21
giugno

Il Palio di Siena su La7 per quattro anni e 540.000 euro. Con il commento di Pierluigi Pardo, si punta a superare lo share di Rai 2

Pierluigi Pardo

Pierluigi Pardo

Il Palio di Siena lascia la Rai, sua casa televisiva storica, e approda su La7. Niente più necessità di spezzare o spostare la diretta, ma un unico lungo appuntamento che mostrerà l’evento al pubblico: questa una delle ragioni che hanno portato il Consorzio per la Tutela del Palio a chiudere un accordo quadriennale con la rete di Urbano Cairo che, avendo acquisito i diritti televisivi dell’evento (a Rcs Media Group sono andati quelli digitali), lo trasmetterà fino al 2025. Quest’anno, nelle due edizioni del 2 luglio e del 16 agosto, potrà contare sul commento di Pierluigi Pardo, affiancato dal senese Giovanni Mazzini.

“Per il 2 luglio abbiamo intenzione di fare una pre-corsa corposa che potrebbe iniziare già dalle 17, mentre, per i Palii successivi l’intenzione è di fare programmi di avvicinamento alla Festa. [...] Vogliamo superare lo share di Rai2 che nel 2019 toccò il 10%. C’è grande aspettativa. [...] Se i tempi della mossa si prolungassero? Continueremo ad andare avanti con la diretta, a questo proposito abbiamo già accordi col telegiornale. Per quanto riguarda invece la diretta streaming siamo in via di trattazione con i soggetti interessati ma dovrebbe andare sul sito del Comune e del Consorzio”.

Palio di Siena

Palio di Siena

Questi, come riporta SienaNews, i primi commenti del vicedirettore di La7 Gianluca Foschi dopo la conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Palazzo Pubblico. L’accordo è di 540.000 euro in quattro anni, ovvero 67.500 a corsa da distribuire equamente tra le 17 Contrade. La Rai ne avrebbe inizialmente offerti 280.000, per poi tentare di recuperare in extremis con un’offerta di 480.000 ma, al di là del fatto che l’offerta di La7 era superiore, a convincere il consorzio è stato proprio il fatto che ci sarà continuità nella diretta. Questo il commento del sindaco di Siena, Luigi De Mossi:

“L’occasione creatasi con Rcs è stata meritevole e significativa. Rcs, infatti, ha dimostrato un’attenzione alla nostra festa che va oltre semplice rappresentazione dei fatti. Quella che si è palesata è una volontà di collaborare oltre la descrizione di un evento. [...] Non dimentichiamo quello che la Rai ha fatto per noi, ma ora dobbiamo guardare avanti

Per Pardo, che da pochi giorni è diventato papà del piccolo Diego, si tratta del debutto su La7: dopo la fine della sua lunga collaborazione con Mediaset, nella stagione ormai finita è stato protagonista solo su DAZN.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pierluigi Pardo
Serie A 2022/23: presentazione del calendario in diretta su DAZN. Conduce Pierluigi Pardo


La foto pubblicata da Enrico Mentana
Un cinghiale sotto la sede de La7, Mentana: «Hanno saputo che da noi si invitano cani e porci»


Pardo - Supertele
SuperTele – Leggero come un Pallone, godibile come pochi


Myrta Merlino
Myrta Merlino punge: «Non ho mai pagato un ospite, è una garanzia di libertà»

8 Commenti dei lettori »

1. Alberto&laura ha scritto:

21 giugno 2022 alle 20:08

E quanti cavalli dovranno azzopparsi ancora? E quanti tori morire nelle corride? E quanti circhi esibire fiere umiliate? E quando aboliremo questi spettacoli medioevali, e guarderemo agli animali come fratelli portatori di dignità?



2. aleimpe ha scritto:

21 giugno 2022 alle 20:33

Per il Palio è un ritorno sulla quella rete che in passato fu Telemontecarlo che lo trasmise nel agosto 1995.



3. Luigi_FI ha scritto:

22 giugno 2022 alle 09:52

ma esiste davvero qualcuno che è interessato a vedere dalle 17.00 il palio di Siena ?



4. Alberto&laura ha scritto:

22 giugno 2022 alle 12:17

Mah, il palio di Siena interessa solo ai contradaioli che regolano vecchi conti tra di loro, e a turisti americani boccaloni(dei russi grazie a dio ce ne siamo liberati), in cerca dell’italico pittoresco. Ovviamente il tutto sulla pelle degli innocenti cavalli, e con dedica alla Madonna che ha ben altro cui pensare.



5. Mattior ha scritto:

22 giugno 2022 alle 13:57

sì sì Alberto prova a toccare il Palio e vedi cosa fanno i senesi…



6. Alberto&laura ha scritto:

22 giugno 2022 alle 14:31

@Mattior lo so. E prova a toccare la corrida e poi vedi gli spagnoli, e prova a toccare la caccia e vedi i cacciatori, e prova a toccare il foie gras e vedi i francesi, e prova a toccare gli allevamenti intensivi e vedi gli allevatori. Sono battaglie perse, ma non per questo non degne di essere combattute. Finché avrò un briciolo di voce, in briciolo di energia, un alito di vita, mi batterò per gli animali. Per affermare i loro diritti e la loro dignità. Einstein diceva : la civiltà di un popolo si vede da come tratta gli animali. Poi certo gli animali hanno una colpa gravissima: non votano.



7. Mattior ha scritto:

23 giugno 2022 alle 11:07

no, cacciatori/allevatori e appassionati di palio sullo stesso piano anche no… togli il palio e questi scendono il piazza manco avessi imposto un lockdown e contemporaneamente l’abolizione del reddito di cittadinanza!



8. Alberto&laura ha scritto:

23 giugno 2022 alle 13:42

Ah su questo non ci piove. Io sto male a vedere le nerbate che prendono i cavalli, le loro cadute, il loro stress. Altro che l’isola, questi sono veri spettacoli per sadici.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.