10
dicembre

Di Mare contro Berlinguer: «Trovo indecente che mi attacchi in questo modo. Corona? Beveva in diretta e offendeva»

Franco Di Mare

è stata più volte invitata da me a non rilasciare più dichiarazioni“. Intervenendo in , il direttore di Rai3 ha parlato dell’esclusione di Mauro Corona dal programma Cartabianca e si è scagliato contro la conduttrice. Il giornalista si è lamentato per le recenti interviste nelle quali la collega lo aveva criticato, esternando il proprio disappunto per le sue scelte. 

La signora Berlinguer è stata più volte invitata, un mese fa, da me a non rilasciare più dichiarazioni, in base anche alle indicazioni del codice interno, e non ha ascoltato. Io sono fortemente aziendalista e sono sicuro che i vertici aziendali sapranno cosa indicare alla signora Berlinguer sulla questione delle interviste. Trovo indecente che un dirigente venga attaccato in questo modo, probabilmente è nel destino dei direttori essere attaccati in malo modo

ha affermato Di Mare, invocando un intervento dall’alto sulla Berlinguer e ricordando che “le interviste vanno autorizzate da parte dell’azienda, dei vertici“. Un chiarissimo riferimento alle recenti esternazioni della conduttrice, che sulla carta stampata aveva stigmatizzato l’atteggiamento del direttore. “Non mi è stato lasciato il diritto elementare di gestire io stessa la questione” aveva detto sul caso Corona. E ieri, raggiunta da Striscia la Notizia, aveva rincarato: “Franco Di Mare ha tirato in ballo l’onore di tutte le donne senza però considerare il mio“.

Parole che hanno infastidito il direttore di Rai3, il quale in Vigilanza ha comunque rivendicato la propria scelta di allontanare Mauro Corona da Cartabianca dopo l’ormai nota offesa alla conduttrice (con la quale poi si era scusato):

La violenza fisica di genere nasce da quella psicologica e verbale: 2,1 milioni di donne secondo l’Istat vengono vessate quotidianamente da fidanzati e mariti (…) L’escalation della violenza parte sempre dalla violenza verbale. Non è possibile sentire parole del genere in tv. Corona era già stato sospeso una volta, non solo per le parole incontinenti, ma anche per i comportamenti aggressivi. Il signor Corona beveva in diretta, faceva pubblicità in diretta. Il signor Corona offendeva e anche questo non è consentito. Nulla di personale, mi sta anche simpatico, ma certi atteggiamenti verbalmente violenti, aggressivi, offensivi, non sono consentiti. Berlinguer lo ha perdonato, sono contento. Io non ho cacciato Corona ma ho chiesto al Comitato per il controllo del Codice Etico cosa dovevo fare e il Codice Etico ha detto che Corona era fuori dall’azienda per quello che aveva fatto e detto“.

Quanto alla presenza di volti Rai su La7 durante la messa in onda di Cartabianca, il direttore di rete ha assicurato di essersi lamentato in passato con l’AD Salini, ma di aver al contempo autorizzato la partecipazione di Sigfrido Ranucci a diMartedì, avvenuta l’altro ieri.

Sigfrido è testimone di una delle pagine più autorevoli della nostra storia televisiva e lui andava lì per testimoniare di quello che Report aveva fatto la settimana prima. Era una cosa estremamente specifica, non andava lì a fare il tuttologo ma a presentare la sua inchiesta. Probabilmente sbagliando, abbiamo pensato potesse essere di stimolo anche per Rai3 e quindi gli ho detto di sì perché pensavo che questo potesse essere una sottolineatura del lavoro svolto da Rai3. Ma non c’è stato danno negli ascolti“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Sigfrido Ranucci, diMartedì
Sigfrido Ranucci replica a Bianca Berlinguer: «Mia presenza su La7 autorizzata. Lo era anche la sua?»


Mauro Corona
Mauro Corona torna a Cartabianca


Franco Di Mare
Rai 3, Di Mare tende la mano alla Berlinguer: «Cartabianca è formidabile e lei straordinaria. Corona ha problemi veri con l’alcol»


Mauro Corona
Mauro Corona all’attacco: «Non tollero più le balle di Franco Di Mare». E pubblica un suo messaggio

6 Commenti dei lettori »

1. Marco ha scritto:

10 dicembre 2020 alle 16:00

Non ho mai capito perchè Corona dovesse essere ospite fisso di CartaBianca. Al di là della non simpatia non ne ho mai visto l’utilità…esperto di cosa poi?

Detto questo, credo urga cambiare direzione a RaiTre.



2. Danilo ha scritto:

10 dicembre 2020 alle 16:55

La Berlinguer dovrebbe distaccarsi dal modo di fare talk politico che hanno da altre parti.
Invece invita uno per fare “trash” che per giunta la insulta pure.Il suo direttore gli toglie quella presenza imbarazzante(per tutta la RAI) e lei si lamenta?
Perchè non fa armi e bagagli e va a lavorare in Mediaset dove fare comunicazione urlando e litigando è all’ordine del giorno?



3. Luigi ha scritto:

10 dicembre 2020 alle 18:36

Ma perché “la signora” Berlinguer? Non credo che avrebbe detto “il signor Biagi” o “il signor Bruno Vespa”.



4. Patrick ha scritto:

11 dicembre 2020 alle 03:08

Anche meno, anche meno… i direttori Rai durano quanto gatti in tangenziale, la Berlinguer si riprenderà con gli interessi la rivincita su quest’ometto che si è messo a fare lo sceriffo. Poco ma sicuro.



5. PeppaPig ha scritto:

11 dicembre 2020 alle 06:14

Infatti è indecente. Ogni azienda ha un codice etico interno che impedisce questo genere di comportamento. Se io rilasciassi ai giornali continue dichiarazioni in cui attacco il mio direttore, sarei già stata licenziata, e così per molti altri, nel pubblico e nel privato. Da che mondo è mondo, se non sei d’accordo con i vertici della tua azienda, te ne vai, se non ti cacciano prima loro. Poi, se stesse combattendo una battagia per i diritti fondamentali dell’uomo, tanto di cappello, ma qui siamo a livello di capriccio per il giocattolo.

Oltretutto c’è già il precedente del 2016, dove, per aver perso la direzione del TG3 (che lei reputava evidentemente un incarico a vita), subimmo i suoi piagnistei in tutti i luoghi e in tutti i laghi, anche nelle reti concorrenti. Pure in quell’occasione la Berlinguer trovò sponde inaspettate, che chiaramente sfruttavano l’occasione “cicero pro domo sua”.

La verità è molto più semplice di tutte le elucubrazioni che leggiamo in questi giorni: la Berlinguer è la tipica figlia di papà viziata e capricciosa che nella vita ha avuto autostrade spianate per il cognome che porta, e che considera RaiTre cosa sua. Non per niente la chiamano “la zarina”. Sarebbe molto bello se a rilasciare interviste cominciasse anche qualcuno che ha avuto “il piacere” di lavorare con lei, e ci raccontasse quanto illuminata e democratica sia con i suoi collaboratori. E a parte il tratto umano e caratteriale, io non l’ho mai trovata nè particolarmente talentuosa nè particolarmente intelligente, e il comportamento di questi giorni ne è la conferma.



6. Ale ha scritto:

11 dicembre 2020 alle 09:16

Ma la spocchia di questo signore, che fino a qualche mese non se lo filava nessuno ed ora che e’ stato messo come direttore di Rai 3 crede di essere chissa chi.
Caro mio, ricorda che l’anno prossimo verra’ rinnovato il CDA Rai (salvo soprese dell’ultimo minuto come una proroga di 1 anno) e se la tua poltrona saltera’ poi vedremo dove sarai collocato; magari a fare l’inviato di Cartabianca.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.