9
aprile

MEDIASET-VIVENDI: FIRMATO L’ACCORDO. PREMIUM PASSA AL GRUPPO FRANCESE

Mediaset

La firma è arrivata ed ora è ufficiale: “Mediaset e Vivendi hanno sottoscritto un’intesa che formalizza un’alleanza strategica tra i due Gruppi europei“. Con queste parole l’azienda del Biscione ha annunciato l’avvenuta partnership col colosso guidato da Vincent Bolloré. L’accordo si radica in uno scambio paritetico di partecipazioni pari al 3,5%, col conseguente passaggio di Mediaset Premium nelle mani dei francesi. Il patto europeo tra Mediaset e Vivendi – si legge in un comunicato – si articola in tre innovativi progetti industriali destinati a giocare un ruolo rilevante nel settore media.

Il primo progetto è quello di una nuova major europea per la creazione di contenuti, che saranno ideati e realizzati da una nuova struttura secondo standard e linguaggi per il mercato globale. Verrà inoltre accesa una piattaforma pan-europea di streaming di contenuti on demand. Al centro dell’accordo vi è poi la cessione di Premium, che confluirà nel gruppo Vivendi.

Un accordo di cui siamo molto soddisfatti che guarda a sviluppi futuri di natura industriale” ha commentato Piersilvio Berlusconi, Vicepresidente e AD di Mediaset. “Se mi chiedete se questo sia il primo passo per il disimpegno della famiglia Berlusconi nel settore dei media la risposta è assolutamente no e lo dico con convinzione assoluta” ha aggiunto il top manager del Biscione.

Mediaset-Vivendi: accordo in arrivo. Premium passa al gruppo francese

Aricolo dell’8 aprile 2016, ore 11

L’annuncio dovrebbe arrivare in serata direttamente da Cologno Monzese. E’ convocato infatti per oggi il Consiglio d’Amministrazione Mediaset con cui – stando ad insistenti rumors finanziari – l’azienda del Biscione darà il via libera all’accordo societario con il gruppo francese Vivendi. Di un’alleanza strategica con il colosso guidato da Bolloré si vociferava ormai da settimane, ed ora la partnership è ad un passo dall’ufficialità. Ecco i dettagli dell’operazione.

Stando alle indiscrezioni di stampa circolate in queste ore, l’accordo tra Mediaset e Vivendi prevederebbe uno scambio azionario del 3,5% del capitale fra i due gruppi ed una collaborazione destinata a riguardare la pay tv ed una piattaforma europea per l’erogazione di trasmissioni via internet.

Lo scambio in arrivo richiederà una compensazione: il 3,5% di Vivendi (che capitalizza 25miliardi) vale infatti più del 3,5% di Mediaset (che in borsa vale 4,5milardi di euro). Per questo, l’azienda del Biscione dovrebbe colmare il divario cedendo alla società francese tutto l’89% di Mediaset Premium, cui potrebbe aggiungersi l’11,1% in mano a Telefonica. Come riporta il Sole24Ore, sotto il controllo del gruppo francese finiranno i diritti del calcio, le redazioni, e i circa 300 dipendenti di Premium. Ma l’azienda di Cologno continuerà ad occuparsi di otto canali tematici che trasmettono film e serie tv (tra cui Stories, Action e Joy) e che fanno capo ad Rti.

In una prospettiva futura, l’ormai imminente accordo potrebbe portare anche ad una joint venture che coinvolgerebbe gli Over the top dei due gruppi, cioè Infinity per Mediaset e Watchever per Vivendi. L’obiettivo sarebbe quello di creare una piattaforma europea sulla tv via internet capace di arginare il mercato di Netflix. Ma non è da escludere che – qualora gli affari andassero come previsto – l’alleanza possa ulteriormente estendersi.

A seguito della partnership, l’AD e Vicepresidente Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, dovrebbe entrare nel CdA di Vivendi, mentre in quello dell’azienda di Cologno potrebbe andarci Yannick Bolloré, il secondogenito del presidente di Vivendi, oppure l’AD Arnaud de Puyfontaine. La firma dell’accordo dovrebbe essere questione di ore: dal CdA Mediaset di oggi potrebbe arrivare la fumata bianca.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mediaset.
Mediaset vs Vivendi, parte il processo civile su Premium. I francesi chiedono i danni, il Biscione contrattacca


Vincent Bollore
VIVENDI, ROTTURA CON MEDIASET: BASTA SOLUZIONI AMICHEVOLI, PRONTI A DIFENDERCI


Mediaset
PREMIUM: MEDIASET CHIEDE IL SEQUESTRO DEL 3,5% DI VIVENDI. MA SPUNTA UNA CONTROPROPOSTA CON TELECOM ITALIA


Sky
Mediaset, trattative con Sky per vendere Premium. Possibile intesa in tempi stretti?

5 Commenti dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

8 aprile 2016 alle 11:36

pessimo affare tra qualche anno Sky potrà comprare tutto per 5 euro.



2. griser ha scritto:

8 aprile 2016 alle 13:31

È la dimostrazione che Premium per mediaset era una metastasi. Ora tocca vedere con la fine delle esclusive come Vivendi toglierà gli inutili 8 canali.



3. FedEx ha scritto:

8 aprile 2016 alle 13:39

Secondo me è una buona mossa. Ormai Premium era diventato una zavorra per Mediaset stessa che comunque non riusciva nemmeno a dare visibilità alle generaliste…



4. Giancalsp ha scritto:

8 aprile 2016 alle 18:41

Ma quali contenuti può fornire Mediaset a Vivendi in ottica anti Netflix?le serie con Garko o Bova?



5. Like ha scritto:

9 aprile 2016 alle 15:40

Mi chiedo: adesso che Mediaset s’è liberata di questo peso, ed ora che vi sarà più liquidità, in ottica Anime e Cartoni potrebbero esserci investimenti per Italia 1 e Italia 2?
Sono anni che non vediamo nuovi episodi dei vari Naruto e One Piece, che non vediamo l’acquisto di nuove serie.
In Francia sono già stati acquisiti i diritti di un Anime come Dragon Ball Super… sarebbe possibile vedere qualcosa di simile anche da noi a breve sulle reti Mediaset ?
Siamo stufi di ammuffite repliche dei vari Futurama e Simpson vita natural durante.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.