8
novembre

Il Paradiso delle Signore continua. E menomale, dopo quel (non) finale

Il Paradiso delle Signore 2

Il Paradiso delle Signore 2

CVD: come volevasi dimostrare. Solo ieri scrivevamo del fatto che il terzo capitolo de Il Paradiso delle Signore era nell’aria ed oggi, all’indomani dell’epilogo della seconda stagione, siamo in grado di annunciarvi che sì, il terzo capitolo della fiction si farà. Per fortuna, aggiungiamo, considerato il finale per niente soddisfacente.

Il Paradiso delle Signore 2: un finale aperto e pieno di domande senza risposta

Dopo ben dieci prime serate, questa lunga serialità si è congedata con tante domande senza risposta, diversi colpi di scena ancora tutti da gestire ed il protagonista maschile riverso in una pozza di sangue, con la sua amata che un po’ sperava di riuscire a salvarlo e un po’ già piangeva la sua morte. E il pubblico? Si è dovuto accontentare, sperando che una terza stagione arrivasse a chiudere il cerchio e dare qualche spiegazione in più.

Il Paradiso delle Signore 3 ci sarà

Il fatto che Il Paradiso delle Signore 2 abbia vinto anche la serata di ieri, battendo la prima tv del film Cinquanta Sfumature di Nero su Canale 5, avrebbe convinto definitivamente i vertici Rai ad andare avanti e rimettere in piedi una produzione ormai ferma da quasi due anni. Ma quando la seconda stagione è stata girata questa certezza non c’era, anzi, sembrava che il progetto dovesse concludersi per sempre e, tuttavia, si è deciso di mandare in onda un “non finale” perseverando in una pessima abitudine dell’autorato seriale italiano di cui abbiamo già scritto tempo addietro.

A questo punto, per essere certi che elementi importanti non cadano nel dimenticatoio lasciando per sempre in sospeso i telespettatori, stiliamo una lista di domande a cui si spera la terza stagione dia risposta.

1) Pietro Mori è vivo?
2) Il suo socio Bruno Jacobi sarà arrestato per questo (tentato) omicidio e per quello di Rose?
3) Andreina Mandelli, nuova proprietaria del Paradiso, curerà il negozio ed il personale con la stessa attenzione di Pietro oppure sua madre farà in modo di distruggere tutto così da vendicarsi definitivamente di Mori che, secondo lei, è il responsabile della morte di suo marito?
4) Quinto e Anna riusciranno a rifarsi una vita con la piccola Irene, o il padre della bambina li troverà portando via con sé la figlia?
5) Letizia partirà davvero per l’Africa oppure riuscirà a ricongiungersi con l’amato Domenico?

Se avete altri dubbi, segnalateli. Ovviamente, qualunque risposta dipenderà dalla disponibilità degli interpreti a tornare o meno sul set per i nuovi episodi. Citando un’altra fiction Rai, nel futuro del Paradiso tutto può succedere.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


tina e balivo
Caccia al trono del pomeriggio


Alessandro Tersigni - Marta Hazas
Velvet Collection: a volte si può andare in “Paradiso” anche senza i vecchi protagonisti


Roberto Farnesi
Il Paradiso delle Signore: primo ciak a Milano. New entry Roberto Farnesi e Vanessa Gravina


Giusy Buscemi
Il Paradiso delle Signore dal 19 settembre alle 14 su Rai1. Si gira a Roma con un nuovo cast

15 Commenti dei lettori »

1. aledan ha scritto:

8 novembre 2017 alle 14:28

Per fortuna ci sara’ una terza stagione anche se….
1) speriamo sia un po meno scialba di questa che a parte qualche episodio il resto era un po noioso
2) non siamo in America dove le serie proseguono dopo pochi mesi, qui nella migliore delle ipotesi si deve aspettare un anno per scoprire come va avanti
Non so se abbiano avuto la possibilita’ di farlo ma sarebbe una buona cosa in questi casi e vale per tutte le fiction italiane che girasseri gia’degli episodi che possono proporre come una mezza stagione in attesa dei nuovi
Comunque un clifhanger finale classico che lascia un po di amaro in bocca



2. Peppe93 ha scritto:

8 novembre 2017 alle 15:17

Concordo con l’articolo. Le fiction non sono soap opera e non ci deve essere il finale aperto. La storia deve inizare e terminare poi se si decide di proseguire si riapre. Lo si deve al telespettatore, davvero non se ne può più



3. Pongo&Peggy ha scritto:

8 novembre 2017 alle 15:22

Non avevo avuto modo di leggere l’articolo del 2016 a cui rimanda il link, e l’ho fatto adesso. Standing ovation per l’autrice dei due articoli, e un sentitissimo ringraziamento per aver espresso perfettamente il pensiero di tanti noi poveri telespettatori vittime della grandeur di certi autori.

Non ho seguito questa fiction ma condivido pienamente la necessità di rispettare il pubblico che segue un numero N di puntate con l’ansia di vedere e sapere “come andrà a finire”. Ricordo ancora la delusione cocente per il finale della prima stagione di “Una grande famiglia”, che infatti poi ho smesso di seguire. E non condivido affatto il pensiero di chi sostiene che la lunga serialità si debba nutrire di tanta carne messa al fuoco a casaccio e di situazioni irrisolte.

Penso che un ottimo esempio in positivo sia stata L’Isola di Pietro, da poco conclusa. Una sceneggiatura coerente ma non scontata, colpi di scena mai fini a sè stessi ma funzionali alla storia, una narrazione che segue un filo logico dall’inizio alla fine e che si conclude dando una risposta non banale ma credibile a tutte le questioni aperte nel corso delle puntate. Sono queste le sceneggiature che vorrei vedere.



4. Sara ha scritto:

8 novembre 2017 alle 16:04

Non finale? Tutt’altro. E’ un finale che va bene sia che si faccia o non si faccia la terza stagione.
E perchè le fiction non dovrebbero avere un finale aperto. Aperto o chiuso, purchè sia un finale sensato. E questo finale lo è perchè va bene sia in caso di proseguimento sia in caso di conclusione con la seconda stagione



5. Jair ha scritto:

8 novembre 2017 alle 16:44

Capisco il rischio di restare senza un finale se poi una serie non viene rinnovata (rischio più elevato qui in Italia che negli USA per i tempi decisionali e di produzione), il problema però nell’assicurare sempre un finale che potrebbe andare bene come esito ultimo è ricercare il lieto fine a tutti i costi o comunque qualcosa che sappia di finale e che mal si adatti ad essere riaperto a posteriori

Inoltre a me piacciono i cliffangher ovvio quando si sa che da lì a pochi mesi o poco più (non due anni) si potrà vedere il continuo

Il finale di ieri comunque si sarebbe prestato ad entrambe le possibilità, tranne i protagonisti gli altri hanno quasi tutto avuto dei finali passabili come definitivi, magari non tutti allegri, ma lo avrei trovato realistico, triste sì, ma realistico e diverso dalla zuccherosità a tutti i costi. Alla fine anche la morte di Mori poteva avere un senso come triste fine, proprio quando si era riabilitato da tutte le sue ombre

Comunque contento per una terza stagione!



6. Jair ha scritto:

8 novembre 2017 alle 16:50

Alcuni consigli per gli eventuali filoni narrativi da riprendere:

* Elsa troverà l’amore o è destinata a non rientrare mai in alcun tipo di convenzione dell’epoca anche a costo di restare sola? La relazione col produttore sposato è davvero finita? (a me piacevano per quanto la situazione fosse brutta)
* Roberto non tornerà più a Milano? O resterà per sempre lontano, magari in posti lontano dal suo mondo, in contesti dove vivere più facilmente la propria omosessualità?
* La tournè di Silvana avrà successo o dovrà tornare a fare la commessa e rinunciare al sogno di fare l’attrice?



7. Anna ha scritto:

8 novembre 2017 alle 17:43

Vogliono proprio finire sotto i tre milioni. Contenti loro….



8. xxxxx ha scritto:

8 novembre 2017 alle 19:19

Ma ragazzi, voi la avete mai vista una vera serie TV? Non essendo davvero l’ultima puntata, è OVVIO che il finale di stagione abbia un finale aperto, cosi c’è ancora del materiale per la prossima stagione!



9. xxxxx ha scritto:

8 novembre 2017 alle 19:19

Ma ragazzi, voi la avete mai vista una vera serie TV? Non essendo davvero l’ultima puntata, è OVVIO che il finale di stagione abbia un finale aperto, cosi c’è ancora del materiale per la prossima stagione!



10. Ada ha scritto:

8 novembre 2017 alle 20:07

Ma speriamo no, una noia mortale, banale altro che Velvet che era ben fatto ed emozionante, la Rai sta solo fallendo di questo passo.



11. chi si rivede... ha scritto:

8 novembre 2017 alle 20:22

Sono rimasto male del finale aperto, che può starci solo per le serie all’americana. Aspettare due anni per sapere è troppo e il pubblico si disamora, vedere gli ascolti di Provaci ancora prof 6 con quelli di provaci ancora prof 7.
non dimentichiamo che Grand hotel sebbene un tiepido riscontro non l’hanno proseguito.
infine, perchè non concentrarsi per bene in una serialità da mantenere per 3/4 anni fidelizzando il pubblico?



12. Annamaria Falletti ha scritto:

8 novembre 2017 alle 23:17

Sono profondamente delusa da questo brutto finale che proprio non mi aspettavo. E poco mi importa sapere che ci sarà una terza serie nella quale non so proprio cosa si andranno ad inventare. Se poi se ne parlerà fra due anni, io a quell’epoca mi sarò dimenticata di Pietro Mori e famiglia. Le fiction DEVONO avere un finale anche se poi ci potranno essere altri sviluppi (come, dice giustamente Pongo&Perry, è accaduto ne “L’Isola di Pietro”). Se poi ci deve essere una seconda serie fatela abbastanza presto ! (“Velvet” insegni ma la Spagna, i suoi attori e le sue fiction sono ben altra cosa).Sarò banale ma credo anche che il pubblico delle fiction voglia un lieto fine e questo non mi pare proprio che sia stato recepito.



13. maria bella ha scritto:

9 novembre 2017 alle 17:56

Un finale cosi non me l’aspettavo… speriamo veramente nella terza stagione (non 2 anni) non fateci penare…. e che la prossima sia veramente con un lieto fine sia per Teresa che per Mori… in attesa…



14. sergio ha scritto:

10 novembre 2017 alle 20:03

bellissima fiction bravissimi attori ma il finale assai brutto ci vuole una 3 serie ci sono tanti casi irrisolti poi a chi non vuole la 3 serie non fa altro che non guardarla



15. sergio garioni ha scritto:

10 novembre 2017 alle 20:13

vogliamo la 3 serie del paradiso delle signore ci sono ancora tanti casi da chiarire e un finale finito male non fateci penare siamo piu di 100 ragazzi che aspettano con ansia una risposta precisa grazie



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.