4
luglio

EL PRINCIPE: L’”HOMELAND SPAGNOLA” NELL’AUTUNNO DI CANALE 5

El Principe

Olè. Non si può che commentare così la china che Canale 5 sembra aver preso, quella che vede il palinsesto dell’ammiraglia Mediaset sempre più zeppo di programmi importati dalla tv spagnola, da telenovele con un numero incredibile di puntate a serie tv brevi ma intense.

El Principe: la serie in tredici puntate da Telecinco a Canale 5

Dopo Il Segreto, Il Tempo del coraggio e dell’amore e Cuore ribelle, toccherà il prossimo autunno a El Principe (Il Principe), serie tv crime di Telecinco che quest’anno ha sbancato, portandosi su una media di cinque milioni di telespettatori a puntata. Tredici per la prima stagione – la seconda è in produzione – da settantacinque minuti ciascuna e in sintonia con le avventure di Sira Quiroga, trattandosi di una storia d’amore che si svolge sullo sfondo di una realtà ostile ed intrisa di misteri e conflitti.

El Principe: la trama

Se il titolo e le ambientazioni richiamano alla mente le fantastiche avventure de Il principe di Persia, che ha fatto sognare tante generazioni, qui siamo in una realtà meno romantica e più moderna, dove El Principe non è quello che arriva sul suo cavallo a salvare la principessa ma il nome dato ad un quartiere difficile, nel quale si svolge la storia di Javier Morey (Álex González) e Fatima Ben Barek (Hiba Abouk) rispettivamente un poliziotto spagnolo di religione cristiana ed una giovane maestra di religione musulmana, protagonisti di un amore evidentemente impossibile.

Fatima è oltretutto sorella del narcotrafficante Faruq Ben Barek (Rubén Cortada), che con le sue attività illecite le porterà solo guai impedendole di seguire la sua strada, mentre Javier deve fare i conti con il suo capo, Francisco “Fran” Peyón (José Coronado), un poliziotto dai metodi molto poco ortodossi di cui il giovane sente di non potersi fidare e che si è forse calato fin troppo nella realtà da guerriglia che li circonda.

El Principe vs Tale e Quale Show

Una trama bella ricca (in patria si è guadagnato l’appellativo di “Homeland spagnola), che potrebbe piacere al pubblico ma che si scontrerà il venerdì sera con la corazzata di Tale e Quale Show 4. Evidentemente Mediaset ha fiducia nel prodotto – inizialmente previsto per quest’estate ma poi promosso nel più prestigioso autunno – e ancora tenta e spera di bissare il felice e proficuo destino de Il Segreto. In realtà, però, dopo i risultati standard de Il Tempo del coraggio e dell’amore ed il mezzo flop Cuore Ribelle, sembrerebbe chiaro che quello di Puente Viejo è stato un caso eccezionale, non un apripista. Tuttavia è facile immaginare che, vista la concorrenza monstre, l’obiettivo del venerdì di Canale 5 sarà quello di limitare i danni e contenere i costi. E’ Il Principe il prodotto giusto?

Tutto su Il Principe – Un Amore Impossibile

[Il Principe: riassunti e anticipazioni, puntata per puntata]

[Il Principe: tutti i protagonisti]

[Il Principe: tutto sul protagonista maschile Alex Gonzalez]

[Il Principe: fuorviante sottotitolo per la fiction di Canale 5]

[Il Principe: l'ottima idea del debutto in simulcast]

..:: Tutti gli articoli dedicati a Il Principe ::..

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Il Sospetto 2 -6.
IL SOSPETTO 2: SU CANALE 5 TORNANO LE INDAGINI SOTTO COPERTURA DEL COMMISSARIO CASAS (FOTO)


Luca e Paolo
IMMATURI – LA SERIE: PARTITE LE RIPRESE, ECCO IL CAST. BOVA E AMBRA NON CI SARANNO


El Principe 2
IL PRINCIPE – UN AMORE IMPOSSIBILE: LA SECONDA STAGIONE A LUGLIO SU CANALE 5, IN PRIME TIME


palinsesti estate canale 5 bajo sospecha
PALINSESTI ESTATE CANALE 5: 3 PRIME TIME PARLANO SPAGNOLO, BONOLIS ALL’ARENA DI VERONA. IN DAYTIME TORNA CENTOVETRINE

1 Commento dei lettori »

1. Kikka ha scritto:

6 luglio 2014 alle 18:38

…beh non è che la produzione locale di Mediaset avesse sti gran assi nella manica in ogni caso, no?! ç_ç

Diamogli una chance dai, io ne avevo già sentito parlare e mi pareva un prodotto di buon livello, quindi mi fa piacere ritrovarlo sui nostri schermi; ma *de gustibus* si sa possono riservare sempre delle sorprese, sicché vedremo come andrà qui (tra l’altro ho sentito che Homeland è già fuori moda negli USA: da sempre apprezzo telefilm non italici, ma ultimamente mi pare che ci si gasi solo all’idea che si tratti di una serie straniera, basta notare come solo da noi neppure i titoli vengano tradotti, e in questo siamo un tantino provinciali perché non sempre meritano in automatico). Ciao



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.