Editoriali


19
gennaio

Il vero reality è su Tik Tok. La TV ha dimenticato la realtà

Titti e Ludovica, Giusy 'Steven', Rita De Crescenzo

VipponiBasta!“. In una puntata qualunque del Grande Fratello Vip troverete Alfonso Signorini che rimprovera i ragazzi perchè continuano le discussioni, mangiano o sono fuori a fumare mentre il programma è in ritardo con la scaletta. Un microscopico esempio che squarcia un velo su cosa sia davvero diventato oggi il reality show. Lo show ha preso il sopravvento: in un reality puro lo studio asseconderebbe la casa e anzi favorirebbe l’innesco di dinamiche spontanee non preordinate.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes




10
maggio

La Rai punta ai giovani e alla qualità ma fa morire la Rai4 cult

commissario rex

Commissario Rex

La Rai deve intercettare i giovani. E’ quello che a Viale Mazzini ogni direttore ripete spingendo talvolta a delle scelte drastiche in nome dell’ardito obiettivo. Così Rai1 preferisce The Band a Ora o Mai Più (inspiegabilmente ritenuto più giovane) e Rai2, di tanto in tanto, se ne esce con programmi che di giovane hanno solo il lato cringe. Il paradosso è però che quando si hanno i giovani (e giovani adulti), o comunque una programmazione diversa dal solito, si cambia rotta per percorrere binari più tradizionali e comodi dal punto di vista auditel. E’ il caso di Rai4.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


11
novembre

L’insopportabile monologhismo retorico de Le Iene

Michela Giraud, Le Iene

Questa settimana è toccato a Michela Giraud. Altro giro, altro monologo. Di turno alla conduzione de Le Iene, in coppia con il conduttore fisso Nicola Savino, martedì sera la comica romana ha pronunciato un discorso contro gli hater, in risposta a quanti la attaccano sui social. “Fare schifo è un diritto ed è un diritto che rivendico con orgoglio“, ha affermato, ribaltando le offese contro i suoi odiatori. Così, l’artista ha proseguito quello che nel programma di Italia1 è ormai diventato un vero e proprio genere, uno spazio codificato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





17
giugno

Il grande bluff degli Influencer in TV

Benedetta rossi

Benedetta Rossi

Un programma televisivo non è una storia di Instagram. Un follower non è uno spettatore. Ripetere a voce alta. Sembrano ovvietà ma ogni tanto conviene ribadirlo. Qualcuno, infatti, si sorprende del perché gli influencer in televisione fatichino. Piuttosto, la domanda è un’altra: perchè non dovrebbero faticare? Ci sorprendiamo se un agente di commercio, abile a vendere i prodotti, non abbia il proprio spazio in tv?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


21
maggio

La bolla dei canali per bambini

Peppa Pig

Peppa Pig

La sua “dipartita” sul digitale è stata la prima coltellata inflitta alla cara vecchia generalista. E ora la tv dei ragazzi (lineare) fatica per lo stesso colpo, o forse peggiore, inflitto da altri. Una parabola discendente causata da concorrenza monstre, strategie low budget e di cannibalizzazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





5
maggio

L’Isola dei Famosi è finita

ilary blasi isola

Ilary Blasi e gli opinionisti dell'Isola

L’Isola dei Famosi è finita da un pezzo. Il pubblico se n’è accorto, gli addetti ai lavori no. Quello in onda su Canale 5, ormai, ha più il sapore di uno spin off delle gloriose edizioni targate Rai che Mediaset non ha voluto e saputo ricreare. E quella di quest’anno dà l’ennesima mazzata alla storia del programma: il reality di Canale 5 continua ad annaspare, tenuto in piedi probabilmente soltanto dal favorevole contesto (coprifuoco e concorrenza che si spegne presto). Dopo il sonoro flop dell’ultima edizione, probabilmente ai piani alti ritenevano che bastasse una parvenza di novità in studio per rialzarsi. Ma niente da fare. La padrona di casa Ilary Blasi è, si, fresca e simpatica ma ha l’aria di chi sta lì per divertirsi e indossare orecchini vistosi, più che per reggere sulle spalle un programma impegnativo e complesso, al quale fatica a conferire una sensazione di insieme.


6
aprile

L’era del binge watching appena nata è già finita?

la casa di carta

La Casa di Carta

Il nostro amore appena nato è già finito“. Quando si parla di binge watching ci viene in mente una vecchia canzone di Mina. Sì, perchè il tanto osannato modello di distribuzione (rilascio completo di serie tv e programmi) che sembrava destinato a imporre le regole del gioco, appassionando da subito milioni di persone in mezzo mondo, sembra assopirsi prima di consacrarsi definitivamente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


30
gennaio

Le bizzarre logiche della Rai

Matano - Bortone

Matano - Bortone

Ci sono logiche in Rai che si faticano a capire. Anzi, a voler essere più precisi, ad essere inspiegabili non sono tanto le logiche quanto le ragioni che sottendono l’esistenza stessa di quelle bizzarre logiche che nessuno ha il coraggio di sradicare. Non si capisce, ad esempio, per quale motivo Rai 1 debba variare i propri palinsesti per rendere edotto il pubblico sulla crisi di Governo. Ieri, tanto per citare l’ultimo caso, un evitabilissimo Speciale TG1, condotto da Giorgino, ha ‘tagliato a metà’ la Bortone e spodestato del tutto Matano, monopolizzando il pomeriggio di Rai 1.