strage di erba



9
novembre

BOOM! Le Storie Maledette di Franca Leosini sulla strage di Erba per confutare Le Iene

Franca Leosini

Franca Leosini sta preparando una puntata speciale e “importante” del suo celebre programma. Lo ha annunciato lei stessa proprio oggi, rivelando su Radio1 che le sue torneranno eccezionalmente in prime time su Rai3 il 16 dicembre con una puntata ‘one shot‘ prima della nuova stagione prevista nel 2019. La giornalista non ha voluto anticipare il tema dello speciale appuntamento. Ci pensiamo noi di DavideMaggio.it, che possiamo svelarvi in anteprima che la puntata verterà sulla Strage di Erba e sarà accompagnata da chi ha vissuto da vicino la carneficina avvenuta l’11 dicembre 2006: in tv parleranno i fratelli Pietro e Beppe Castagna, che nel massacro di via Diaz persero la mamma, la sorella Raffaella (ex moglie di Azouz Marzouk) e il nipotino Youssef.




12
maggio

QUARTO GRADO MAGAZINE: IL PROGRAMMA DI RETE 4 SBARCA IN EDICOLA

Quarto Grado Magazine

Dalla tv alla carta stampata. Quarto Grado, il programma di Retequattro, dopo quella dell’Auditel, si appresta ad affrontare una nuova sfida: l’edicola. Il programma, dunque, segue la scia de Il Segreto e Mistero, trasmissioni Mediaset con uno “spin off cartaceo”, andando a porsi come diretto concorrente del settimanale Giallo, edito da Cairo editore.

A dare vita a «Quarto Grado Magazine» sarà la medesima e collaudata squadra giornalistica della trasmissione televisiva: da Gianluigi Nuzzi ad Alessandra Viero, dal team di inviati ai tanti che lavorano dietro le quinte del programma. Diretto da Siria Magri, «Quarto Grado Magazine» sarà in edicola da, domani 13 maggio, al prezzo di lancio di 1 Euro.

Nel primo numero, l’intervista esclusiva a Carlo Castagna che ha perso moglie, figlia e il nipote Youssef nella strage di Erba. A nove anni dal massacro, Castagna dice a «Quarto Grado Magazine» di voler incontrare gli assassini dei suoi cari: «Ho scelto la via del perdono: so per certo che non l’hanno accolta, ma vorrei mi fosse concessa la possibilità d’incontrarli. Non per ricordare quella sera, ma per vivere con loro un momento di fraternità. Di pietas».


6
febbraio

LA STRAGE DI ERBA VA DI MODA. Questa volta il post lo fate voi con i commenti…

I migliori commenti verranno riportati nel post con il link al blog dell’autore (qualora presente).

  • France :

Ognuno ha il suo modo di affrontare il dolore…questo mi pare un pò discutibile però…Sicuramente la moda ha delle uscite un pò trash, ma non sono sicura che gli stilisti gli abbiano proposto di lavorare senza che lui abbia manifestato una qualche volontà. L’amicizia con Corona parla chiaro…forse è stato proprio il fotografo a metterlo in contatto con i vari stilisti. Spero solo che dietro tutto questo ci sia solo la voglia di reagire ad un dolore troppo grande e non sia invece un’occasione per speculare sul dolore e sulla pietà dell’opinione pubblica…

  • kiara :

[...] lo scandalo non e’ che accetti ma che glielo propongano. [...]

E’ proprio vero che non c’è mai limite al peggio. E mi riferisco a Studio Aperto: un servizio inutile, alla ricerca di un sensazionalismo scontato [...]