Adriano Celentano



2
luglio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (25/06 – 1/07/2012). PROMOSSI CONCERTO PER L’EMILIA E MELAVERDE SU CANALE 5. BOCCIATI DOSSENA E LE POLEMICHE DI CELENTANO

Raffaella Carrà ospite del Concerto per l'Emilia

9 a Concerto per L’Emilia. La mega manifestazione benefica di Rai1 ha conseguito uno straordinario successo su più fronti. Circa 3 milioni di euro realizzati grazie a quello che, televisivamente parlando, è stato un grande evento capace di catturare l’attenzione, nelle oltre tre ore di durata, di cinque milioni di persone (share del 27.32%). I grandi ascolti dimostrano altresí che la musica in tv funziona quando a mettersi in gioco ci sono le star.

8 alla decisione di rispolverare Scene da Un Matrimonio. In tempi in cui il factual e i matrimoni imperano sulle reti digitali appare più che auspicabile la decisione di Rete4 di puntare sul programma “progenitore”.

7 al passaggio di Melaverde su Canale 5. Finalmente la rete ammiraglia Mediaset potrà contare su un valido programma domenicale nella fascia di mezzogiorno. Vero è che il pubblico del programma di Raspelli e Hidding non sembra così “commerciale”.

6 alla difesa che Paola Ferrari sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni fa della squadra Rai degli Europei. E’ innegabile che spesso ci si è accaniti troppo e a sproposito, però alcuni aspetti rimangono indifendibili alla luce altresì della qualitá di cui un servizio pubblico dovrebbe farsi garante.




26
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (18-24/06/2012). PROMOSSI MEDIASET CON CELENTANO E FAZIO AL FESTIVAL, BOCCIATI I PALINSESTI RAI E LA ‘OLGETTINA’ MARYSTHELLE

Kiss me Licia

10 a Mediaset che si è accaparrata le dirette dell’8 e il 9 ottobre dei concerti live di Adriano Celentano all’Arena di Verona (per maggiori info clicca qui).

9 ai cartoni animati classici proposti ogni mattina da Italia1. Heidi, Una Spada per Lady Oscar, Kiss Me Licia e Occhi di gatto. Oltre ad essere rimasti nell’immaginario collettivo, stanno macinando a sorpresa ascolti più che buoni.

8 alle “manovre” in vista della prossima edizione di Ti lascio una canzone. Il baby talent di Antonella Clerici punta sulla partenza anticipata, un torneo dei campioni e (forse) Elisabetta Canalis in giuria. Vero è che - dopo la sconfitta rimediata lo scorso anno contro C’è posta per Te – sarebbe stato meglio riproporlo al venerdi, lasciando al più fresco Tale e Quale Show l’onere di sfidare il people show di Canale 5.

7 alla designazione di Fabio Fazio in qualità di padrone di casa del Festival di Sanremo 2013. Il ritorno del conduttore ligure nella città dei fiori non entusiasmerà al 100% ma di sicuro non è una scelta sbagliata (almeno per mancanza di alternative in casa Rai). Parimenti colpisce l’”astuzia” da parte degli alti vertici: quale migliore dimostrazione di indipendenza dalla politica in vista del ricambio del Cda?

6 alla conferma di G’ Day. Se la soppressione del preserale di Geppi Cucciari lasciava l’amaro in bocca, il prosieguo non cancella le perplessità verso un programma che non è mai riuscito ad andare oltre la nicchia.


20
giugno

ADRIANO CELENTANO CONTRO LA RAI: LEONE, UN PINOCCHIO MATRICOLATO. SUI CONCERTI A VERONA HANNO DETTO BUGIE

Adriano Celentano

Adriano Celentano ha dato fuoco alle polveri. Dalle pagine di Repubblica, il cantante è tornato ad attaccare la Rai (dopo aver ben chiuso un accordo con Mediaset) svelando alcuni retroscena sulle due serate evento che egli stesso terrà l’8 e 9 ottobre prossimi all’Arena di Verona, trasmesse in diretta su Canale5. Stando a quanto rivela lo stesso Molleggiato, la tv pubblica sarebbe stata contattata per trasmettere l’evento, anche se da Viale Mazzini avevano escluso tale circostanza.

Non avrei detto niente. Se quel Pinocchio matricolato di Leone non avesse mentito spudoratamente quando, durante la presentazione dei palinsesti Rai, ha dichiarato ai giornalisti che fra il Clan e la Rai non c’è stata nessuna trattativa. La telenovela è un’altra purtroppo“.

La moglie Claudia Mori contattò per prima la Rai – come spiega Celentano – proponendo all’azienda pubblica di supportare la diretta televisiva dei due concerti che si andavano a fissare.

“Claudia chiamò subito Giancarlo Leone che al telefono fu molto gentile: Adriano – disse Claudia – avrebbe deciso di tenere due concerti all’Arena di Verona. Vorremmo sapere prima di tutto se la Rai fa i salti di gioia e se è disponibile per le eventuali riprese in diretta? Ma ci mancherebbe – disse l’intrattenitore – è un evento che non si può perdere. Mi faccia solo fare una verifica all’interno della Rai e delle strutture coinvolte. Non credo che le vicende di Sanremo possano influire su questa grande occasione; comunque rimaniamo d’accordo cosi, la richiamo io venerdì ma se per caso non dovessi richiamarla mi richiami lei il giorno dopo”.

Dopo otto giorni – sostiene Celentano – il Clan ricontattò Leone, ricevendo però una risposta negativa.





19
giugno

ADRIANO CELENTANO SBARCA SU CANALE 5: IN DIRETTA L’8 E 9 OTTOBRE DALL’ARENA DI VERONA

Adriano Celentano

Uscito dalla porta di casa Rai dopo la turbolenta performance dell’ultimo Festival di Sanremo, ecco che Adriano Celentano rientra dalla finestra di Cologno Monzese. I vertici del Biscione hanno annunciato di aver chiuso un accordo con il Clan Celentano per trasmettere in diretta su Canale 5 le due serate-evento che il molleggiato terrà l’8 e il 9 ottobre all’Arena di Verona.

Un evento nell’evento perché alle consuete polemiche che le apparizioni di Celentano generano sui media, si aggiunge il fatto che per la prima volta il ragazzo della via Gluck si concederà ai telespettatori dagli schermi della tv commerciale di Silvio Berlusconi. Vittoria per entrambe sembrerebbe: per Celentano che può andare in onda anche senza il supporto della tv pubblica, magari a costo di qualche break pubblicitario in più, e per Mediaset che rafforza la sua offerta con uno degli eventi più attesi della stagione.

Il molleggiato, all’età di 74 anni, è pronto dunque a tornare sul palco dopo la sua ultima tournee del 1994 che fece sold out in Italia e in Europa. Il nuovo spettacolo dovrebbe unire il meglio della musica del cantante ai suoi monologhi, tra gli ospiti è atteso anche Gianni Morandi. Chissà se anche in questo caso nasceranno conflitti riguardo alla “carta bianca” pretesta dal Clan.


5
aprile

DM LIVE24: 5 APRILE 2012. LA STORIA TRA LA DELLA ROVERE E DI PASQUALE? UNA BALLA, LA RAI PAGA… CELENTANO DONA, SOSPESA LA PREPARAZIONE DI TRILUSSA

Diario della Televisione Italiana del 5 aprile 2012

>>> Dal Diario di ieri…

  • La liaison balla tra la Della Rovere e Di Pasquale

Mattias392 ha scritto alle 14:07

Lucrezia Lante Della Rovere : “La storia tra me e Simone di Pasquale? Una balla! Faceva bene al programma, se ogni uomo che ho baciato fosse diventato una storia ne avrei un carnet pieno. Io e Simone avevamo un buon feeling e essendo entrambi liberi non dovevamo rendere conto a nessuno” (La Stampa)

  • Sospesa Trilussa

Giuseppe ha scritto alle 15:35

E’ stata sospesa, per ora, la preparazione della miniserie prodotta dalla Titanus per la Rai di ”Trilussa”. La comunicazione e’ arrivata agli agenti di cinema contattati per proporre materiale sugli attori rappresentati. (fonte ASCA)

  • La Rai paga Celentano…

Giuseppe ha scritto alle 15:38

La Rai comunica di aver provveduto al pagamento delle fatture emesse dal Clan Celentano, per la partecipazione al Festival di Sanremo di Adriano Celentano, nel pieno rispetto dei tempi stabiliti (in data 27 e 30 marzo 2012). (fonte ASCA)

  • … e Celentano dona

Giuseppe ha scritto alle 15:54





4
aprile

GIANNI MORANDI E ADRIANO CELENTANO INSIEME IN UN NUOVO PROGETTO PER LA TV, MA NON PER FORZA IN RAI. E ALEMANNO POLEMIZZA SULLA BENEFICENZA DEL MOLLEGGIATO

Gianni Morandi e Adriano Celentano

Gianni Morandi e Adriano Celentano

Non è finita qui, dopo l’esperienza sanremese. Gianni Morandi e Adriano Celentano vogliono proseguire il sodalizio nato nella città dei Fiori con una nuova avventura televisiva. Le polemiche? Non interessano: il rapporto che lega i due artisti è talmente solido che non può essere scalfito dal clima di una settimana tutt’altro che normale.

Come rivelato dal cantante di Monghidoro al settimanale Chi, tutto è nato in una recente vacanza nella grande villa del Mollegiato, dove tra una chiacchera e l’altra con Lucio Presta, Claudia Mori, Gianmarco Mazzi e Paola Perego, è emersa la volontà da parte dei due amici e colleghi di far intrecciare i rispettivi percorsi artistici sul piccolo schermo, replicando il successo ottenuto al Festival.

Dove ciò avverrà non è però così scontato: Gianni infatti ha preferito mettere le mani avanti dichiarando che l’unico interlocutore non sarà la Rai, ma il progetto – di cui per il momento non c’è nulla di concreto – potrebbe andare in onda “ovunque, soprattutto per il piacere di stare insieme”. Dopotutto il Molleggiato è un cane sciolto (e pretende un contratto che gli fornisca totale libertà) e l’azienda pubblica non ha alcuna intenzione di finire nuovamente nell’occhio del ciclone.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


1
marzo

LORENZA LEI ATTACCA: DA CELENTANO SERMONE INUTILE. E IL CLAN RISPONDE: COMPORTAMENTO GRAVE.

Adriano Celentano, Sanremo 2012

Non svegliare il Clan che dorme. Sembrava che il duello a distanza tra Adriano Celentano e il Direttore Generale della Rai si fosse placato, ma ieri il vertice di Viale Mazzini ha riacceso i dissidi con il suo intervento in Commissione di Vigilanza. Lorenza Lei ha definito l’intervento del Molleggiato a Sanremo 2012 un “sermone inutile e inopportuno“, riconoscendo però che “gli introiti pubblicitari del Festival sono stati superiori del 7% rispetto all’edizione 2011“.

A stretto giro il Clan ha sfornato una replica che è andata a rivangare le polemiche avute con i vertici Rai alla vigilia della kermesse canora. E che ha attaccato:

Lo stesso dg considerava, sin dal primo momento della trattativa, ‘inutile e inopportuna’ la presenza di Celentano al Festival, come è stato poi dimostrato con le azioni che lo stesso dg ha messo e sta mettendo in atto. Stravagante e comica è la ricostruzione che sembra considerare deplorevole la partecipazione di Celentano al Festival e meritevole l’aumento degli introiti pubblicitari, facendo intendere che si tratti di due aspetti non collegati tra loro. Riteniamo comunque tale comportamento molto grave e lesivo“.

Il Clan ha poi replicato ad un’altra affermazione del DG Lei, la quale ieri in Vigilanza ha affermato che con Celentano “è la prima volta che un artista accetta la clausola del codice etico“.


29
febbraio

“TI PENSO E CAMBIA IL MONDO”, ARRIVA IL DUETTO CELENTANO-MORANDI

Adriano Celentano e Gianni Morandi

Sarà contenta Mara Venier. Il suo brano preferito del momento “Ti penso e cambia il mondo” di Adriano Celentano, che da Sanremo accompagna gli stacchi pubblicitari de “La Vita in Diretta”, verrà inciso di nuovo dal Molleggiato, stavolta in duetto con l’amico Gianni Morandi.

L’emozione creatasi sul palco dell’Ariston fra i due artisti nell’ultima serata del Festival quando hanno intonato il pezzo, ha spinto – secondo quanto rivela il settimanale Chi - Morandi e Gianmarco Mazzi ad organizzare un pranzo assieme a Celentano e all’immancabile Claudia Mori per discutere del progetto.

Pare che l’atmosfera conviviale che si è creata al ristorante Resentin di Milano (di proprietà dell’amico Eros Ramazzotti) abbia portato in fretta a siglare un accordo per l’incisione del duetto. E’ probabile quindi che la nuova canzone verrà inserita in un disco di inediti di Morandi e nella riedizione di “Facciamo finta che sia vero”, il disco di Celentano contenente il brano nella sua versione originaria.

Video della performance al Festival di Sanremo 2012: