Switch Off



4
luglio

ADDIO ANALOGICO: L’ITALIA E’ ALL DIGITAL

Digitale Terrestre

Digitale Terrestre

Sembrava impossibile, e invece ce l’abbiamo fatta. Da oggi possiamo dire definitivamente addio al vecchio analogico: l’Italia è infatti totalmente digitale. Con lo switch off della Sicilia, ultima regione calendarizzata, che si conclude proprio oggi, il Belpaese saluta il vecchio e si affaccia al nuovo (si fa per dire…) sistema di trasmissione, concludendo il processo di conversione iniziato nel lontano 2008 con la Sardegna entro i tempi previsti dall’Unione Europea.

Certo, i problemi non sono mancati e continuano a manifestarsi, anche a causa della particolare orografia del Paese, che costringe i cittadini delle zone collinari e montuose ad adottare la poco pubblicizzata TivuSat, la piattaforma satellitare nata proprio per rimediare agli inevitabili problemi di ricezione. Anche le polemiche non sono mancate, tra mux regalati, bracci di ferro con le tv locali, aste, beauty contest, numerazioni automatiche e sentenze varie.

Nonostante il Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera si sia affrettato a sottolineare quanto sia vantaggioso il nuovo sistema, va detto che il DVB-T è una tecnologia di fatto nata vecchia e adottata con troppo ritardo che – qualità a parte – non porta alcuna grande novità, se non il maggior numero di canali. Ecco, almeno la scelta è diventata più ampia, se non fosse che gran parte dell’offerta è targata Rai e Mediaset che, con i canali in chiaro, campano in gran parte di magazzino. Le new entry comunque non sono mancate ma gli investimenti, a parte qualche rara eccezione, sono stati fino ad oggi piuttosto cauti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




7
maggio

DM LIVE24: 7 MAGGIO 2012. SWITCH OFF IN ABRUZZO REGOLARE

Diario della Televisione Italiana del 7 Maggio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • In Abruzzo, switch off regolare

Giuseppe ha scritto alle 17:17

Lo Switch-off del digitale terrestre in Abruzzo ( e forse in tutta l’Area Tecnica 11 che comprende il Molise e la provincia di Foggia) partirà come previsto il 7 maggio prossimo. Il giudizio pendente davanti al Tar Lazio, promosso dall’emittente Napoli Canale 21, che avrebbe dovuto rinviare almeno fino al 23 maggio lo switch-off non riguarda, secondo il Ministero, il territorio dell’Abruzzo. Lo ha dichiarato il presidente del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci, che si dice «soddisfatto per questa comunicazione che arriva direttamente dal Ministero e che fa luce sulla vicenda del passaggio della regione al digitale terrestre». (fonte TvDigitalDivide.it)


6
maggio

DM LIVE24: 6 MAGGIO 2012. LA7 SI VENDE, SLITTA LO SWITCH OFF, GLI AFTERHOURS SI SCUSANO

Diario della Televisione Italiana del 6 maggio 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • La7 si vende

Vincenzo ha scritto alle 16:00

Dagospia – La7 in vendita. 1- AVVVISO AI NAVIGANTI: MERCOLEDÌ VENDONO L7. CDA CONVOCATI. SU CHI SE LA METTE IN TASCA, GIRA DI TUTTO. URBANO CAIRO. CARLO DE BENEDETTI. TARAK BEN AMMAR. FONDI ESTERI. BEBEÈ BERNABÈ VORREBBE CEDERE IL 100 PER CENTO. LA RICHIESTA/ORDINE PARTE DA ALBERTO NAGEL, CAPATAZ DEL PRIMO AZIONISTA DI TELECOM ITALIA, MEDIOBANCA (IL MOMENTO È FAVOREVOLE, LE ELEZIONI SONO ALLE PORTE) – 2- CARLO DE BENEDETTI, IERI, A DOGLIANI, ALLA DOMANDINA DI GIOVANNI MINOLI, “COMPERARE LA7?”, HO REPLICATO: “UN ANNO FA CI PENSAVO MA BERNABÉ PREFERÌ TENERE IL GIOCATTOLO ANCHE SE LA SUA AZIENDA SI OCCUPA DI TELEFONIA. OGGI LA CRISI HA MUTATO LO SCENARIO. CREDO CHE OGGI DOVREBBE ESSERE BERNABÉ A VENIRMI A PREGARE”. E QUANDO GIOVANNI MINOLI HA FATTO NOTARE CHE “QUESTA RISPOSTA È UN INIZIO DI TRATTATIVA”, DE BENEDETTI HA SORRISO MA NON HA COMMENTATO – 3- CHISSÀ COSA NE PENSA IL FIGLIO RODOLFO, CHE HA LA CASSA DI FAMIGLIA (LA CIR)

  • Lo switch off slitta

Giggi ha scritto alle 20:59

Qui in Abruzzo in un tg radio è stata data la notizia che il passaggio al digitale è slittato a fine mese (dopo il 23) poichè numerose tv locali hanno fatto ricorso al TAR per le frequenze attribuitele perchè difettose. Nonostante ció Mediaset continua ad avvisare che il passaggio definitivo è il 7.

  • Gli Afterhours si scusano per la mancata esibizione al concertone

Giuseppe ha scritto alle 17:50





14
marzo

SWITCH OFF: APPROVATA LEGGE SUL DIGITALE TERRESTRE IN SICILIA

Switch Off Sicilia

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato con 53 voti favorevoli, 3 astenuti e nessun voto contrario il disegno di legge “Norme urgenti in materia di passaggio al digitale terrestre”. La legge prevede lo slittamento di 180 giorni per la presentazione delle domande all’Arpa relativamente al passaggio dall’analogico al digitale terrestre da parte dei proprietari attuali degli impianti che necessitano di adeguamento.

Inoltre nel corso della seduta dell’Ars è stato recepito come raccomandazione un ordine del giorno di Paolo Colianni (Mpa), presidente della commissione speciale per l’Innovazione tecnologica nel settore informazione, che propone una proroga di tre mesi per lo switch off delle tv per il passaggio al digitale (previsto per il 30 giugno).

Si tratta di un atto dovuto - spiega Colianni - per tutelare la piccola emittenza siciliana alle prese con un cambiamento epocale. L’Agcom ha emanato soltanto in data 5 marzo le delibere di pianificazione delle frequenze, con la conseguenza che il ministero dello Sviluppo economico ha ritardato l’emanazione dei bandi per l’assegnazione dei diritti di uso relativi alle frequenze per le Tv locali. Nell’attuale situazione non e’ possibile procedere allo switch off previsto per la Sicilia per il giugno 2012″.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


11
novembre

LO SWITCH OFF AL DIGITALE TERRESTRE CONTINUA IN LIGURIA, TOSCANA, UMBRIA E MARCHE

Switch off Liguria, Toscana, Umbria e Marche

Switch off Liguria, Toscana, Umbria e Marche

Sempre più agguerrita, sempre più concorrenziale. La televisione digitale terrestre in questi giorni continua la sua “cavalcata” con gli switch off di altre quattro regioni italiane. Per accelerare i tempi e rispettare quindi la tabella di marcia il Ministero dello Sviluppo Economico ha optato, a differenza dei passaggi precedenti, per lo spegnimento totale della tv analogica, senza passare quindi per gli switch over con i passaggi di Rai2 e Rete4, come invece avvenuto nelle altre regioni.

A salutare la vecchia televisione analogica dal 10 ottobre al 2 novembre è toccato ai cittadini della Liguria mentre è tutt’ora in atto per i cittadini della Toscana compresa la provincia di Viterbo (7-22 novembre) e a breve sarà il turno dell’Umbria (22-30 novembre). Rimangono escluse dalle operazioni di switch off le province di La Spezia e di Massa Carrara a causa dei gravi disagi causati dall’alluvione. Il Ministero, dopo un primo rinvio, ha decisione di continuare la trasmissione in analogico fintanto che non si sarà superata l’attuale fase di emergenza e – per il momento – non ci è dato sapere quando avverrà il passaggio. Vista anche l’attuale situazione politica, la calendarizzazione delle due province potrebbe avvenire in tempi piuttosto lunghi. Confermato invece lo switch off delle Marche che avverrà a ridosso del Natale: dal 5 a 21 dicembre.

Ricordiamo che per continuare a vedere la televisione sarà necessario dotarsi di un decoder certificato DGTVi o di un televisore con decoder incorporato (tutti quelli venduti attualmente ne sono dotati). Nel caso il cui si presentino delle difficoltà con il segnale dovute alla particolare conformazione del territorio, si consiglia l’acquisto di un decoder TivuSat (che richiede anche l’acquisto di una parabola).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





31
luglio

DM LIVE24: 31 LUGLIO 2011. LO SWITCH OFF SLITTA, MONICA SETTA SCRIVE, EMMA MARRONE RECITA

Diario della Televisione Italiana del 31 Luglio 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Slitta lo switch off

lele ha scritto alle 11:07

Cambiato il calendario del passagio al digitale terrestre dell’Italia: è infatti slitttato di 6 mesi lo switch-off in Liguria, Toscana, Umbria+La Spezia+Viterbo, Marche, Abruzzo e Molise+Foggia, che era previsto per quest’estate. Per la precisione le date saranno: 10/10-2/11 per la Liguria, 3/11-2/12 per Toscana ed Umbria, 5/12-21/12 per le Marche. Primo semetre 2012 per le restanti regioni.

  • Libro per Monica Setta

fabioterr ha scritto alle 18:49

Da Di Più apprendiamo che Monica Setta durante le sue vacanze sta scrivendo un libro che uscirà in autunno e che parlerà della sua esperienza in Rai, con degli aneddoti sulle celebrità ed episodi curiosi.

  • Emma Marrone attrice

luro ha scritto alle 21:21


25
novembre

MEDIASET EXTRA: DAL 26 NOVEMBRE ARRIVA IL CANALE CON IL MEGLIO DEL BISCIONE. ERA PROPRIO NECESSARIO?

Mediaset Extra

Mediaset Extra, dal 26 novembre

Tempo di switch-off nel Nord Italia e tempo di nuovi canali per i colossi televisivi nostrani. Con il passaggio di Milano al digitale, che avverrà dal prossimo 26 novembre, Rai e Mediaset scenderanno nuovamente sul campo di battaglia per darsele di santa ragione con due nuovi canali che, ironia della sorte, riprendono i nomi di due dei canali delle proprie scuderie digitali: Rai5 e Mediaset Extra.

In questa sede parliamo della nuova proposta Mediaset. Annunciato in sordina e “a sorpresa” con dei promo sulle generaliste del Biscione, Mediaset Extra proporrà il meglio di Canale5, Italia1 e Rete4 (strizzando l’occhio a Mediaset Plus, presente in esclusiva sulla piattaforma Sky) e alcune delle produzioni di successo dei bei tempi andati. Diretto da Massimo Donelli, già alla guida di Canale5 e La5, su Extra avremo la possibilità di rivedere, qualora ce li fossimo persi, Pomeriggio Cinque, Colorado Cafè, Vite straordinarie, Zig Zelig, Le Iene, Chi vuol essere milionario, CSI, Flash Forward, Trasformat e Chiambretti Night, per citarne alcuni. Direttamente dall’archivio di Cologno potremo invece rivedere alcuni dei cartoni che hanno fatto la storia di Italia1 (I Cavalieri dello Zodiaco e Lupin in primis), i telefilm cult (Happy Days, I ragazzi della 3^C, Magnum P.I., Vita da strega) e le vecchie produzioni Fininvest tra cui Campioni di Ballo condotto da Lorella Cuccarini e il talent “padre” di Ti lascio una canzone e Io Canto: Bravo Bravissimo, condotto dal rimpianto Mike Bongiorno.

Una domanda a questo punto sorge spontanea: tra Video Mediaset, La5 e Mediaset Plus, avevamo proprio bisogno dell’ennesimo canale minestrone infarcito di repliche (in gran parte di produzioni recenti)? Chissà, fatto sta che mentre un nuovo Extra apre, un vecchio (Rai) Extra, visti gli ascolti imbarazzanti, chiude…


25
ottobre

SWITCH OFF AL DIGITALE TERRESTRE: DAL 25 OTTOBRE TOCCA AL NORD ITALIA

Switch Off al digitale terrestre

Il Nord Italia passa al digitale

Abitanti del Piemonte Orientale, della Lombardia e delle Province di Piacenza e Parma, drizzate le antenne: a partire da oggi 25 ottobre e fino al 26 novembre si completerà il passaggio alla tv digitale terrestre e quindi il definitivo spegnimento della vecchia televisione analogica, tra l’altro in parte già “spenta” tramite gli switch-over (il passaggio delle sole Rai2 e Rete4) degli scorsi mesi.

Una volta conclusa questa prima fase toccherà invece, a partire dal 27 novembre e fino al 15 dicembre, ai cittadini del Nord-est italiano (Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Veneto) che, rispetto al modus operandi finora adottato, subiranno il “black-out” televisivo senza passare per alcuna fase intermedia.

In totale saranno 9,5 milioni di famiglie che, sommate a quelle di tutte le regioni già “transitate” verso il nuovo standard,  salgono a 16.2 milioni di famiglie “all digital” (65% del totale). Ottimista, e non potrebbe essere altrimenti, il Presidente di DGTVi Andrea Ambrogetti che ipotizza la transizione al digitale dell’intera penisola con ben un anno di anticipo rispetto alla tabella di marcia (con il termine ultimo, il 2012, fissato dall’Unione Europea per tutti i paesi membri):