12
dicembre

La Confessione, Mauro Corona: «Franco Di Mare, ho ancora stima di te ma non lo dico perché tu mi riaccolga»

Mauro Corona, La Confessione

Caro Franco Di Mare, sappi che ho ancora stima di te“. L’uomo del monte vuol fare la pace. Quelle pronunciate da a La Confessione di Peter Gomez sono state parole decisamente distensive. Ma gli armistizi, come noto, si stipulano in due e per il momento la controparte non sembra altrettanto ben disposta. Sul Nove, lo scrittore friulano è tornato a parlare della sua cacciata da Cartabianca, con riferimento alle ormai note posizioni del direttore di Rai3 sull’accaduto. 

Bianca Berlinguer mi ha detto subito che c’era il direttore che non voleva più saperne di Corona. Quello che mi ha dato fastidio è che l’hanno messa come se io abbia offeso tutte le donne, non solo d’Italia, ma del pianeta: io ho offeso una donna e non permetto a nessuno di campare scuse per eliminarmi facendo il paladino delle donne d’Italia o del pianeta (…) Che si usi la difesa delle donne offese da Corona per eliminarmi non lo tollero e non lo permetto a nessuno, né al direttore di Raitre né a chicchessia

ha dichiarato Corona, ribadendo di essere sinceramente pentito” e di essersi scusato, ma non per opportunismo“. Ma la parte più interessante del suo intervento è stata «la confessione» rivolta nel finale proprio al direttore di Rai3. Deponendo le spigolosità da uomo delle rocce usate sino a pochi istanti prima, l’alpinista ha adoperato toni conciliatori. Si è fatto docile e, guardando dritto nella telecamera, ha detto:

Caro Franco, e dico ‘caro’ non per la prassi con cui si iniziano le lettere ma perché nonostante tutto io ho ancora stima di te. Non riesco a volerti male, non lo so come finirà la storia con Bianchina e nemmeno mi inginocchio a chiederti: ‘per pietà, Franco, fammi tornare lì’. Non lo chiedo, questo lo devi sapere tu. Sappi però che ho ancora stima di te perché io l’amicizia la sento a pelle, come un profumo, come un odore. E quindi questa stima che avevo per te dura ancora. Vedi tu cosa devi fare e cosa deciderai per me. Sicuramente non mi impiccherò senza televisione ma non andrò neanche in altre tv. Adesso basta, non vado lì dalla Bianchina, io chiudo (…) non è che adesso sia eroinomane di schermo e che vada dalla concorrenza. Ho sempre stima di te e non lo dico perché tu mi riaccolga nella trasmissione della Bianchina. Lo dico perché sono uomo abituato a dire la verità, caro Frank Di Mare, e buona vita“.

Un messaggio di pace per il direttore di Rai3, il quale tuttavia – proprio nei giorni scorsi – pur asserendo di non aver nulla di personale contro lo scrittore, lo aveva criticato per i suoi atteggiamenti a Cartabianca. “Il signor Corona beveva in diretta, faceva pubblicità in diretta. Offendeva, e anche questo non è consentito“, aveva detto in Commissione di Vigilanza, stigmatizzando le interviste polemiche rilasciate dalla Berlinguer. La mano tesa di Mauro Corona servirà a placare gli animi?



Articoli che potrebbero interessarti


Franco Di Mare
Rai 3, Di Mare tende la mano alla Berlinguer: «Cartabianca è formidabile e lei straordinaria. Corona ha problemi veri con l’alcol»


Mauro Corona
Mauro Corona all’attacco: «Non tollero più le balle di Franco Di Mare». E pubblica un suo messaggio


Bianca Berlinguer
Bianca Berlinguer: «Di Mare non mi ha lasciato il diritto di gestire il caso Corona. La vicenda ha aumentato la mia sensazione di solitudine in Rai»


Franco Di Mare, tapiro d'oro
Striscia la Notizia, Franco Di Mare categorico su Mauro Corona: «Suo allontanamento è una scelta dell’azienda. Vilipesi e calpestati i diritti delle donne»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.