21
aprile

Serie A, niente sconti a Sky per lo stop del campionato. Le squadre hanno votato: sì al ritorno in campo

Serie A

Serie A

L’interruzione del campionato di calcio di Serie A a causa dell’emergenza Coronavirus non porterà sconti, né dilazioni di pagamento, a Sky per i diritti televisivi. La pay TV, nonostante le richieste, dovrà dunque versare regolarmente l’ultima rata prevista di 130 milioni di euro.

Sky, in sostanza, ha ‘proposto’ una riduzione del compenso complice lo stop forzato della Serie A ai primi di marzo, ma la Lega Calcio ha risposto picche. L’organo principale del calcio italiano non ammette modifiche sul contratto dei diritti TV, come già dimostrato quando ci fu la proposta – respinta – di trasmettere le partite in chiaro.

Identica sorte per DAZN, il servizio di streaming online, che come è noto ha i diritti di tre partite ad ogni turno. In questo caso, la rata da pagare è di circa 30 milioni di euro.

Serie A, le squadre dicono sì al ritorno in campo

L’assemblea della Lega Serie A, riunitasi questa mattina, ha confermato, con voto unanime di tutte le venti società collegate in video conferenza, l’intenzione di portare a termine la stagione sportiva 2019/2020, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza.

La ripresa dell’attività sportiva, nella cosiddetta Fase 2, come già evidenziato in passato, avverrà – si legge nella nota – in ossequio alle indicazioni di Fifa e Uefa, alle determinazioni della Figc, nonché in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Serie A
Serie A, B e C: chiusura il 20 agosto. Riparte il calcio, ma sui diritti tv è muro contro muro


Piersilvio Berlusconi
DIRITTI TV SERIE A: ANTITRUST BASTONA MEDIASET CON LA MULTA RECORD DI 51 MILIONI DI EURO. BISCIONE ALLIBITO


Calcio, Serie A
Diritti tv non pagati: Lega Serie A farà causa a Sky


Serie A
Diritti Tv: la Serie A congela la causa a Sky, Dazn e Img. In Germania la Budeslinga riparte in chiaro

3 Commenti dei lettori »

1. controcorrente ha scritto:

21 aprile 2020 alle 19:23

certo.. sembra che solo loro non si possano permettere di star fermi.. colpa dei milioni di capre che si abbonano a sky..voglio vedere se non ci fossimo noi e gli abbonamenti a sky.. chi regge questi… come se le comprano le ferrari e le lamborghini.. e le escort.. e i figli in provetta…e non continuo oltre..



2. R101 ha scritto:

21 aprile 2020 alle 20:09

Per completezza di informazione bisogna precisare che la lega calcio di serie A ha risposto negativamente ad un invito bonario da parte della società televisiva. Dinanzi ad una risposta negativa Sky, di sicuro, Provvederà a dirimere la controversia nelle sedi giudiziarie deputate. Non dimentichiamoci che anche Sky avuto una notevole perdita di mancato incasso derivante dalla pubblicità già venduta e che di sicuro gli sponsor non avranno pagato.



3. Davidbhd ha scritto:

21 aprile 2020 alle 23:24

Controcorrente non ti balena l’idea che proprio perché sky ha pagato, bisogna continuare a giocare? (Se le autorità sanitarie danno l’ok ovviamente..). Dai, smettila di fare il finto populista… vai a sfogare la tua finta rabbia da troll in altri siti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.