche dell’isola, sia nazionali che locali, per permettere l’accensione delle nuove reti in isofrequenza che garantiranno per ogni bouquet di canali  la copertura con un’unica frequenza in tutta la regione.

Entro i primi sei mesi del 2009 sarà la volta della Valle d’Aosta, anch’essa già interessata dal mini switch-off lo scorso aprile. La più piccola regione d’Italia vedrà lo spegnimento di tutti i segnali e la realizzazione, analogamente a quanto accadrà in Sardegna, di reti in isofrequenza sulle frequenze affidate dal trattato di Ginevra al nostro “bel paese”.

Il calendario completo nella seconda parte dell’articolo:

Entro la fine del 2009 toccherà a Piemonte occidentale e Trentino, che hanno già firmato il protocollo d’intesa con il governo e il dgtvi. Sempre nel 2009 passeranno al digitale il Lazio e la Campania.

Nel 2010 sarà digitale la pianura padana e in particolare, Piemonte orientale, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli e Liguria, mentre nel 2011 toccherà ai  cittadini delle regioni adriatiche, Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia, sorbirsi lo switch-off.

Il termine ultimo per le altre regioni, Calabria, Umbria, Sicilia e Toscana, rimane fissato al 2012, come stabilito dall’ex ministro delle comunicazioni Gentiloni.

Il sottosegretario Romani ha reso note alcune stime sulla popolazione colpita dal ciclone digitale: saranno 15 milioni gli italiani “digitali” nel 2009 e passeranno a 37 milioni nel 2010.

La scelta delle regioni non è stata casuale ma è stata dettata da problemi di varia natura: la conformazione orografica del territorio, il numero di emittenti locali presenti, per le quali il passaggio al digitale rappresenterà una voce molto onerosa in bilancio,  e i problemi interferenziali con le regioni limitrofe o con le altre nazioni.

Questo calendario, seppur molto indicativo, rappresenta, insieme alla graduatoria per l’assegnazione del 40% dei multiplex nazionali, il modo più efficace per permettere alla tv digitale di penetrare in Italia e soprattutto nel cuore e nella mente dei suoi abitanti.



Articoli che potrebbero interessarti


Calendario Switch off / switch over 2010 - Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli, Liguria
SWITCH OFF 2010: APPROVATO IL CALENDARIO PER LOMBARDIA, PIEMONTE, LIGURIA, EMILIA ROMAGNA, VENETO E FRIULI VENEZIA GIULIA. CONFERMATO LO SLITTAMENTO A SETTEMBRE.


Switch off Valle d'Aosta, Piemonte, Lazio, Campania, Trentino Alto Adige
DALLA VALLE D’AOSTA IL VIA AD UNA NUOVA STAGIONE DI SWITCH OFF: TOCCA A PIEMONTE OCCIDENTALE, TRENTINO ALTO ADIGE, LAZIO E CAMPANIA


Switch off 2010: Piemonte orientale, Lombardia, Veneto, Friuli, Liguria, Emilia Romagna
SWITCH OFF 2010: POSTICIPATI (FORSE) AL SECONDO SEMESTRE GLI SPEGNIMENTI IN PIEMONTE ORIENTALE, LOMBARDIA, VENETO, FRIULI, EMILIA ROMAGNA E LIGURIA


Switch off Aosta
NESSUNA DATA CERTA PER LO SWITCH OFF VALDOSTANO

36 Commenti dei lettori »

1. Zoro ha scritto:

10 settembre 2008 alle 19:57

cavolo per la puglia bisogna aspettare fino al 2011, magari riescono ad anticipare, speriamo!



2. Vincenzo ha scritto:

10 settembre 2008 alle 20:30

Piuttosto posticipano ;) Io ho forti dubbi che le date vengano rispettate.



3. Lucien ha scritto:

10 settembre 2008 alle 20:40

Gi da oggi in Emilia-Romagna dove sono io è possibile vedere molti canali in digitale, come lo è sicuramente per altre regioni dove lo switch avverr solo nel 2012. Lo preciso perché sembra che fino al momento in cui non spengono i canali analogici, non sia possibile vedere canali digitali, anzi, è possibile con anni danticipo.



4. Davide Maggio ha scritto:

10 settembre 2008 alle 20:46

@ Lucien: in che senso? Parli di vederli ESCLUSIVAMENTE in digitale?



5. Lucien ha scritto:

10 settembre 2008 alle 21:23

Volevo precisare che anche per le regioni che dovranno aspettare a lungo per lo switch, che gi da oggi possono comunque vedere molti canali in digitale, non tutti, ma molti. Ovviamente un mese o due prima dello switch, è auspicabile che tutte le analogiche siano visibili anche in digitale.



6. iLollo ha scritto:

10 settembre 2008 alle 22:04

bene, in Trentino entro la fine del 2009, sono contento dellarrivo del digitale, sperando che comincino a trasmettere in widescreen (è specificato questo?) è importante anche che il meter sia dato almeno a 500.000 abitanti invece delle poche migliaia attuali, perchè adesso lauditel è solamente un sondaggio!



7. Ruben ha scritto:

10 settembre 2008 alle 22:20

Voglio vedere la scadenza del Lazio entro un anno…sono lunico in famiglia ad avere il ricevitore digitale terrestre se è cosi anche per altri,la vedo davvero dura…



8. Gordon Gekko ha scritto:

10 settembre 2008 alle 23:10

Sono daccordo con Vincenzo.Dubito che le date verranno rispettate.Le procrastinano da troppo tempo.



9. AleJonica ha scritto:

10 settembre 2008 alle 23:40

Ci sono pochi che hanno il digitale terrestre in Calabria, ma ci vorranno altri quattro anni.



10. CeleTheRef ha scritto:

11 settembre 2008 alle 01:56

ma dopo lo switchoff, i televisori analogici attuali, a che serviranno a parte prendere la polvere?



11. Davide Maggio ha scritto:

11 settembre 2008 alle 03:25

@ Lucien: beh, io li prendo tutti :-) Non credo debba essere auspicabile ma obbligatorio; @ iLollo: ti risponder sicuramente Francesco che in materia è decisamente più preparato di me; @ CeleTheRef: se si ha un decoder no.



12. Lucien ha scritto:

11 settembre 2008 alle 03:26

CeleTheRef: ai televisori attuali può essere collegato il decoder digitale. Cè da ricordare che esistono degli obblighi per i produttori dei televisori, deve essere indicato se riceve gi il digitale o no e da una certa data la proibizione di mettere in commercio modelli privi di tale opzione, e unultima data che obbliga a produrre solo modelli per il digitale. Un sito web che ti dice quali trasmissioni digitali puoi ricevere nel tuo comune e tante altre notizie utili è questo: http://www.dgtvi.it/stat/DGTVi/Page1.html



13. Davide Maggio ha scritto:

11 settembre 2008 alle 03:30

@ Lucien: esattamente. Tra laltro credo che i produttori abbiano lobbligo di produrre esclusivamente televisori con decoder integrato visto che da aprile 2009 si potr vendere soltanto questo tipo di tv. Non a caso, gi ora, i televisori sprovvisti di decoder integrato devono avere unapposita etichett che ne indichi la mancanza.



14. silvia78 ha scritto:

11 settembre 2008 alle 08:22

nutro seri dubbi sulla puntualit dei tempi. Nella zona del Trentino dove vivo il digitale terrestre è arrivato solo 1 mese fa e gli unici canali free sono iris e mediaset shopping…per quelli a pagamento non è ancora ben chiaro nemmeno ai rivenditori che cosa funzioni e cosa no…



15. Taichi ha scritto:

11 settembre 2008 alle 10:25

bhè io sono siciliano e in questo momento il mio decoder DTT ha in memoria 58 canali, 5 sono di prova e tutti gli altri si vedono benissimo. piuttosto aspetto ancora che mediaset si degni ad aprire BIS visto che sta passando un anno dal suo annuncio



16. Davide Maggio ha scritto:

11 settembre 2008 alle 10:26

@ Taichi: ah tu lo stai ancora aspettando? :D



17. Gordon Gekko ha scritto:

11 settembre 2008 alle 11:40

Allo stato attuale non è cos semplice la storia del digitale terrestre.Mi spiego meglio.Non basta avere il decoder.Enecessario anche che lantenna (quella normale sul tetto) sia potente e abbia non so quali modifiche,che lantennista fa solo dietro cospicua retribuzione e col consenso di tutti i condomini (qualora ci si trovi in un condominio).Lalternativa può essere unantennina di quelle piccole da tenere in casa,ma spesso il risultato può essere scarsino.Insomma secondo me,con i rischi che comporta e con i tempi che si stanno allungando sempre di più,è molto probabile che nelfrattempo uscir una tecnologia più adeguata



18. sanjai ha scritto:

11 settembre 2008 alle 11:45

@gordon gekko:guarda che io ho il digitale terrestre e di modifiche allantenna non ne ho fatte.si vede benissimo e basta solo il decoder.anche nel televisore lcd che non ha bisogno di decoder si vede bene.



19. Davide Maggio ha scritto:

11 settembre 2008 alle 11:49

@ Gordon Gekko: non so se tu sia della stessa regione o della stessa zona di chi ha problemi di copertura ma io personalmente sono nella stessa situazione di sanjai. Ricevo tutti i canali, non ho fatto alcuna modifica e utilizzo semplicemente un decoder per un televisore e la videostation di Fastweb per un altro.



20. Vincenzo ha scritto:

11 settembre 2008 alle 12:16

@Taichi: Bis non cè più ;)



21. Marko ha scritto:

11 settembre 2008 alle 13:20

Cofermo anche io che per vedere il digitale terrestre non serve alcuna modifica allantenna.



22. Gordon Gekko ha scritto:

11 settembre 2008 alle 13:38

S in effetti mi sono spiegato male io…non è una cosa che bisogna fare tutte le volte.Però capita (me lo hanno detto persone da varie parti dItalia) che si hanno delle antenne un po vecchiotte che bisognose di essere modificate.Tutto ciò aldil delle zone di copertura.Si tratta di alcuni “”moduli”" che solo lantennista ti può mettere e che costano un bel po.Basta fare un giro su internet per vedere quanta gente ha questo problema



[...] Il calendario completo su http://www.davidemaggio.it Scritto da Francesco Lauciello Archiviato in DTT – Switch off, Tv         [...]



24. Francesco Lauciello ha scritto:

11 settembre 2008 alle 16:01

@iLollo: Il widescreen 16:9 è considerato allo stato attuale inutile dalle emittenti tv perchè sono ancora molto diffusi i tv 4:3. Sicuramente con lo switch off il 16:9 prender piede come lo far , tralaltro, lalta definizione sul digitale gi in t



25. Francesco Lauciello ha scritto:

11 settembre 2008 alle 16:07

@GordonGekko: lo switch off eliminer tutti questi problemi in quanto sulle frequenze ora utilizzate dai canali analogici verranno trasmessi i rispettivi mux digitali senza modifiche. Allo stato attuale alcune frequenze utilizzate dai multiplex digitali



26. Zoro ha scritto:

11 settembre 2008 alle 18:19

Davide quindi da aprile del prossimo anno non venderanno mai più anche le TV grosse????cioè venderanno SOLO TV al plasma o LCD?????



27. Gordon Gekko ha scritto:

11 settembre 2008 alle 20:31

@Francesco Lauciello:purtroppo non sono del campo e non ci capisco granchè,quindi mi scuserai se non ho compreso fino in fondo quanto tu abbia detto.Mi sembri ferrato in materia e perciò mi fido del fatto che lo switch off saner questo problema che co



28. Nicola ha scritto:

12 settembre 2008 alle 00:06

@zoro: mi sembra di aver letto che fino al 30 giugno di questo anno potevano essere prodotte tv senza tuner integrato e le devono vendere entro il 30 giugno dellanno prossimo.



29. Davide Maggio ha scritto:

12 settembre 2008 alle 07:45

@ Zoro: il mercato dei televisori con tubo catodico è gi in esaurimento. Vedrai che tra un po ci sar un calo ancora maggiore dei prezzi di LCD e Plasma; @ Gordon Gekko: Francesco è il redattore di DM che si occupa di DTT e Satellite. E una bomba ;-) @ Nicola: entro aprile 2009.



30. Taichi ha scritto:

12 settembre 2008 alle 10:28

@ Davide & vincenzo: chiss perché ma lo immaginavo che bis facesse questa fine^^



31. Francesco Lauciello ha scritto:

12 settembre 2008 alle 12:44

@GordonGeeko: Il problema sussiste solo per gli impianti centralizzati condominiali e non per gli impianti singoli.



32. Gordon Gekko ha scritto:

12 settembre 2008 alle 14:37

@Francesco Lauciello: vabbè però ammetterai che gli impianti centralizzati sono praticamente la maggioranza.Non è un probema cos marginale.Quanti condomni ci saranno in Italia…



33. Francesco Lauciello ha scritto:

12 settembre 2008 alle 14:40

@Gordon Gekko: hai ragione, era solo per mettere in chiaro che con gli impianti singoli non ci sono problemi. ;)



[...] definizione sul DTT che porter al rilancio del Digitale Terrestre in attesa dello switch off, come dichiarato lo scorso giugno, in occasione della conferenza stampa per il lancio delle prime [...]



35. scorcione ha scritto:

25 settembre 2008 alle 10:23

@ DM: è da un po di tempo che si vede un canale nuovo, Second TV, che trasmette il segnale “”Coming Soon”"… hai notizie a riguardo? Piervito



[...] e solo nell’isola, ma successivamente anche in tutte le aree che diventeranno all digital nel corso di questo 2009, è già disponibile Rai Next, utilizzato solo per la diffusione di alcuni trailer di programmi o [...]



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.