Checco Zalone



12
dicembre

PER MASSIMO DONELLI LA COMICITA’ DI CHECCO ZALONE E’ UN FENOMENO DI ROTTURA. PER ALTRI UNA ROTTURA E BASTA!

Massimo Donelli

A leggere le note di Massimo Donelli, verrebbe quasi da pensare che a Canale 5 vada tutto a gonfie vele e che la media autunnale di prima serata ferma al 18.1% nel target commerciale non sia poi così malvagia. Si, perché mentre la rete mette a segno una serie di risultati preoccupanti, con il 13% che sta diventando una cattiva e sgradita abitudine del prime time, il Direttore non si risparmia elogi e toni altisonanti.

D’altra parte in una stagione così nera, Donelli non poteva fare a meno di sottolineare gli oltre 5 milioni di telespettatori che hanno seguito lo show di Checco Zalone, un programma in cui la rete ha dimostrato di credere a tal punto da riservargli la “prestigiosa” collocazione di fine garanzia, con il gran finale nel pieno del week end dell’Immacolata.

L’obiettivo di Resto umile world show non era soltanto fare ascolti, che sono venuti copiosi con una media, tra le due serate, superiore ai 5 milioni” – dice il Direttore che prosegue -  L’obiettivo, anzi la sfida ambiziosa era rompere la liturgia della prima serata proponendo sulla tv generalista una comicità nuova, spiazzante, provocante e dissacrante. Bene, sfida vinta, con le inevitabili polemiche che reca in sé ogni fenomeno di rottura, ma anche con un consenso di pubblico e di critica che pone Checco Zalone tra i grandi della risata“.




9
dicembre

RESTO UMILE WORLD SHOW, SECONDA E ULTIMA CHANCE PER CHECCO ZALONE: SI SALE O SI SCENDE?

Checco Zalone

Il paragone con Fiorello, ormai è certo, non regge. E se anche la prima puntata ha fatto registrare solo la metà degli ascolti del varietà di Rai1, il Resto Umile World Show ha consegnato a Canale 5 uno dei migliori risultati stagionali. Lo spettacolo di Checco Zalone ha diviso il pubblico tra chi non ha digerito l’uso eccessivo della volgarità, e chi ha comunque riconosciuto un grande talento nel comico, magari non coltivato al meglio.

Con la seconda e ultima puntata in onda questa sera su Canale 5, Checco Zalone potrà sciogliere le riserve e i dubbi di chi settimana scorsa ha storto il naso, oppure pagare il prezzo di un’impostazione e di una regia poco televisiva. Il parterre di ospiti non sembra essere all’altezza della scorsa puntata: accanto a Zalone, ci sarà Daniele Silvestri, che ieri è apparso a X Factor in duetto con Elio, poi Albano e il cantante statunitense Al Jarreau, unico ad aver vinto tre Grammy Award in tre diverse categorie.

Inoltre saranno presenti l’attore Rocco Papaleo, che ha recitato al fianco di Checco Zalone in Che bella giornata e che dal 16 dicembre sarà al cinema con il film di Natale Finalmente la Felicità, e Giorgio Albertazzi.


5
dicembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (28/11-4/12, 2011). PROMOSSI ZALONE E PIROSO, BOCCIATI I TAPIRI DI FIORELLO E MORGAN

Checco Zalone nei panni di Michele Misseri

10 alla nuova strategia di Canale 5 focalizzata su varietà e professionisti dell’intrattenimento. Ben venga, dunque, il corteggiamento di Raffaella Carrà (per maggiori info clicca qui) che andrebbe ad aggiungersi a nomi come Giorgio Panariello, Checco Zalone, Flavio Insinna, Claudio Bisio e Paola Cortellesi. Impostate le prime serate all’insegna della qualità, a Massimo Donelli rimarrebbe da ‘ripulire’ il daytime per ‘invertire la rotta’. Urgentemente.

9 a Checco Zalone. I limiti del suo Resto Umile World Show – che doveva essere confezionato secondo un’impostazione più televisiva e meno teatrale – non hanno impedito al talento del padrone di casa  di venir fuori. E a chi paragona i suoi ascolti con quelli di Fiorello rammentiamo i 43 milioni di euro incassati al cinema (secondo miglior incasso di sempre dopo Avatar) con Che Bella Giornata.

8 ad Antonello Piroso. Una sfida non facile, quella della domenica pomeriggio, per il ‘reietto’ de La7 ma Piroso, con tutti i difetti di un esordio (‘Ma anche no’ non brilla per ritmo), sembra esser riuscito a creare un’alternativa reale alle domeniche pomeriggio generaliste.

7 a Lorella Cuccarini. Mentre Federica Panicucci è costretta ad ‘accontentarsi’ del figlio, Yari, l’ex più amata dagli italiani riesce ad aggiudicarsi in segreto l’ambìto Albano per la sua Domenica In Così è la Vita.

6 Enrico Papi. L’ex mattatore di Sarabanda potrebbe fare molto di più e invece si ritroverà a condurre Trasformat Kids,  progetto pulito ma poco ambizioso.





3
dicembre

CHECCO ZALONE NON E’ FIORELLO MA QUESTO LO SAPEVAMO GIA’

Checco Zalone imita Roberto Saviano

Lo show di Checco Zalone ha diviso il pubblico e la critica, e non poteva essere altrimenti. A prescindere dai gusti e dalle impressioni personali, parlano i dati Auditel: la prima puntata del Resto Umile Word Show ha registrato 5.607.000 telespettatori e il 22.42% di share. Per qualcuno è solo la metà degli ascolti di Fiorello, ma andatelo a dire ai signori di Canale 5 alle prese con il loro autunno nero. Per l’ammiraglia del Biscione si tratta infatti del più alto ascolto in valori assoluti da parecchi mesi a questa parte, superiore al kick-off del Grande Fratello 12 (5.268.000 telespettatori) e alla puntata più vista di C’è Posta per Te (5.010.000 telespettatori).

Il dato non è stupefacente, ma è da ritenere comunque buono e altre considerazioni apocalittiche sono certamente fuori luogo. Come fuori luogo sono alcuni accostamenti improbabili allo spettacolo di Fiorello: come ci si può aspettare che Checco Zalone potesse eguagliare gli ascolti del Più grande spettacolo dopo il week end? Fiorello è prima di tutto un evento nazional-popolare, e come tale è costruito tutto il suo spettacolo. Quello di Rai1 è poi un varietà per famiglie destinato a raggiungere una platea enorme.

Al contrario, la comicità di Zalone è più irriverente, maleducata e se volete provocatoria. Basta pensare alla gag di Michele Misseri che tanto ha fatto discutere gli internauti su Twitter: in quanti avranno colto la feroce critica alle televisioni che fanno di un presunto omicida una star dei salotti catodici?


2
dicembre

RESTO UMILE WORLD SHOW: CHECCO ZALONE RITENTA LA CARTA DELLA TELEVISIONE. SARA’ UN SUCCESSO?

Checco Zalone con Mario Monti

Checco Zalone con Mario Monti

Per molti si profila già un duello a distanza con Il più grande spettacolo dopo il weekend. Ma Checco Zalone ne ha di strada da fare prima di arrivare ai livelli di Fiorello, tant’è vero che ha già messo le mani avanti: nonostante la popolarità e l’attesa attorno al suo nuovo one man show, “resta umile” e torna a testa bassa su Canale 5 con due nuove prime serate. Anche perché se gli incassi dei suoi due film sono stati stellari, il riscontro televisivo nel 2009 non convinse del tutto fermandosi ad un misero 14.68%. E’ pur vero che all’epoca Checco non era ancora all’apice e quei 43 milioni di euro incassati al botteghino sono troppo ghiotti per non ritentare una seconda volta.

Una sorta di test per valutare la forza di un personaggio che sia con il tour che sul web ha spopolato. Nel Resto Umile World Show rivedremo le storiche imitazioni di Checco – Nichi Vendola, Roberto Saviano e Antonio Cassano – a cui si aggiunge per il grande ritorno in tv Michele Misseri. Ma sarà una “satira intelligente” ha promesso Luca: zio Michele sarà infatti protagonista di una puntata di Cotto e Mangiato, in cui cambierà continuamente gli ingredienti, parodia dei continui stravolgimenti sulla sua posizione nell’omicidio Scazzi.

Non mancheranno le “parolacce”, ma solo fuori dalla fascia protetta, e neanche un corpo di ballo, la Seconda Chance, una band, i Militi Ignoti, la valletta intelligente, Youma Diakite, un bravo regista come Duccio Forzano e tantissimi ospiti, che ovviamente saranno vittime della sua comicità. Si alterneranno sul palco Laura Pausini, Kekko dei Modà, Al Bano, Claudio Bisio, Rocco Papaleo, Al Jarreau e Giorgio Albertazzi, che avrà il compito di “elevare” lo spettacolo con alcune delle più belle poesie italiane.





21
novembre

RESTO UMILE WORLD SHOW: YOUMA DIAKITE AFFIANCA CHECCO ZALONE. ALBANO TRA GLI OSPITI

Checco Zalone

A teatro ha fatto il sold-out, al cinema ha sbancato il botteghino, ora a Checco Zalone non resta che  conquistare il pubblico del piccolo schermo con i due speciali del Resto Umile World Show in onda il 2 e il 9 dicembre in prima serata su Canale 5. La location sarà quella di Fiera Milano City dove proprio in questi giorni si registra lo spettacolo.

Il mattatore della serata non sarà l’unica star a calcare il palco: Checco al suo fianco ha voluto con sè una ‘gnocca intelligente’ proprio come Santoro che fa affidamento alla sua Giulia Innocenzi in Servizio Pubblico. La scelta è caduta su Youma Diakite (!), la modella maliana lanciata nel nostrano tubo catodico da Maurizio Costanzo che nel 1999 la presentò a Buona Domenica come sosia di Naomi Campbell.

Tra i personaggi del Resto Umile World Show, ci sono quelli annunciatissimi di Nichi Vendola in versione Jesus Christ Superstar e di Roberto Saviano. Tra gli ospiti sono stati confermati Al Bano e Kekko dei Modà, anche se Zalone ammette in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, che si aspettava più partecipazione:

L’idea era quella di invitare i personaggi che sfotto nel mio show e farli incontrare con Checco, e molti altri. Il punto è che sto incontrando diverse difficoltà e tanti no. A me non interessa chi passa a cantare la canzone per promuovere l’album. Vorrei che si mettessero a giocare, a farsi prendere un po’ in giro, come fece Jovanotti a Zelig. Tanti invece dicono che non vengono per non accostarsi al brand Checco e cose simili. Penso siano scuse: in realtà se la fanno sotto. Venire a farsi prendere per il c… non è da tutti, lo so, ma mi aspettavo più partecipazione“.


8
novembre

CHECCO ZALONE SHOW: SOLO DUE PUNTATE IL 2 E IL 9 DICEMBRE?

Checco Zalone

Era annunciato per novembre al termine di Io Canto ma complice l’allungamento del baby talent di Gerry Scotti fino al 1 dicembre, il Checco Zalone Show approderà sugli schermi di Canale 5 in leggero ritardo. La serata sarà quella del venerdì, a partire dal 2 dicembre e il campione imbattuto del box office italiano se la vedrà con la decima puntata dei Migliori Anni.

Forte degli incassi record al cinema, il ritorno di Checco in tv questa volta dovrebbe fare più rumore del primo ed unico speciale trasmesso nell’autunno del 2009. Ma se è vero, come scriveva Tv Sorrisi e Canzoni lo scorso maggio, che per questa seconda chance  erano previste quattro puntate (più una quinta con il meglio di), viene da chiedersi cosa abbia spinto il Biscione a dimezzare la portata: le gag del comico pugliese saranno infatti condensate, stando a quanto riporta Publitalia, in sole due prime serate, il 2 e il 9 dicembre.

I due speciali potranno essere anche un banco di prova per testare se i vecchi varietà stile ‘one man show‘ funzionano ancora. Sembra che Rai e Mediaset siano intenzionate a riportare il genere in voga: oltre a Checco Zalone e Fiorello, sarebbe al vaglio anche un nuovo spettacolo per Michelle Hunziker (ma in questo caso su Rai1, per maggiori info clicca qui), che si aggiunge all’atteso ritorno di Giorgio Panariello.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


4
agosto

CHECCO ZALONE PORTA IN TEATRO LE PARODIE DI SAVIANO E MICHELE MISSERI. LE VEDREMO ANCHE SU CANALE5?

Checco Zalone Show

Coraggioso come pochi ed esilarante come nessuno, Checco Zalone, approdato nel palinsesto autunnale di Canale5, non si smentisce e in un’intervista rilasciata quest’oggi a Repubblica dimostra di non aver perso quell’audacia che gli ha permesso di differenziarsi dalla massa dei comici da tormentone che hanno affollato il palco di Zelig nelle ultime edizioni.

Dagli esilaranti strimpelli in chiave politica con i quali ha spiccato il volo verso la satira su omosessuali e “padani” presente nel film campione d’incassi Cado dalle nubi, lo showman pugliese ha deciso di osare ancora di più. Nel campionario dei personaggi parodiati nello spettacolo teatrale “Resto umile world tour” saranno presenti nientepopodimenochè l’intoccabile Roberto Saviano e Michele Misseri.

Il protagonista di una delle vicende di cronaca più torbide degli ultimi anni avrà le sembianza di un musicista con il vizietto della…ritrattazione: “Dice che ha imparato a suonare la chitarra, ma quando gli chiedono di farlo lui ribatte: Chitarra? Io suono il piano. Ma quando gli chiedono di suonare il piano lui nega: Piano? Ma io suono la batteria! Insomma, ritratta in continuazione” anticipa Zalone.