Editoriali


22
luglio

E Italia1 che fine fa?

Italia1

Italia1

Italia1 sta a guardare. Se Canale 5 vanta prodotti consolidati e Rete 4 cambia pelle, per la generalista giovane di casa Mediaset sono in serbo ben poche novità (qui l’offerta per l’autunno al completo). Eppure proprio per la particolare tipologia di pubblico che la segue, Italia1 è la rete che ha maggiormente subito gli attacchi della concorrenza nonchè la più esposta al pericolo derivante dalle nuove modalità di fruizione. 

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes




6
giugno

La Casa di Carta: Netflix beffato dalla tv generalista spagnola

La Casa di Carta

La Casa di Carta

C’è una cosa che accomuna Canale 5 e Netflix: l’essersi fatti beffare dalla tv spagnola, anzi dalla tv generalista spagnola. Se il fenomeno seriale di Canale 5 degli ultimi anni è Il Segreto, arrivato in palinsesto quasi come una scommessa, la compagnia di streaming è stata travolta da La Casa di Carta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


1
giugno

Antonella Clerici, una numero 1

Antonella Clerici - ultima puntata La Prova del Cuoco 2018

Antonella Clerici - ultima puntata La Prova del Cuoco 2018

Antonella Clerici è una donna con le palle. Ha il suo bel caratterino, per carità, è spesso fumantina, ma l’ho sempre apprezzata per un motivo molto semplice: il coraggio. Antonella non si sottrae alle sfide, osa, scommette, si dà. Si concede al pubblico, sperimenta programmi anche quando sono deboli già sulla carta ma sa il fatto suo. E’ consapevole di avere un suo pubblico affezionato ma è soprattutto consapevole che la televisione è il suo lavoro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes





19
febbraio

Una Domenica INconsistente

Cristina Parodi

Cristina Parodi

Cristina Parodi ha parlato. Per la prima volta, dopo settimane in cui è stata al centro delle attenzioni mediatiche senza proferire parola, si è accomodata nel salotto di Tv Talk per discettare della sua (fallimentare) edizione di Domenica In. In un clima disteso, la signora del dì festivo del servizio pubblico ha lamentato l’accanimento quasi inspiegabile nei suoi confronti. Ebbene, la spiegazione gliela diamo noi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


13
febbraio

Super Generalista

carlo conti e maria de filippi

Carlo Conti e Maria De Filippi

Non stiamo neanche a ribadirvi che la tv generalista non è morta. Perchè su queste pagine abbiamo sempre creduto nel perdurare dell’egemonia della tv tradizionale. C’è però una cosa che fa notizia e sono dei ritrovati record d’ascolto. Mentre da un lato ci sono sempre più canali, ormai sempre meno nuovi, ed è arrivato il Superpanel, chiamato a dare una fotografia più precisa e attenta degli ascolti, la grande tv generalista si fa sempre più grande.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





12
febbraio

Caro Claudio, niente sarà più come prima

Claudio Baglioni con Sabrina Impacciatore © US Rai

Claudio Baglioni con Sabrina Impacciatore © US Rai

Caro Claudio, l’hai fatta grossa. Credo di non aver mai definito ‘un bel Festival‘ i Sanremo che ho all’attivo nei miei anni di attività. L’ho fatto per Sanremo 2018 e pare sia opinione diffusa. Ma soddisfazione personale (tua) a parte, chissà se tu sia conscio di cosa hai combinato. Come ho scritto nella recensione della premiere, è stato un Festival di rottura. Hai scardinato, non so se volontariamente o meno, alcuni capisaldi della manifestazione canora più celebre del Paese e, vuoi o non vuoi, niente potrà essere più come prima.


2
gennaio

Danza con Caschetto e col gruppetto ‘chic’ di Mamma Rai

Danza con Me - Roberto Bolle con Lil Buck

Danza con Me - Roberto Bolle con Lil Buck

Già tempo fa avevo scritto della sgradevolissima disparità di trattamento nei confronti di alcuni artisti della tv pubblica che, a parità di prestazioni, vengono trattati in maniera sensibilmente differente. Ma non ci sono soltanto artisti di serie A e artisti di serie B: la questione riguarda anche determinati programmi. E’ come se in Rai si decidesse periodicamente di concentrare energie e investimenti straordinari su determinati show che, nelle intenzioni, dovrebbero avere il carattere dell’evento. Lodevole, senza dubbio, ma ci sono dei ‘però’.


28
settembre

Pechino Express e il compiacimento della nicchia

Pechino Express

Pechino Express

Se sei un uomo eterosessuale, magari non bellissimo ma famoso, non conosci personalmente Costantino della Gherardesca e desideri partecipare a Pechino Express è meglio che lasci perdere e ti dedichi a cose più probabili come presentare Sanremo o fare da ufficio stampa alla Casa Bianca di Trump. Scherzi a parte, ma mica troppo, il cast della sesta edizione del reality show della tv pubblica sembra costruito per compiacere un pubblico di nicchia, meglio se radical chic e a tinte arcobaleno, in barba alle logiche mainstream che la rete e il programma richiederebbero.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »